Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Forse hai un compagno che si preoccupa sempre di aver lasciato l’asciugacapelli acceso - anche se si ricorda di averlo scollegato anche questa mattina. Oppure potresti avere un amico che ama contare le cose - cassette postali, crepe nel marciapiede, lampioni. O forse il tuo partner ti ha confidato avere pensieri intrusivi e fastidiosi che non riesce a trascurare, sebbene ci provi con grande energia.

20170504 ossessivo

C'è una buona probabilità che queste persone abbiano un disturbo ossessivo-compulsivo , o OCD (una malattia del comportamento di origine cerebrale che colpisce circa il 2-3 per cento della popolazione). Lo afferma Jeff Szymanski, uno psicologo clinico e direttore esecutivo della Fondazione Internazionale OCD. Se non si sa molto sul OCD, dice il professor Szymanski, si rischia di essere offensivi, ignoranti o sprezzanti, invece di curiosi, utili o empatici nei confronti di chi ne soffre.

Ecco alcune frasi alle quali, secondo lo studioso, bisognerebbe pensare due volte prima di dirle a un amico, a un familiare o un conoscente con OCD:


"Non preoccuparti, anche io sono un po’ OCD a volte"

Forse non ti è mai stato diagnosticato un OCD – tuttavia anche tu potresti, in qualche modo, fissarti costantemente su un certo pensiero, o sul bisogno di assicurarti che tutto intorno a te sia proprio come deve essere. Essere ossessivo-compulsivi  riguardo alle cose è normale, dice Szymanski. Tuttavia, essere inclini ad analizzare le cose o essere esigente sull'ambiente circostante non è avere un OCD - è solo un tratto della personalità.

Secondo gli esperti, l'OCD si riferisce a pensieri spesso sconvolgenti o a ossessioni che causano ansia estrema in un individuo – il quale poi cerca di alleviare quest'ansia impegnandosi in rituali o comportamenti noti come compulsioni. Tutti fanno esperienza di pensieri ossessivi e reagiscono con un comportamento compulsivo corrispondente.

Tuttavia le persone con OCD ne fanno esperienza in modo tanto intenso da sentirsi mentalmente e / o fisicamente a disagio. Spesso si dedicano a rituali con l’obiettivo di far andar via quei pensieri o sentimenti indesiderati che li fanno star male - non perché godano nell’esecuzione di tali rituali – e, per quanto lo vorrebbero, non riescono sempre a controllare queste azioni.

"OCD è quando questi pensieri, sentimenti e comportamenti si verificano  e ripetono a un livello tale da interferire pesantemente con la capacità di una persona di partecipare alle ordinarie attività quotidiane " sostiene Szymanski. "Non si può andare al lavoro, non si può dormire e non è possibile impegnarsi nelle relazioni interpersonali nel modo in cui si vorrebbe."

Quindi se pulite per ore la casa perché vi piace farlo, non avete un OCD. Ma se ci si dedica per intere giornate alla pulizia perché si sta cercando di cancellare cattivi pensieri e sentimenti, questo potrebbe essere un segno di OCD. E se si sta paragonando il proprio comportamento a quello OCD per entrare in empatia con qualcun altro o perché si sta semplicemente scherzando sulle proprie fissazioni, questo atteggiamento può essere percepito come insensibile e banalizzante a coloro che effettivamente hanno la malattia, dice Wilson Freeman , un fotografo di 31 anni, di Baltimora che soffre di OCD.

"Se non hai un OCD, non confrontare le tue esperienze a quel disturbo ", dice Freeman. "È come sostenere: ‘Io so cosa vuol dire’. Ma se non hai il disturbo, non puoi sapere cosa voglia dire".

20170504 ossessivo 2


"Non sembra tu abbia un OCD."

"Qualcuno con OCD sembra del tutto normale esteriormente," dice il Dott Wayne Goodman, uno psichiatra a capo della divisione di Tic, Disturbi ossessivo compulsivo e disturbi correlati al Mount Sinai Hospital di New York. "La gente pensa:  'Come potrebbe qualcuno che sembra così razionale e normale essere afflitto da tutte quei ridicoli pensieri e comportamenti ossessivi?"

Chiunque - maschio o femmina, giovane, adolescente o anziano - può avere OCD. E solo perché qualcuno è una persona efficiente o di successo non significa che ne sia immune.


"Vuoi venire a pulire casa mia?"

Un malinteso circa l’OCD è che coloro che lo hanno siano ossessionati  dalla pulizia e dai germi, e che si dedichino in modo compulsivo alla pulizia o al lavaggio delle mani. Ma esistono anche molte altre ossessioni e compulsioni.

La scrupolosità, per esempio, è una forma di OCD nella quale gli individui diventano iper-vigili verso pratiche, obblighi e riti religiosi o morali. Di conseguenza, pregano molte volte al giorno o esagerano il valore di un sacramento. Alcune persone con OCD fanno esperienza di pensieri indesiderati che sono occasionalmente anche di natura sessuale e violenta. Tali pensieri non significano che le persone che li hanno siano devianti, o che li metteranno in atto. Ma possono causare grande angoscia e spingere chi li ha in ulteriori atteggiamenti compulsivi.

Altre ossessioni tipiche vanno dal perfezionismo al perdere il controllo per causare danni a se stessi o agli altri. Compulsioni più comuni comprendono il conteggio, il toccare le cose o se stessi in modo ripetitivo o il desiderio di controllo su cose che potrebbero apparire irrilevanti o minori, ma comunque tali da ispirare grande preoccupazione: “Quella cosa che ho sentito sotto le ruote, non era in realtà una persona?”,
“Ho lasciato il fornello acceso, la porta di casa aperta?”

Sono elucubrazioni che possono impedire alla gente di uscire di  casa per giorni, dice il Dr. Michael Jenike, fondatore e direttore medico dell'Istituto OCD al McLean Hospital di Belmont, Massachusetts. Nei casi più gravi, possono innescare la depressione o tendenze suicide.

"Se siete entrati in casa mia, non avreste mai potuto pensare che io abbia OCD" confida un paziente, il sig, Freeman, i cui comportamenti compulsivi si incentrano sulla pulizia di superfici appiccicose o sulle mani sporche. "L'ironia è che molte persone con disturbo ossessivo compulsivo ... sono piuttosto disordinate, perché vengono sopraffatte dalle cose, è facile evitare le cose da fare se non si sa come affrontarle. Questo crea un circolo vizioso che è in sé pericoloso - che ci rende ancora meno capaci di affrontare tale situazione".

20170504 ossessivo 4


"Ti stai comportando in modo irrazionale"

Se avete un OCD sapete bene i pensieri che avete  provato – o i comportamenti che avete messo in atto - erano irrazionali. Ma questo non li fa apparire meno reali, sostiene Grae, un ventitreenne laureato con OCD che ha rifiutato di fornire il suo cognome.

È difficile allontanarsi da un comportamento ossessivo.  È qualcosa che non piace fare ma che si deve fare. Fino a quando lo si fa, forse non si sarà in grado di smettere di pensarci, o forse si pensa che qualcosa di brutto potrebbe accadere, se si smettesse. Forse quei pensieri e quei sentimenti faranno male fisicamente o ti faranno sentire ammalato.


"Perché non riesci semplicemente a smettere?"

Molte persone con OCD sono consapevoli dei loro comportamenti e sono in grado di nasconderli ad amici e familiari. Aspetteranno di essere nella privacy della propria casa per dedicarsi a rituali o comportamenti compulsivi. Oppure andranno in vacanza, e improvvisamente i loro sintomi spariranno una volta che si troveranno al di fuori dello stress della vita quotidiana . E allora perché, si domandano spesso amici e familiari, non possono semplicemente  fermarli?

Non è così facile, risponde Szymanski.  "Le strategie di soppressione dei pensieri ossessivi hanno un effetto paradossale per tutti noi" dice. "Cercando di eliminarli, facciamo maggiore esperienza di quei pensieri, che aumentano in frequenza e intensità."


