Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Come si fa a identificare uno psicopatico? Non è facile, ma i ricercatori hanno fatto molti progressi nel rispondere a questa domanda.

20190730 psicopatia 1a

Sulla questione della psicopatia “positiva” è intervenuto recentemente il professor John Glynn, psicologo e autore di molte testate specialistiche e non.

È risaputo, spiega il professore, che gli uomini hanno maggiori probabilità di avere tendenze psicopatiche rispetto alle donne. Ad esempio, uno studio su una popolazione carceraria ha riscontrato che il 31% degli uomini soddisfaceva i criteri, rispetto al solo 11% delle donne .

La psicopatia ha un certo numero di dimensioni sovraordinate, tra cui l'impulsività egocentrica, la crudeltà e la tendenza a cercare un predominio impavido. La prima dimensione, l'impulsività egocentrica, è associata all'impetuosità, all’aggressivtà e al narcisismo.

La crudeltà è legata all'incapacità di provare importanti emozioni sociali come l'amore o il rimorso.

Gli psicopatici, che chiaramente mancano di empatia, sono in una condizione di svantaggio nelle loro relazioni sociali - o almeno così si pensa. Tuttavia, l'empatia richiede di prendere in considerazione i sentimenti degli altri, mettendosi nei loro panni, per così dire. Mettersi nei loro panni richiede energia. La "fortuna", per gli psicopatici, sta nel fatto che non è richiesto loro di mettersi al fianco o nei panni di nessuno, a meno che non si tratti di calpestare, piuttosto che affiancare, altre persone per ottenere quello che vogliono.

L'empatia si costruisce sulle emozioni che ne stanno alla base. Sebbene siano vitali per relazioni strette e significative, le emozioni spesso offuscano il giudizio. All'estremo, le emozioni possono effettivamente ostacolare la capacità di pensare in modo critico. Siamo nei tempi delle moltitudini ipersensibili, nei quali le emozioni offuscano costantemente il pensiero razionale.

Lo psicopatico, liberato dalle sue catene emotive, è ben attrezzato per agire in modo sfrenato e spietato. Questa è una brutta notizia per la società, ma non per lo psicopatico stesso, specialmente per uno divorato da pensieri di potere e prestigio.

Il dominio senza paura, la terza dimensione della psicopatia, è associata all'impudenza e al desiderio di influenza sociale. Contrariamente a quanto comunemente si crede, il “dominio impavido” presenta una serie di comportamenti socialmente adattivi. Dotati di un senso di equilibrio interpersonale e di desiderio di potere, mancanza di paura fisica e capacità di recupero emotivo, alcuni psicopatici possono anche fare grandi cose. Alcuni addirittura diventano eroi.

Uno studio del 2015, intitolato Successful Psychopathy, fa conoscere ai lettori un uomo di nome Forest "Tommy" Yeo-Thomas, un temerario nella vita reale. Impiegando una serie di travestimenti e documenti falsi, questa spia britannica della Seconda Guerra Mondiale evitava regolarmente la cattura da parte dei nazisti. Secondo gli autori dello studio, Yeo-Thomas una volta fece finta di essere un cadavere, viaggiando in una bara.

Conosciuto come "White Rabbit" dai suoi nemici, Yeo-Thomas una volta saltò da un treno in movimento. In un film da poco uscito con Liam Neeson, questo eroe (o antieroe?) a un certo punto strangola una guardia carceraria a mani nude. Quando Yeo-Thomas non era impegnato a strangolare i nazisti, si dedicava al sedurre belle donne.

20190730 psicopatia 1

La maggior parte delle persone, presumo – continua il dottor Glynn – non ha familiarità con la vita e i tempi in cui è vissuto Yeo-Thomas. Tuttavia, molti hanno familiarità con James Bond, la sua incarnazione immaginaria. Yeo-Thomas è stato l'ispirazione per l'eroe spavaldo, fissato con il sesso e bevitore compulsivo di Martini del romanziere Ian Fleming.

La spia della Seconda Guerra Mondiale è un caso tipico di quello che nella psicologia viene chiamato "psicopatico di successo". A differenza della psicopatia malevola, che spesso comporta atti criminali e un destino carcerario, lo "psicopatico di successo" sfrutta la sua oscurità per raggiungere il successo nella vita reale.

Gli "psicopatici di successo" evitano di infrangere la legge perché è "giusto"? No, evitano di infrangere la legge perché ha senso. Rifiutando i loro impulsi, o almeno incanalandoli in una direzione più vantaggiosa per loro, gli "psicopatici di successo" spesso occupano posizioni sociali di grande rilievo.

Quindi, che tipo di professioni attraggono gli psicopatici? La ricerca ha già mostrato che gli psicopatici si trovano prevalentemente in determinate professioni . Non sorprende che tendano a gravitare verso posizioni di potere: ad esempio amministratori delegati, alta direzione, chirurghi, avvocati, celebrità e politici.

Il legame tra politica e psicopatia è particolarmente interessante. Nel 2004, un gruppo di scienziati ha chiesto a 121 biografi presidenziali di valutare 42 presidenti degli Stati Uniti, fino a George W. Bush compreso, sui loro tratti di “impavido dominio” evidenziati prima e dopo la nomina, una delle tre dimensioni della psicopatia. I risultati hanno reso la lettura dell’articolo molto interessante. Secondo questo rapporto, il dominio senza paura era fortemente correlato con le prestazioni presidenziali generali, capacità di comando, la percezione acuta degli altri, la persuasività e, piuttosto prevedibilmente, la volontà di assumersi dei rischi.

Adesso, continua Glynn, sappiamo molto su chi  è probabile sia uno psicopatico, ma riguardo al dove se ne trovino in particolare? Ci sono alcuni posti in cui è più probabile che gli psicopatici siano numerosi e ne rovinino l'ambiente sociale?

Un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica Heliyon fornisce una risposta inequivocabile, per quanto riguarda gli Stati Uniti. Secondo gli autori, che hanno stimato la prevalenza della psicopatia in base ai “cinque maggiori” modelli della personalità (apertura, coscienziosità, disponibilità, estroversione e instabilità emotiva), Washington ha la più alta prevalenza di psicopatici.

Maestri nella truffa, manipolatori del più alto livello, ha senso che gli psicopatici si riversino in un'area degli Stati Uniti sinonimo di potere politico e influenza sociale.

Come ha scritto Jon Ronson, il famoso giornalista: "Gli psicopatici fanno girare il mondo... la società è un'espressione di quel particolare tipo di follia... Ho sempre creduto che la società fosse una cosa fondamentalmente razionale, ma se non lo fosse? E se fosse costruita sulla follia?”.

Il vecchio adagio dice che non siamo mai a più di un metro da un ratto. Forse la stessa cosa si può dire per gli psicopatici, conclude il dottor Glynn, aggiungendo ironicamente una citazione: "Tratta sempre tutti con rispetto. Non si sa mai chi è segretamente uno psicopatico".

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

Master accompagnare al futro 1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca