Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

WEBINAR

17 giugno 2024 

09.00 - 18.00 

Prevenzione e gestione delle escalation comportamentali.

Modulo 1: Le emozioni, la crisi, i fattori interni e esterni in gioco.

Modulo 2: Il piano crisi e gli strumenti specifici in adolescenti con disregolazione emotiva.  

Organizzato da UONPIA Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico

in collaborazione con Direzione Generale Welfare, Regione Lombardia 

Evento gratuito, per iscrizione cliccare qui:

a partire da Luglio 2024 i due moduli saranno resi disponibili

in versione FAD asincrona con crediti ECM su TOM Policlinico

 

Modulo 1

  Con la parola CRISI si intende l’espressione di un’intensa disregolazione emotivo-comportamentale, circoscritta nel tempo, caratterizzata da fasi crescenti di attivazione psicomotoria. Può avere diversi gradi di intensità e associarsi al rischio agiti pericolosi per sé o per gli altri. E’ un processo fisiologico trasversale a tutte le persone, indipendentemente da età, genere, ruolo professionale, stato di salute e può riguardare ogni contesto ed essere indotta da fattori interni all'individuo e/o da fattori esterni.

  Un corretto inquadramento della situazione e la messa in campo di interventi specifici, a seconda della fase, sono fondamentali per prevenire e nel caso contenere l’attivazione emotiva e i suoi rischi. L’ambiente e le persone coinvolte hanno un importante ruolo nell’aumentare il livello di attivazione o agire da  regolatore emotivo nelle situazioni di crisi.

Le tecniche di de escalation sono un insieme di interventi di desensibilizzazione  che hanno l'obiettivo di contenere lo sviluppo naturale della crisi.

Modulo 2

In alcune persone, come gli adolescenti con disregolazione emotiva, possono essere utili strumenti aggiuntivi per la prevenzione e gestione della crisi. Il piano di gestione della crisi è ad esempio uno strumento individualizzato per la gestione di comportamenti disfunzionali che possono mettere in pericolo il paziente e i suoi familiari. Promuove la pratica di scelte condivise contribuisce a generare un circolo virtuoso di ri-attivazione di risorse e/o promozione di nuove abilità.

Di seguito il programma:

 Premessa e saluti istituzionali (Ivan Limosani, Dirigente Struttura Salute Mentale, Dipendenze, Disabilità e Sanità Penitenziaria, DG Welfare Regione Lombardia)

 Introduzione al percorso formativo (Antonella Costantino, Direttore UONPIA Fondazione Policlinico)

Modulo 1

  intervento -  Le emozioni e il ciclo della crisi  (Silvia Russo*)

  intervento -  Fattori interni nelle crisi comportamentali  (Sara Merelli°)

  intervento -  Fattori esterni nelle crisi comportamentali  (Laura Reale°)

  intervento - Prevenzione e gestione delle crisi comportamentali (Jessica Babboni*)

 5°  intervento -  Come si può prevenire la crisi: sviluppare la consapevolezza del contesto (Barbara Dal Lago*) 

Modulo 2

6°  intervento -  Tra pre e post: come prevenire e gestire la crisi in persone che conosciamo (Laura Turroni*)

  intervento -  Piano crisi e prevenzione e gestione condivisa della crisi (Chiara Zandrini°) 

logo


Accetto i Termini e condizioni