Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Avevamo già parlato, scritto e persino, grazie all’amico Pietro Barabino, mandato in onda, la storia esemplare e faticosa del “piccolo grande Ahmed”, come lo chiamano i suoi genitori italiani.

201900708 Ahmed 1

Provateci voi. Dopo un boato, un fragore di sangue, con ancora il bagliore della lama tra occhi e pelle. Il nemico alle spalle o alle porte. Mentre la terra trema o la tempesta si abbatte sulla tua casa.

20190610 prova 2

Non ha avuto una vita facile. Arrivato in Italia da bambino, con una famiglia musulmana rigidamente osservante nella quale non si riconosce, è stato educato dal padre a suon di botte. La droga gli è sembrata una scappatoia da un conflitto troppo doloroso.

20190404 drug 2

Capita quasi ogni volta. Quando parli a un qualsiasi pubblico — ma molto meglio se giovane e non ancora irreversibilmente plagiato dalla massiccia disinformazione sul tema né viziato dall’ottundimento d’odio da tastiera (o da bar) — succede quasi sempre.

20190401 visto 3

C’è la guerra combattuta a pezzi, pezzi di guerra tanto lontani da noi. Poi c’è la gente della guerra che sbarca sulle nostre coste, che attraversa la frontiera stipata tra la merce.

20190307 Lambire 1

Non credibile, poco coerente, scarna nelle risposte, poco circostanziata nel racconto delle violenze subite. E poi ci si domanda, con un alone di sospetto e sottintesa accusa: perché non ha attivato la protezione statale del suo paese?

20190218 nigeriana 2

La figura bella e determinata di Tullia Carettoni con il suo impegno per i diritti di tutti e per l’emancipazione femminile mi riporta a tante altre che incontro. Donne in cammino a piccoli passi verso la consapevolezza di sé, come questa.

20190204 prevenzione violenza 2

Principe di nome. Un nome avuto in sorte insieme ad un’esistenza in salita. Nato nel posto sbagliato, come molti altri. In un continente di una bellezza cosi struggente da fare ammalare di nostalgia persino gli occasionali visitatori e di una ricchezza invidiabile, depredata senza sosta dal cinismo e dall’arroganza di governi e multinazionali.

20190204 prince jerry

Sono il bimbo eccedente
sono il troppo che stroppia
il diverso infamante
nel quartiere che scoppia.

20190123 ditroppo 4

Li ricevo tutti nella stessa mattina, l’ultima dell’anno. Non si conoscono tra di loro e si incrociano solo nella sala d’attesa. Ognuno mi racconta la sua storia. È una pena non solo di memoria, ma psicologica, però è necessaria per tentare di ricostruire i motivi per i quali sono scappati dal loro paese e non possono più farvi ritorno e presentare ricorso contro il diniego della protezione internazionale.

20180107 Mare Ballerini 1a

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

Master accompagnare al futro 1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca