Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Per quale motivo un ragazzo sviluppa ambizioni scolastiche e un altro no? Per quale ragione, al di là delle necessità prodotte da difficoltà economiche, un adolescente sceglie di affrontare subito il mercato del lavoro e un altro invece sente di dover approfondire ulteriormente la sua formazione? Uno dei fattori determinanti sembra essere quello delle occasioni culturali prodotte nell'ambito della famiglia.

20160504 ambizioni scolastiche 3

Pochi giorni fa, a Porto Cesareo, genitori distratti da un selfie lasciano cadere in mare il passeggino con il loro piccolo; alla scena assiste un passante che riesce a salvare il bambino. Il commento di Barbara Volpi.

Episodi del genere, che per un caso fortuito, una coincidenza, un segno del destino come potrà essere ricordato in maniera “salvifica”, che per l’osservazione attenzione di qualcuno non sono degenerati in tragedia possono esserci UTILI per fermarci un attimo a riflettere su quello che stiamo facendo e che si sta facendo in seguito all’invasione della digitalità, nell’accezione più ampia del termine, nelle nostre vite e nella nostra quotidianità.

20180410 distrazione selfie 1

Conosco il prezzo del mio sorriso
Più di uno ci trova il paradiso
Ma ho smarrito la dignità
E non so perché mi trovo qua.

20180409 prezzo 4

Il conflitto con gli adolescenti, in famiglia, scoppia di solito per questioni di territorio. È l'esperienza di cui può parlare ogni genitore che si trovi a vivere con un figlio in questa fase cruciale della crescita.

 20180405 territorio 2

In quale contesto gli adolescenti sperimentano le emozioni? Come si sentono i giovani nella loro vita quotidiana? Con chi trascorrono il loro tempo e cosa fanno? In che modo le loro emozioni fluttuano, variano, si trasformano durante il giorno?

20180403 gelosia 4

Un SUV coi vetri oscurati che riflettono giardini curati e lussuose villette a schiera, percorre il quartiere residenziale chiamato “La Zona”, circondato da un muro sovrastato dal filo spinato, telecamere mobili a circuito chiuso monitorate dalla sicurezza 24h/24 e fili ad alta tensione, dove una farfalla al solo sfiorarli si disintegra.

20180403 zona 5

Il fatto è accaduto verso metà febbraio. Un passante ha notato una bambina di 9 anni che in campagna “si appartava” con due adulti e aveva rapporti sessuali con loro. Si è saputo poi che questi fatti proseguivano da mesi, organizzati da entrambi i genitori della piccola.

Sono Davide, un passante
Osservante
Non in senso religioso
Curioso

20180329 affronto 2

La comunicazione con i propri figli non è sempre facile e molto spesso si interrompe e fallisce. Quando un ragazzo sta combattendo con una dipendenza, può sembrare impossibile riuscire a parlargli in modo tale da essere sicuri che stia effettivamente ascoltando e comprendendo quello che gli si dice.

20180328 figlio dipendente a

È una gioia rara. Specie per chi si occupa, spesso impotente, di diritti umani, o meglio, delle loro violazioni, assistere all’esplosione di qualcosa che assomiglia alla felicità e che è, decisamente, sollievo.

20180328 ballerini siria

Questa lettera il tribunale l’ha ricevuta davvero. In un procedimento per decidere l’adottabilità di un ragazzo l'interessato, 13 anni, ha scritto, e poi ribadito chiaramente in udienza, il desiderio di diventare a tutti gli effetti il figlio dei suoi affidatari.

Caro giudice, ti scrivo
e, ti prego, dammi ascolto.

20180319 lettera

Questo libro racconta storie di relazioni tra adulti e adolescenti È un elogio delle due parti della relazione: degli educatori, del loro “mestiere” nel senso più alto del termine, fatto di tecnica e conoscenza, di coraggio, dell’impegno quotidiano, e anche della loro scelta di raccontarsi.

20180327 Introduzione(clicca sull'immagine per il video)

“Il linguaggio non si può ridurre a una questione professionale, nel linguaggio c’è già il rapporto vivente. L’educazione accade quando c’è una relazione reale tra una singolarità di vita e un’altra singolarità di vita.  Non è possibile normare l’educazione.

20180327 Sini(clicca sull'immagine per il video)

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Seguici anche su Facebook

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca