Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

infanzia

  • Filastrocca dei graffi sulla neve

    Sono graffi sulla neve
    sfregio non necessario
    un peso troppo greve
    per un piccolo calendario.

    20161102 sfregio neve 3

  • "Era farsi" di Margherita Rimi

    20131011 era farsi
    Era farsi, edito da Marsilio nel 2012, è l’Autoantologia della siciliana Margherita Rimi, neuropsichiatra infantile, “appassionatamente impegnata nella tutela dell'infanzia e nella cura dei bambini offesi”, come si legge dalla nota editoriale che accompagna il volume.

  • "Saprai perché...”. L’infanzia mitizzata dei cantautori italiani

    Presente solo a tratti nell’immaginario della canzone italiana, l’infanzia fa capolino nei testi dei cantautori soprattutto sotto il duplice segno della nostalgia per un tempo perfetto perduto per sempre e della denuncia di  un territorio violato dalla violenza adulta.

    20140502 canzoni

  • "Saprai perché...”. L’infanzia mitizzata dei cantautori italiani. - Parte seconda

    C’è infine l’incontro con la figura paterna come recriminazione, irato e non pacificato sguardo alla Franz Kafka di Lettera al padresu un rapporto che non ha saputo essere profondamente educativo ma ha lasciato solo un senso di conflitto non risolto, 

    20140502 canzoni4

  • A testa alta di Emmanuelle Bercot

    Malony (interpretato dal giovane e promettente Rod Paradot) è un ragazzo con un’infanzia di violenza e deprivazioni: senza padre e con una madre fragile e tossicodipendente che alterna con il figlio momenti di attaccamento simbiotico a momenti di espulsione totale, fino ad abbandonarlo nell’aula del tribunale quando aveva solo 6 anni perché non in grado di accudirlo. 20170125 testa alta 2

  • Con voce bambina

    Non lo so cosa vedevo ma ricordo la paura.
    La ricordo così bene.

    Oggi vai al cinema con papà.
    L'ha detto mamma e per me è una sventura.
    Sola con papà, io? Perché, che cosa ho fatto di male?
    Che mi succederà?

    Presentiamo "Con voce bambina", un libro in cui si sente la voce di una bambina – ormai donna, con lo pseudonimo di Elena Dì – cresciuta nella paura di un padre violento. Un testo toccante, che espone le ferite non rimarginabili di chi è cresciuto nella minaccia della violenza.

    20131203 con voce bambina

  • Crescere in un balloon. Linus

    Cinque figure dell'immaginario fumettistico come altrettanti simboli di adolescenze "sul limite" tra perdita di sé e riscoperta dell'appartenenza a un gruppo.

    Linus: la nostalgia

    Nelle storie a fumetti di Schulz, il geniale creatore dei Peanuts gli adulti non compaiono mai; nella bella riduzione a cartoon essi si presentano solo come suoni di trombone fuori campo! Qualcuno afferma che la società immaginata da Schulz è una società già adulta, un po' come quella del WIlliam Golding di Il Signore delle mosche, e quindi che gli adulti "veri" vi sfigurerebbero, costituirebbero una inutile ridondanza. Charlie Brown e Piperita Patty, Linus e forse anche Snoopy sarebbero degli adulti-bambini, specchi di una società adulta che riscopre con fastidio e senza tanta ironia i propri tratti di infantilismo.

    20140110 linus

  • I traumi subiti da bambini fanno crescere negli adolescenti la vulnerabilità alla violenza.

    Gli adolescenti possono avere reazioni da stress post-traumatico, anche se non hanno vissuto direttamente esperienze di coinvolgimento in attacchi terroristici o in eventi violenti dai quali non siano stati colpiti in prima persona,

    20140708 stress

  • Il maltrattamento dei bambini influenza il consumo di alcol nell'adolescenza

    Il maltrattamento dei minori, in qualunque forma avvenga, produce cambiamenti funzionali del cervello che aumentano la vulnerabilità al consumo di alcol quando si raggiunge l'adolescenza.

    20140701 Alcol maltrattamenti1

  • Il sole dentro

    20131003 il sole dentro2

  • Infanzia senza amore: dieci passi per superarne gli effetti diventando grandi

    La domanda deriva sempre come una variazione da questa: “E adesso? Ora che ho riconosciuto che le mie esperienze infantili mi stanno facendo del male, cosa posso fare, ora, per evitarlo?”
    La risposta è che una soluzione esiste, ci sono molte cose che si possono fare per vivere meglio e in modo diverso.

    20170727 Infanzia 1

  • Infanzia senza amore: dieci passi per superarne gli effetti diventando grandi - Parte seconda

    Le esperienze infantili fatte non solo di mancanza di sostegno e amore, ma anche di antagonismo, conflitti e comportamenti emotivamente abusivi, influenzano lo sviluppo del bambino in molti modi, uno dei quali è quello di "normalizzare" ai suoi occhi i comportamenti e gli atteggiamenti vissuti in casa.

    20170727 Infanzia 9a

  • Inside Out

    Un ottimo film di animazione, forse il migliore fra quelli realizzati finora dal binomio Disney-Pixar, che esplora il mondo della mente umana e delle emozioni. Il film inizia con la nascita della bambina Riley, “uno splendido fagottino” come dicono i suoi genitori. Nel “quartiere generale” della mente di Riley compare subito un'emozione: Gioia e sembra che ci saranno solo loro due, "...ma questo durò solo per 33 secondi" dice Gioia, perché nella mente di Riley è già nata un'altra emozione: Tristezza. 

    20101021 inside-out 2

  • La mafia uccide solo d’estate

    Recensione del film "La mafia uccide solo d’estate" di Pierfrancesco Diliberto.

    20140109 mafia

  • La musicoterapia è efficace per combattere la depressione di bambini e adolescenti

    La musica "lenisce la bestia selvaggia" come si suol dire, e può anche alleviare la depressione nei bambini e negli adolescenti.

    20141104 musicaterapia

  • La povertà infantile contribuisce all'obesità adulta

    Un nuovo studio dell'Università di Houston mostra che la povertà infantile è una delle cause della tendenza al sovrappeso e all'obesità, in età adulta, delle giovani donne.

     20140513 fat woman

  • Nelle stanze di Cheng: Il fratello maggiore

    Appena sono arrivato
    non ho potuto studiare.
    Lei mi ha segregato.
    La dovevo aiutare.

    20171030 fratello maggiore 3

  • Nelle stanze di Cheng: il medico

    Gli ho visto un mezzo sorriso
    in sala d’aspetto.
    Sembrava indeciso
    era vigile e incerto.

    20171023 medico 2

  • Nelle stanze di Cheng: L’affidataria

    Mi guarda da lontano
    a volte anche di notte.
    Deve sembrargli strano
    non prendere più botte.

    20171106 affidataria 2

  • Nelle stanze di Cheng: l’insegnante

    Questa mamma cinese
    non conosce l’infanzia.
    Sarà che ho troppe pretese
    o lei che ha poca pazienza

    20171012 cinese 1

Iscriviti alla newsletter