Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

cittadinanza

  • Il digiuno degli insegnanti della Daneo: uno squillo per una società migliore

    Alla fine, visti a stomaco vuoto e a ora di cena, gli italiani (quelli di sangue, nati già col privilegio della cittadinanza), non devono essere tutti così malvagi se si ritrovano, come estrema e disagevole forma di protesta, ad aderire ad uno sciopero della fame "a staffetta", pur di far definitivamente approvare una blandissima legge che regoli con maggior buon senso i criteri per ottenere la cittadinanza per quei bambini e ragazzi che, loro malgrado, non possono vantare un po' di sangue italiano nelle vene ma "solo" una perfetta integrazione.

    20171009 digiuno 2

  • L'immigrazione in Italia. Ecco perché non bisogna avere paura

    Ogni volta che vengo chiamata a parlare di immigrazione porto come me sempre tre opere: la Costituzione per ritrovare l'inviolabilità dei diritti umani, il manifesto della razza del 1938 per ricordare i danni prodotti dall'ignoranza e dunque dal razzismo e la sintesi del dossier statistico sull'immigrazione per stupire con la realtà la platea (qualunque essa sia) contaminata suo malgrado da notizie infondate ed illogici pregiudizi.

    20151109 dossier ballerini

  • La storia del piccolo Ahmed, tra malattia e affidamento

    Sono arrivati a fine anno. Come una sorpresa. Forse in qualche modo come una ricompensa. Mi ero quasi dimenticata di loro, del nostro appuntamento, della loro storia appena accennata in una mail. 

    20160127 Ballerini Ahmed

  • Noi spettatori passivi di ingiustizie e il senso di colpa diventa inevitabile

    Un mio lontano cugino alcuni anni fa, dopo aver sperimentato qualche improbabile tecnica di rilassamento ha provato ad insegnarmela.
    Consapevole della deprimente impotenza che si accumula dopo giornate in studio, avendolo per qualche tempo lui stesso frequentato come mio praticante, mi suggerì di ripetere ad alta voce, prima di dormire, un numero di volte che non riesco a ricordare ma certamente dispari, la frase assolutoria: non è colpa mia.

    20170912 colpa 1a

  • Quel benvenuto che sa di beffa ai "nuovi" cittadini italiani

    "Il funzionario mi ha stretto la mano e mi ha detto ' benvenuta' come se prima fossi stata una persona invisibile. Ma io sono anni che vivo qua!». Già il mio amico Simohamed (così cittadino che si è anche candidato sindaco!) mi aveva raccontato anni fa lo stesso sgomento davanti alla medesima parola benaugurante. Benvenuto dove? Si era chiesto.

    20140307 benvenuto

Iscriviti alla newsletter