Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

proteggere i bambini

  • Allora immagina di essere un bambino o una bambina

    Mi è stato proposto di riflettere su che cos’è la violenza assistita ai tempi del coronavirus. Assistita, s’intende, quella violenza di cui i bambini sono testimoni, per l’appunto vi assistono, generalmente del papà sulla mamma anche se a dirla tutta può ricadere sul papà, su un fratello, un nonno, un animale, perfino su un vicino di casa. Mi attengo alla violenza sulla mamma, non per negare il resto, obbedisco alla statistica.

    20200409 assistita 3

  • L’impatto dell’emergenza sanitaria sull’infanzia. La comunità internazionale a confronto

    In queste settimane sono numerosi i documenti, le raccomandazioni, gli appelli elaborati ad ogni livello per portare l’attenzione su come bambini e adolescenti vivono l’emergenza sanitaria. Ciascuno di essi meriterebbe un’analisi approfondita, ci accontentiamo di una breve e sommaria rassegna.

    20200416 impatto 1

  • Moltiplicata la violenza sui bambini durante il lockdown

    “In lockdown decuplicati i traumi cranici nei bambini”. Ho scorso il titolo su una rassegna stampa e mi sono messa in cerca, così ho scoperto che il dato è stato diffuso dall’Associazione Culturale Pediatri (ACP).

    20201029 moltiplicata 5

  • Se non ritornerete inutili come bambini…

    Sento dire che si può distinguere – oltre che tra bambini e adulti, tra uomini e donne, tra indigeni e clandestini – anche tra persone “indispensabili allo sforzo produttivo” e altre che non lo sono. Pesi morti, insomma. O forse pesi vivi, perfezionati dal covid.

    20201105 inutili 2

  • Una petizione per richiedere un #decretobambini

    Che impatto avrà l’isolamento sui bambini “invisibili”? Un decreto subito.

    Queste righe sono per Elia che vive in 50 metri quadri e sono in 6 in famiglia, la connessione internet non c’è e la didattica per lui è davvero a distanza, ma così lontana che ancora non l’ha vista passare.

    20200402 protezione 14

Iscriviti alla newsletter

Accetto Termini e condizioni d'uso

Link amici

Area riservata