"È tutto nella tua testa"

Gli esperti non sanno esattamente cosa provochi un disturbo ossessivo compulsivo. Tuttavia, dicono che esiste una forte evidenza che si tratti di una malattia del cervello. Gli studi indicano che ci potrebbe essere una predisposizione genetica per un OCD. Infezioni e trauma cranici sono legati allo sviluppo di OCD, così come fattori di vita e circostanze ambientali. Dal momento che un OCD ha molto probabilmente un fondamento biologico, non bisogna accusare qualcuno che ne soffra di immaginarselo o addirittura di crearlo.


"È solo un capriccio, un tic. Non è nulla di grave"

"Molte persone pensano che un OCD sia una cosa banale o frivola" dice Goodman. "Alcuni dei sintomi potrebbe sembrare un'esagerazione di stranezze normali, quindi è facile non prenderlo sul serio. Spesso i pazienti all’interno di un gruppi di sostegno cercano di avere senso dell'umorismo rispetto al disordine. Ma i sintomi, mentre sembrano strani dal di fuori, sono molto gravi per la persona che ne è afflitta. Il disturbo consuma la loro vita, controlla quello che fanno e interferisce con la loro capacità di lavorare o avere una normale vita sociale."

20170504 ossessivo 3a


"Rilassati"

"Qualcuno una volta mi ha detto di provare lo yoga per alleviare i miei sintomi”, ricorda Taylor Miller, 25 anni, un laureato di Newark, cui è stato recentemente diagnosticato un disturbo ossessivo compulsivo. "Ho praticato lo yoga e ho pensato : ok, tutto questo è bello, ma non riuscirà a sistemare la mia vita".

Mentre le tecniche di rilassamento possono aiutare a calmare l'ansia che deriva dai pensieri ossessivi, non sono in grado di trattare i sintomi di OCD o di farli andare via, dicono gli esperti. Quindi non bisogna suggerire a qualcuno che fare jogging o meditazione aiuterà a curare il disturbo.

"Il rilassamento è molto importante, ma non toglie il fatto che il mio cervello mi attacca", dice Miller. "Non ci sono tecniche di respirazione che impediscano al mio cervello di fissarsi su un errore di battitura che ho fatto in un documento".


"Hai solo bisogno di imparare a conviverci"

Avendo un OCD, si potrebbe semplicemente cercare di abituarsi ad esso e andare avanti. Non è così? Non necessariamente. Esistono possibili trattamenti. Dire a qualcuno di "semplicemente accettare" la malattia può sia prolungare la sua sofferenza, sia bloccarlo nel cercare aiuto, dicono gli esperti. In effetti, secondo l'OCD International Foundation, alcune stime indicano che possono occorrere anche a 14 o 17 anni dalla comparsa dei sintomi per raggiungere una diagnosi e un trattamento adeguati.

Diversi farmaci possono alleviare i sintomi del disturbo ossessivo compulsivo, così come può farlo una terapia. I medici usano una forma di terapia cognitivo-comportamentale chiamata “esposizione e prevenzione della risposta” per il trattamento dei disturbi d'ansia, disturbi ossessivo - compulsivi e fobie.

I terapisti chiedono alle persone con OCD di mettersi in situazioni che scatenano le loro ossessioni e i loro sentimenti - ma di astenersi dal porre in atto comportamenti compulsivi. Una volta che imparano a lasciare i pensieri o i sentimenti da soli, scoprono che si dissipano per conto proprio.

Naturalmente, non con tutti funziona  e non tutti vogliono aderire agli stessi trattamenti. Ma il piccolo gesto di ottenere aiuto, non importa quale forma assuma, può essere quello che cambia la vita, dice Miller, cui sono stati recentemente prescritti farmaci per il suo disturbo ossessivo compulsivo. Non aveva mai cercato un trattamento per la sua condizione, perché: "Ero piuttosto efficiente nella mia vita " dice.

"Ho pensato: 'Beh, ci sono persone che stanno veramente lottando.' Ma subito dopo aver preso il farmaco, ho notato una differenza come dalla notte al giorno", dice Miller.

"Ero abituato a pulire e spolverare la mia scrivania prima di lavorarci ogni giorno. Non avevo mai notato che si trattava di un rituale.  Ora sono in grado di sedermi e scrivere, senza dover spostare nulla o fare la polvere o pulire. Sembra una piccola cosa, ma per me non lo è”.

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

Master accompagnare al futro 1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca