Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

L’età di un genitore potrebbe avere un impatto su come si sviluppano i tuoi figli e c'è davvero un'età ideale per avere figli in modo da avere le migliori condizioni per il loro sviluppo?

20210429 età 1

La saggezza popolare suggerisce che i genitori più giovani possono avere più energia per stare al passo con i figli piccoli mentre i genitori più anziani hanno più risorse ed esperienza per prendersi cura di loro.

La ricerca indica che ci sono potenziali vantaggi e svantaggi nell'avere figli in periodi di età diversi nella vita.

In tutto il mondo industrializzato si è verificata una diminuzione delle dimensioni della famiglia e un aumento nell'età dei genitori. L'età media materna del primo parto era di 21,4 anni nel 1970, è salita a 26,9 nel 2018.

Anche se può sembrare solo un piccolo aumento, una maggiore età dei genitori potrebbe avere conseguenze per la salute e il benessere di entrambi, genitori e figli. Per questo motivo, le potenziali implicazioni di una più avanzata gravidanza sono state esaminate sia dai medici che dai ricercatori sociali. Alcune ricerche hanno suggerito che questo ritardo nell'avere figli potrebbe avere un impatto sullo sviluppo e sulla salute.

Impatto dell'età paterna avanzata

Mentre l'attenzione è spesso sul legame tra età materna avanzata e problemi alla nascita, alcune ricerche hanno indicato un calo dei livelli neurocognitivi tra i bambini statunitensi associati all'età paterna più anziana. Uno studio del 2009 ha suggerito che avere un padre più anziano era associato a sottili disturbi neurocognitivi durante l'infanzia e la fanciullezza.

Più vecchio era il padre, più forte era il legame tra età paterna e bassi punteggi dei test cognitivi. Al contrario, i bambini con madri più anziane avevano maggiori probabilità di ottenere punteggi più alti nei test di capacità cognitiva.

Sebbene da tempo si creda che gli uomini possano continuare a generare figli fino alla vecchiaia senza conseguenze reali sulla salute dei loro figli, ricerche più recenti suggeriscono che questo potrebbe semplicemente non essere vero. Vi potrebbe essere infatti un maggior rischio di autismo.

Tuttavia, sebbene l'età paterna più elevata è collegata ad effetti sulla salute dei bambini e sia aumentata negli ultimi decenni, i ricercatori non ritengono che rappresenti un grave problema di salute pubblica.

Impatto dell’età materna avanzata

In merito alle conseguenze dell'età materna sui livelli di salute del bambino, la preoccupazione biologica più ovvia è che l'aumento dell'età sia associato a problemi alla nascita, a un aumento del rischio di parto prematuro e un basso peso alla nascita del neonato.

Tuttavia, gli studi suggeriscono anche che potrebbero esserci altri problemi di salute associati a una giovane maternità. Uno studio su larga scala ha rilevato che erano le giovani madri di età inferiore ai 25 anni ad avere figli con livelli di salute peggiori in termini di altezza, obesità, salute auto-valutata e condizioni di salute diagnosticate.

Impatto sulla salute psicologica

Ci sono chiare preoccupazioni biologiche associate all'età dei genitori e all'impatto sulla salute fisica dei bambini. Ma per quanto riguarda l'impatto a livello mentale? Alcuni studi hanno esaminato l'impatto psicologico della gravidanza ritardata sui genitori e sui loro figli. Uno studio, ad esempio, ha scoperto che la genitorialità ottenuta tramite la tecnologia di riproduzione assistita non era associata a impatti negativi sul benessere dei bambini.

Sebbene esistessero differenze tra le madri più giovani e quelle più anziane rispetto a vari fattori, i ricercatori hanno scoperto che non c’erano chiari vantaggi psicosociali per nessuna fascia di età materna in termini di effetti sul benessere del bambino. Lo studio ha anche scoperto che le madri più anziane tendevano ad avere uno stato di istruzione più elevato, un reddito più elevato e avevano meno probabilità di assumere comportamenti a rischio durante la gravidanza.

La salute dei genitori

Ma per quanto riguarda il potenziale impatto dell'età sulla salute dei genitori?

La ricerca suggerisce sempre più che l'età in cui le persone diventano genitori per la prima volta può effettivamente avere conseguenze sulla salute a lungo termine. Ad esempio, le donne che diventano madri durante la tarda adolescenza e all'inizio dei venti anni hanno un tasso di mortalità più elevato rispetto a quelle che lo diventano.

Altri studi hanno suggerito che avere un primo figlio intorno ai 22 o 23 anni ha un effetto dannoso sulla salute in età avanzata. Questa genitorialità precoce è stata anche collegata a tassi più elevati di depressione. Uno studio ha suggerito che tra il 16% e il 44% delle madri adolescenti soffriva di depressione.

I risultati relativi agli effetti della genitorialità successiva sulla salute mentale tendono ad essere contrastanti. Alcuni mostrano un legame tra l'aumento dell'età materna e gli effetti dannosi sulla salute più avanti nella vita. Alcune ricerche indicano anche un legame tra una prima nascita dopo i 35 anni e l'aumento della depressione.

Tuttavia, diventare genitore più tardi nella vita tende a consentire alle donne di raggiungere livelli di istruzione più elevati, stabilire una relazione a lungo termine e ottenere una maggiore sicurezza finanziaria. A questo complicato mix si aggiunge il fatto che la maternità più avanzata è associata ad un aumento delle complicazioni mediche come la pre-eclampsia, l'ipertensione e il diabete gestazionale, alcune delle quali possono avere conseguenze di lunga durata sulla salute.

20210429 età 1a

Al di là delle potenziali ramificazioni biologiche dell'avere figli in età avanzata, quale effetto potrebbe avere l'età sugli stili genitoriali?

Un piccolo studio ha rilevato che tra i genitori che hanno avuto il primo figlio dopo i 40 anni, la maggior parte credeva che il momento migliore per diventare genitore fosse da cinque a dieci anni prima. È interessante notare che la maggior parte dei genitori di età superiore ai 40 anni continuava a sostenere che essere un genitore più anziano aveva più vantaggi che svantaggi. Tuttavia, l'80% delle madri e il 70% dei padri ha affermato che l'età ottimale per avere figli era nel corso dei trent’anni.

La maggior parte dei genitori anziani ha suggerito che il loro più grande vantaggio era essere più preparati emotivamente per essere un genitore. Alcuni hanno affermato che essere più grandi li ha resi più consapevoli di sé, sicuri di sé, resilienti, determinati, maggiormente in grado di offrire supporto e più capaci di comunicare con un figlio.

“So di essere molto più consapevole di me stesso rispetto a 20 anni fa. Mi sento come se fossi in una posizione migliore per comunicare meglio con mio figlio e aiutarlo di più nella vita e capisco come essere un genitore solidale e incoraggiante” ha spiegato uno dei padri che hanno preso parte allo studio.

Alcuni altri vantaggi citati dai genitori che hanno preso parte allo studio includevano un maggiore successo professionale, sicurezza finanziaria, relazioni sociali più forti, maggiore flessibilità sul posto di lavoro e più tempo.

Questo non vuol dire che essere un genitore anziano sia tutto rose e fiori. Essere un genitore anziano aveva i suoi vantaggi, suggerivano alcuni di questi partecipanti, ma c'erano anche notevoli insidie. Alcuni genitori hanno suggerito che se avessero potuto, avrebbero avuto i loro figli intorno ai 30 anni per i seguenti motivi: più energia fisica (i genitori più anziani potrebbero pensare di non avere l'energia per stare al passo con i loro figli sempre in movimento); fertilità e preoccupazioni per la durata della vita. Alcuni genitori hanno anche menzionato le difficoltà nel concepire, le preoccupazioni di vivere abbastanza a lungo da crescere i loro figli e le preoccupazioni di avere meno figli di quanto volessero come principali svantaggi per diventare un genitore più anziano.

I trent’anni sembrano il miglior compromesso

Per molti intervistati, i trent’anni rappresentavano una sorta di via di mezzo tra le potenziali insidie ​​e i vantaggi della genitorialità precoce rispetto a quella più avanzata.

L’essere genitori di 30 anni riflette un compromesso che massimizza i vantaggi finanziari ed emotivi della genitorialità più avanzata, riducendo al minimo i rischi di infertilità legata all'età, dimensioni della famiglia inferiori a quelle desiderate, mancanza di energia, minore durata della vita trascorsa con i figli, e il potenziale di stigma legato all'età.

Impatto sul comportamento dei bambini

In uno studio del 2017 pubblicato sul Journal of the American Academy of Child and Adolescent Psychiatry, i ricercatori hanno valutato i dati raccolti su oltre 15.000 coppie di gemelli. Sono stati esaminati i modelli di sviluppo relativi alle abilità sociali, inclusi comportamento, problemi dei pari e abilità sociali. I ricercatori hanno anche confrontato l'impatto dell'età dei genitori con fattori genetici e ambientali.

Ciò che i ricercatori hanno scoperto è che i padri alle due estremità dello spettro di età, molto giovani o molto vecchi, al momento del concepimento erano collegati a diversi modelli di sviluppo sociale nei loro figli. L'analisi dei dati ha inoltre rivelato che la maggior parte di queste differenze potrebbe essere collegata a fattori genetici piuttosto che a quelli ambientali.

I bambini nati da padri di età inferiore ai 25 anni o di età superiore ai 51 anni tendevano a mostrare comportamenti più prosociali all'inizio dello sviluppo, ma rimanevano indietro rispetto ai loro coetanei nati da padri di mezza età quando raggiungevano l'adolescenza.

"I nostri risultati rivelano diversi aspetti importanti di come l'età paterna al concepimento può influenzare la prole" hanno spiegato gli autori dello studio. "Abbiamo osservato quegli effetti nella popolazione generale, il che suggerisce che i bambini nati da padri molto giovani o più anziani possono trovare situazioni sociali più difficili, anche se non soddisfano i criteri diagnostici per l'autismo.

"Inoltre, l'accresciuta importanza dei fattori genetici osservati nella prole di padri anziani, ma non molto giovani, suggerisce che potrebbero esserci diversi meccanismi dietro gli effetti a questi due estremi dell'età paterna. Sebbene i profili comportamentali risultanti nella loro prole fossero simili, le cause potrebbero essere molto diverse ".

Allora, qual è il consenso sull'età migliore per essere un genitore? Chiaramente, molti fattori contribuiscono a plasmare il modo in cui i bambini si sviluppano nel corso della nascita fino all'età adulta, ma la genitorialità è una delle influenze più primarie e prevalenti. Essere genitori a qualsiasi età ha la sua serie di vantaggi e sfide, e anche i fattori che sono unici per la situazione e il background di ogni genitore giocano un ruolo critico.

Diventare genitore alla fine degli anni fertili - nei primi vent’anni o ben oltre i quaranta - può presentare il maggior numero di svantaggi in termini di rischio sia biologico che psicosociale.

Ci sono tendenze che suggeriscono che i giovani genitori possano avere più energia per stare al passo con i bambini impegnativi, ma la loro prole potrebbe sperimentare uno sviluppo sociale ritardato e i giovani genitori potrebbero essere più inclini alla depressione. I genitori più anziani possono trarre vantaggio dall'esperienza e dalla conoscenza, ma possono anche affrontare alcuni rischi maggiori, tra cui potenziali sottili ritardi neuro-cognitivi nei loro figli.

Indipendentemente dall'età in cui si sceglie di diventare genitore, essere consapevoli delle potenziali sfide che si devono affrontare potrebbe aiutare a essere più preparati ad affrontare le molte prove e ricompense che derivano dall'avere figli.

Tale conoscenza può anche aiutare a massimizzare i benefici della propria età, come avere più esperienza come genitore anziano o più energia come giovane genitore, mentre si prendono provvedimenti per superare eventuali debolezze che potrebbero influenzare il proprio stile genitoriale e il sano sviluppo dei propri figli.

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Accetto Termini e condizioni d'uso

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

logo sharewood

logo SPIAZZA ok

Master accompagnare al futro 1

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca