Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

povertà

  • Per gentile concessione dell'autrice, pubblichiamo un brano del libro di Paola Milani: "Educazione e famiglie. Ricerche e nuove pratiche per la genitorialità" (Carocci editore).

    Nonostante da molti secoli il discorso pedagogico abbia centrato la sua attenzione sulle cosiddette determinanti familiari dello sviluppo umano, è solo dalla seconda metà dell’Ottocento, che diverse discipline da punti di vista diversi, analizzano tale impatto con metodi scientifici, pur diversi tra loro.

    20181015 Testo Milani

  • Il report "America’s Youngest Outcasts analizza la situazione dei bambini senzatetto negli Usa, basandosi sui più recenti dati federali. Un numero incredibile di bambini, circa 2,5 milioni, risulta essere ogni anno senza casa negli Usa, il che equivale a 1 bambino su 30.
    Il numero dei bambini senza casa è aummentato in 31 stati dal 2012 al 2013. Esistono bambini senzatetto in ogni città, contea e parte del Paese.

    20141124 homeless child

  • La perdita di un lavoro – o anche solo la paura che il licenziamento possa arrivare da un momento all’altro – può essere un evento catastrofico, non solo per il lavoratore che viene lasciato a casa ma anche per i membri della sua famiglia. Quando le paure economiche crescono, gli adolescenti sperimentano un clima di tensione e di ansia in una fase della vita in cui la stabilità è un fattore critico.

    20170711 disoccupazione 1a

  • Tra le cinque città analizzate, i ricercatori hanno riscontrato le peggiori condizioni di salute a Johannesburg e Baltimora, quelle migliori nella città nigeriana di Ibadan.
    I giovani che crescono nei quartieri poveri, percependo però le loro comunità in una luce positiva, manifestano una migliore salute e un più alto livello di benessere rispetto a quelli che hanno percezioni peggiori dell'ambiente in cui vivono, come indica una nuova ricerca guidata dal Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health.

    20141127 giovani quartieri poveri

  • Il 5° "Atlante dell'infanzia di Save the Children" documenta un quadro molto critico per i bambini italiani, che risultano oppressi da indigenza, assenza di servizi, mancanza di spazi, di opportunità e di cultura. Secondo il rapporto circa 700 mila minori vivono in appartamenti poco luminosi, 1 milione e 300 mila in abitazioni sovraffollate, all'interno di zone contrassegnate da carenza di servizi e problemi strutturali. 2 milioni e 200 mila minori, invece, abitano in appartamenti umidi, molte volte sotto l'incombere di uno sfratto, con soffitti che gocciolano e pareti che recano tracce di muffa.

    20141211 Save

  • Una ricerca condotta da un gruppo di psicologi della Stanford University mostra che i bambini di due anni appartenenti alle famiglie a basso reddito, possono essere già avere un ritardo di sei mesi nello sviluppo del linguaggio. Lo studio getta le basi per elaborare metodi di intervento al fine di ridimensionare questo fenomeno.

    20131217 linguaggio

  • Molti danno la colpa al cosiddetto "cervello adolescente" per gli alti tassi di criminalità, di violenza e di incidenti stradali tra gli adolescenti, trascurando però un fattore importante: gli adolescenti,  come gruppo sociale, accusano tassi di povertà in media molto più alti di quanto non accada, ad esempio, alle fasce della popolazione più mature.

    20150324 povertà e crimine 2

  • Un nuovo studio dell'Università di Houston mostra che la povertà infantile è una delle cause della tendenza al sovrappeso e all'obesità, in età adulta, delle giovani donne.

     20140513 fat woman

  • Le famiglie che stentano ad arrivare a fine mese, in cui a fatica si trovano i soldi per acquistare i beni di primario consumo e dove mancano le risorse per concedersi qualcosa di più, sarebbero quelle in cui più facilmente si sviluppano fenomeni di autolesionismo tra gli adolescenti.

    20170510 povertà famiglie a

  • Pubblichiamo un estratto da un’intervista ad Alice McGrath, avvocato e consulente internazionale per la cittadinanza australiana. Nel corso degli ultimi 12 anni ha lavorato come consulente internazionale sul tema dei diritti umani e della riforma della giustizia minorile. 

    Come esperto internazionale in materia di diritti umani e riforme della giustizia minorile in tre diverse parti del mondo, come l'Asia centrale, il Pacifico e il Medio Oriente - Nord Africa, a suo parere quali sono le principali sfide comuni in tutti questi contesti per l'attuazione del riforme della giustizia minorile?

    È difficile rispondere a questa domanda, perché esistono molti fattori che sono unici in ciascun Paese e che giocano un ruolo decisivo nell'attuazione delle riforme, e così pure in molti Paesi è già stato fatto un gran lavoro per la loro applicazione. Ma in termini di sfide, un filo rosso che ho visto nel mio lavoro è il modo in cui i minori in conflitto con la legge vengono percepiti all'interno di alcune comunità,

    20140904 mcGrath

Iscriviti alla newsletter

Link amici

Area riservata