Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Le madri desiderano il meglio per i loro figli, ma cosa succede alle loro speranze e ai loro sogni quando loro figlio minorenne viene condannato per un reato?

20180718 aspirazioni 1

Un nuovo studio della Michigan State University pubblicato nel Journal of Research on Adolescence indica che le madri non perdono la speranza per il futuro e le possibilità dei loro figli - anche se vengono arrestati da minorenni minori.

"Le madri che hanno preso parte a questo studio avevano tutte aspirazioni alte per i loro figli, e mantenevano integri sogni e speranze per quello che i loro ragazzi raggiungeranno nella vita" ha spiegato Caitlin Cavanagh, assistente professore di giustizia penale presso la MSU. "Quello che è cambiato in loro, però, sono le loro aspettative sulla concreta realizzabilità di questi obiettivi".

Esiste un gran numero di ricerche su come i genitori influenzano i loro figli in riferimento agli obiettivi scolastici, condividendo con loro aspirazioni e aspettative, ha spiegato Cavanagh, ma è stato poco studiato come questo avvenga in relazione alla giustizia minorile.

Cavanagh ha parlato con oltre 300 giovani, detenuti per la prima volta, e con le loro madri nel corso di 36 mesi. Le coppie madre-figlio erano per lo più non bianche e abitatnti nelle aree metropolitane di Filadelfia, New Orleans e Orange County, in California, e le trasgressioni dei figli erano reati di livello medio-basso, come furti, aggressioni e atti di vandalismo.

Per determinare i livelli delle aspirazioni per i loro figli, o quello che desideravano per il loro futuro, Cavanagh ha posto alle madri una serie di domande su quanto fosse importante per loro vedere i figli finire il liceo, sposarsi, trovare un buon lavoro e così via.

Parlando alle madri delle aspettative, o di quello che pensavano fosse probabile che i loro figli ottenessero più avanti nella vita, Cavanagh ha fatto loro domande in relazione alle stesse questioni, ma ponendo la domanda in modo che dicessero quanto ritenevano probabile che un giorno potessero vedere i figli raggiungere questi obiettivi.

20180718 aspirazioni 2

Nel corso dei tre anni, le madri sono state intervistate subito dopo l'arresto dei figli e, di nuovo, qualche anno dopo per vedere se le aspettative e le aspirazioni fossero cambiate nel caso che i loro ragazzi avessero continuato a commettere reati.

"È stato particolarmente interessante rilevare che delle 317 madri intervistate, nessuna abbia risposto definendole come "poco importanti" quando si arrivava a parlare delle loro aspirazioni per i figli.

Nonostante il fatto che avessero commesso un reato, per le madri restava inalterata la fiducia nel fatto che i loro ragazzi potessero costruirsi un futuro positivo" ha spiegato Cavanagh.

"Sebbene le loro aspirazioni rimanessero le stesse, tuttavia, le loro aspettative sul fatto che queste aspirazioni sarebbero diventate un giorno realtà, sono diminuite a seguito del perdurare degli illeciti dei figli".

I risultati della ricerca di Cavanagh sono risultati più marcati per le madri dei ragazzi autori di reato di minore età. Ad esempio, la madre di un ragazzo di 13 anni che ha commesso un reato ha aspettative inferiori per suo figlio rispetto alla madre di un adolescente più grande.

"Per gli autori di reato più giovani, le aspettative delle madri sono diminuite più rapidamente in conseguenza del perdurare dei reati rispetto a quelle ai trasgressori più anziani, perché le madri temono che le porte della società si chiuderanno sulle opportunità per i loro figli, siccome stanno violando la legge già così giovani" ha detto Cavanagh.

"Se hai la reputazione del"cattivo ragazzo " fin da molto piccolo, è difficile da cancellare."

Tra le madri intervistate, quelle che provenivano da un contesto socioeconomico inferiore avevano aspirazioni più elevate per i loro figli rispetto alle controparti più abbienti.

"Gli obiettivi legati alla mobilità verso l'alto possono essere più importanti per le madri a basso reddito, che possono volere che i loro figli" vadano avanti "e cambino le circostanze in cui sono stati cesciuti" ha detto Cavanagh.

La fase successiva della ricerca è di testare la spirale al ribasso che le percezioni dei genitori possono influenzare i criminali minorenni.

"Se i figli che tornano a commettere reati sono consapevoli che le aspettative delle loro madri di conseguenza diminuiscono, questi ragazzi saranno indotti dalla sfiducia a continuare sulla strada dell'illegalità, cadendo nella recidiva?"

Non è difficile rispondere a questa domanda. Sapere che i tuoi genitori pensano che tu non abbia un futuro, può certo favorire un atteggiamento di indifferenza nei confronti dell’infrangere la legge" ha concluso Cavanagh.

Viceversa, la percezione della fiducia di un genitore può sostenere la scelta di dare la svolta a un destino che altrimenti potrebbe risultare già segnato.

 

I materiali della ricerca sono disponibili sul sito della Michigan State University.

Riferimento bibliografico:
Caitlin Cavanagh, Alissa Mahler, Elizabeth Cauffman.
How Does Juvenile Offending Relate to Mothers' Aspirations and Expectations for Their Sons?
Journal of Research on Adolescence, 2018

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca