Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

cooking therapy

  • Che cos’è la cooking therapy, di Barbara Volpi

    Per gentile concessione dell'autrice e dell'editore, pubblichiamo l'Introduzione di "Che cos’è la cooking therapy ", di Barbara Volpi (Carocci editore).

    La cucina è affettività, la cucina è trasmissione,
    la cucina è condivisione, la cucina è trasformazione,
    la cucina è scelta, la cucina è resilienza, la cucina è creatività,
    la cucina è narrazione, la cucina è... maestra di vita.

    Un giorno mia figlia, raffinata buongustaia, assaporando una pietanza che le avevo preparato per cena, ha esclamato: “Mamma, se mai dovessi smettere di fare la psicoterapeuta potresti fare la cuoca!”. Non è poi così lontano dalla mia esperienza il legame tra la psicologia e la cucina.

    20200903 BUS Volpi CheCosELaCookingTherapy PIATTO

  • In cucina per reagire: l’unione fa la forza

    20200315 cooking 1

    La cucina da grande madre del mondo ci viene incontro sempre, anche e soprattutto, nei momenti di difficoltà come quello che stiamo vivendo oggi. Cucinare è una vera e propria terapia per l’anima, per alleviare momenti di stress, per dare direttive, per sviluppare pensieri creativi, per distrarre l’attenzione ed abilitarla alla progettualità esecutiva, per mantenere attiva la memoria in situazioni di emergenza, per non cadere in vissuti depressivi, per unire la famiglia e unirci nelle difficoltà, per reagire costruttivamente agli ostacoli che la vita ci pone dinnanzi, a volte drammatici, come quello di oggi.

  • La cucina è affettività in atto

    20200414 affettività 11

    La cucina è affettività in atto. Il preparare il cibo e la condivisione del pasto ci riportano al nostro incipit conoscitivo relazionale, quello che fonda la nostra psiche per utilizzare i termini freudiani, di un’oralità che si sazia di nutrienti e di relazione. Per Freud l’amore nasce dal bisogno soddisfatto del cibo (1938) ed è proprio nella relazione tra bambino che si sazia e genitore che nutre che si struttura la psiche della persona.

  • La cucina la grande madre del mondo

    20200518 cucinamadre 2

    In questi giorni di quarantena la cucina non ci ha lasciato mai soli, dimostrando ancora una volta di essere la grande madre del mondo. Ha aperto le sue braccia all’interno dei nostri spazi domestici e ci ha ricordato che anche il nutrimento non è solo fisico ma principalmente affettivo.

Iscriviti alla newsletter

Accetto Termini e condizioni d'uso

Link amici

Area riservata