Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

Nel nostro paese che invecchia, solo nella ridotta minoranza che arriva da altri Paesi il 20% ha meno di 18 anni. Ciò nonostante l’Italia si guarda bene dall’accogliere chi scappa da qualsiasi guerra (oltre quella tra Russia e Ucraina), dalla povertà o da condizioni climatiche tali da mettere a rischio la stessa sopravvivenza.

20221102 ref 3

Devono essere proprio pericolose le persone in fuga dalla povertà e dalla guerra, se non vengono soccorse in mare. Anche se così facendo le si consegna alla morte per fame o per disidratazione. Anche se sono neonati.

20220921 volto 1

17 giugno 2022. Oggi con estremo rammarico sono qui a dirvi che devo fermare il mio lavoro. Non mi era mai successo in tanti anni. Devo fermarmi perché non ho più fondi, con la speranza che sia uno stallo di solamente poche settimane.

È la richiesta di aiuto di Nawal Soufi, attivista per i diritti umani che attualmente si trova sulla rotta balcanica. 

20220719 Nawal Soufi 1

È calendarizzato per il 24 giugno alla Camera l’avvio del dibattito parlamentare sul cd. Ius Scholae, la proposta di legge che vede come primo firmatario l’On. Brescia e introduce una modifica importante alla norma ormai trentennale che regola il riconoscimento della cittadinanza italiana.

20220608 ius 2 

La retorica della guerra insiste sui bambini. Un’amica mi scrive su questo, infastidita. Si domanda per quale ragione la vita di un bimbo dovrebbe valere di più di quella di un ragazzo di vent’anni, o di un vecchio di novanta.

20220316 peace 1 1

Fosse proprio vero che il nostro Paese, nell’accoglienza delle persone straniere, predilige quelle che riconosce come simili – cosa di cui siamo giustamente accusati, insieme al resto d’Europa, per una commozione diseguale di fronte a vittime di catastrofi simili – ci sarebbe almeno un effetto collaterale positivo: il riconoscimento della cittadinanza italiana ai ragazzi e alle ragazze nati da genitori stranieri, nei nostri confini o altrove, ma in ogni caso cresciuti in Italia.

20220310 seconda 2

Ullah, 15 anni, afghano, è morto travolto da un treno in Val Susa mentre cercava di raggiungere Parigi dove vivevano alcuni dei suoi familiari.

20220202 refuge 2

Conosco una donna dell’Est europeo non ancora cinquantenne. La chiamerò Ilona.

Vive in Italia da diversi anni, come i genitori anziani che hanno bisogno di cure ma stanno in un’altra città e lei deve fare su e giù per occuparsi di loro. In Italia si era pure sposata, è rimasta vedova prima di acquisire la cittadinanza.

20211104 doppio 1

Non mi piace lo strapotere delle emozioni.
Senza sottovalutare nulla, la passione con cui i miei connazionali a ogni livello, dai decisori della politica all’opinione pubblica, stanno rispondendo ai bisogni dei profughi afghani (con i luoghi di accoglienza che non sanno più dove mettere la roba) mi piacerebbe di più se venisse offerta anche a chi fugge da altre guerre, da altre torture, da altre oppressioni.

20210901 rifugiati 1

Pochi giorni fa Vasilica Baciu con le avvocate Angela Maria Bitonti del foro di Matera e Sonia Sommacal del foro di Belluno ha presentato un ricorso alla Corte europea dei diritti umani interpellando i suoi due paesi, Romania (di provenienza) e Italia (di attuale residenza), per sollevare la questione delle famiglie divise all’interno dell’Unione a causa della necessità di cercare lavoro lontano da casa.

20210708 bianchi 1