Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

abuso allontanamento

  • Filastrocca dell’occhio nero della mamma. Filastrocca del giudice bizzarro

    Filastrocca dell’occhio nero della mamma 

    La mia mamma ha un occhio nero.
    Non lo so se è proprio vero,
    lei m’ha detto questa volta
    che ha sbattuto nella porta.

    20141021 violenza donne

  • Filastrocca della competenza minorile

    Dedicata allo schema di legge delega approvato il 29.08.14 [1]

    Sarà pure normale 
    ma io non mi rassegno
    che una giustizia un po' speciale 
    cambi per il disegno
    di chi, del minore
    non sa nemmeno l’odore.  

    GIG 3

  • Filastrocca della mamma bambina

    Tre anni fa voleva studiare da cuoca e vivere come le sue compagne italiane. Oggi ha una faccia rom, abiti rom, polvere rom, e 7 mesi di gravidanza per un secondo cugino violento con lei fino all’ultimo giorno della loro relazione. Riflettendo davanti al giudice su questa trasformazione ammette: "Lo so, il mio progetto era fare la cuoca e vivere in una casa, ma è troppo difficile per una come me essere quella che volevo diventare. Non ci puoi riuscire quando fai questa vita qui, con queste persone qui. Devo capire che questo è il mio destino". 

    GIG 3

  • Filastrocche dei bambini contesi 

    1.

    Ho sfoderato un sorriso 
    e se lo sono diviso.
    Ho teso a entrambi una mano.
    Mamma a papà: Sta' lontano.

    GIG 1

  • Filastrocche giudiziarie

    I tribunali per i minorenni prendono ogni giorno decisioni difficili. Scelte delicate, suscettibili certo di errore ma orientate ogni volta sulla valutazione dei rischi e dei danni che un minore patisce, molto spesso per mano degli adulti a lui più vicini vale a dire i suoi genitori e i familiari più stretti.
    Negli ultimi anni una retorica mielosa e in bianco e nero ha raccontato storie dove i buoni erano ben distinti dai cattivi e dove la conclusione era invariabilmente una sola: i bambini e i ragazzi devono crescere con i loro genitori. Con loro, chiunque essi siano e comunque si comportino.

     20141006 Filastrocche 3

  • Filastrocche giudiziarie. Filastrocche della televisione

    I tribunali per i minorenni prendono ogni giorno decisioni difficili. Scelte delicate, suscettibili certo di errore ma orientate ogni volta sulla valutazione dei rischi e dei danni che un minore patisce, molto spesso per mano degli adulti a lui più vicini vale a dire i suoi genitori e i familiari più stretti.
    Negli ultimi anni una retorica mielosa e in bianco e nero ha raccontato storie dove i buoni erano ben distinti dai cattivi e dove la conclusione era invariabilmente una sola: i bambini e i ragazzi devono crescere con i loro genitori. Con loro, chiunque essi siano e comunque si comportino.

     GIG 1

Iscriviti alla newsletter

Accetto Termini e condizioni d'uso

Link amici

Area riservata