Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

Uno dei momenti più difficili che un genitore si trova ad affrontare, è quando sorprende i propri figli, magari ancora piccoli, a fumare.

20221114 quand 5

Parallelamente, se questa abitudine è già stata contratta da tempo, è straziante vedere i propri figli ormai diventati dipendenti da un’abitudine come quella del fumo, o del bere, sapendo bene quali danni faranno alla loro salute e al loro sviluppo.

Proprio per questo, aggiungendo la propria azione educativa a quanto già fanno molti insegnanti, già alle elementari, è sempre una buona idea spiegare i pericoli del fumo e dell’alcol ai figli fin dalla tenera età.

Tuttavia, se un giorno un genitore scopre d’improvviso, da qualche parte, i suoi ragazzi fumare o bere con gli amici, è normale e giusto che si preoccupi.

Gli esperti di genitorialità consigliano, anzitutto, che un comportamento saggio e lungimirante. Occorre far sapere in prima battuta ai propri figli che li si sosterrà e aiuterà a uscire da questo comportamento in fase iniziale o già diventato dipendenza, anziché renderli più agitati e vulnerabili con continui rimproveri o minacce.

Non minacciare o lanciare ultimatum

Gli esperti sottolineano che gli adolescenti sorpresi a fumare o bere hanno bisogno di buoni insegnamenti piuttosto che di rimproveri. Spiegano che i genitori dovrebbero prima ascoltare e capire a fondo il punto di vista dei ragazzi sul fumo e sul bere.

Fare terribili minacce o dare severi ultimatum non servirà a nulla ai ragazzi e potrebbe anche spaventarli al punto da intraprendere comportamenti tali da mettere a rischio la loro vita. Inoltre, anche punirli o isolarli dai loro amici è inefficace.

Scoprire perché stanno fumando o bevendo

I genitori devono confrontarsi e interrogare a fondo i loro ragazzi se scoprono che stanno diventando dipendenti da questi vizi, con l’obiettivo di scoprire le ragioni esatte per cui i loro figli vengono attirati dal fumo o dal bere.

20221114 quand 5a

Mentre alcuni adolescenti possono aver iniziato a fumare o bere solo per soddisfare la loro curiosità o per emulare gli adulti, altri potrebbero averlo fatto su pressione dei loro amici.

Disporre un piano educativo adeguato dopo l'”indagine”

Oltre a conoscerne le ragioni, è anche necessario sapere quando i propri figli hanno inizia a prendere l’abitudine di fumare o di bere. Dopo aver compreso bene i dettagli, si possono stabilire delle regole di base.

Dopo essersi seduti e aver sviluppato un confronto con i ragazzi, bisogna spiegare con chiarezza i pericoli per la salute fisica e mentale del fumo e dell’alcol, occorre escogitare e mettere in atto un piano per aiutarli ad abbandonare il loro comportamento di dipendenza. È fondamentale riuscire a conquistare il loro consenso, assicurandosi poi che le regole stabilite vengano nel tempo rispettate e nel modo giusto.

Richiedere l'aiuto di esperti sanitari, se necessario

La lotta per evitare o per uscire da una dipendenza è una delle cose più difficili, soprattutto quando si ha a che fare con ragazzi ancora giovani e vulnerabili.

Se si scopre di non essere in grado di stabilire come poter aiutare i propri figli a liberarsi dalla tentazione di questi vizi tanto diffusi, occorre rivolgersi senza esitazione a un medico o un terapeuta, esperti che possono essere una guida preziosa nel consigliare un trattamento adeguato al problema.