Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

Il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA) esprime la propria preoccupazione per l'approvazione, in commissione Giustizia della Camera dei deputati, di una proposta che prevede la soppressione dei Tribunali e delle Procure per i minorenni e l'introduzione di sezioni specializzate per la persona, la famiglia e i minori presso i Tribunali ordinari e di gruppi specializzati presso le Procure ordinarie.

"Siamo assolutamente contrari a questa proposta," dichiara Liviana Marelli, responsabile Infanzia, adolescenza e famiglie del CNCA, "che rischia seriamente di disperdere l'esperienza della giustizia minorile italiana, un punto di riferimento in Europa. Siamo convinti – d'accordo con quanto espresso dall'Associazione italiana dei magistrati per i minorenni e per la famiglia – che solo uffici specializzati con competenze esclusive in materia minorile e familiare siano adeguati a tali delicati compiti. Per questo chiediamo che venga ripresa l'iniziale proposta del governo, condivisa da larga parte degli addetti ai lavori, di istituire un Tribunale e un ufficio specializzato autonomo di Procura che accorpino in sé le competenze in materia di persona, famiglia e minorenni."

Roma, 26 febbraio 2016