Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

In molte scuole, palestre, luoghi di aggregazione si accumulano oggetti, felpe, giacche, contenitori per il pranzo e così via, una pila di oggetti smarriti che cresce di tempo in tempo durante l'anno di attività. E, ogni volta, i genitori riforniscano di nuove attrezzature e vestiti i loro ragazzi, quando non riescono a recuperarli. Come si può far sì che un ragazzo riporti tutto da scuola o dalla palestra?

20191014 pile 3

"Per insegnanti e genitori è importante comprendere che le aree del cervello legate al funzionamento esecutivo non maturano fino a quando una persona non ha compiuto all’incirca i venticinque anni" spiega il dottor Mark Bertin, un pediatra comportamentale dello sviluppo.

Gli adulti tendono ad aspettarsi che gli studenti delle scuole superiori mostrino un certo livello di responsabilità, cosa che richiede capacità di funzionamento esecutivo come la pianificazione, l'organizzazione e la memoria, elementi che per alcuni potrebbe costituire un bell’esercizio per lo sviluppo.

Gli adolescenti con disturbo da deficit di attenzione e iperattività tendono ad avere grandi difficoltà con la funzione esecutiva, ma gli esperti sostengono che le strategie a loro destinate possono aiutare anche gli altri ragazzi, con o senza quella diagnosi, a evitare di far finire le loro cose tra gli oggetti smarriti.

Bertin, autore di Mindful Parenting for ADHD, ha spiegato che il funzionamento esecutivo è un percorso di sviluppo come il linguaggio, inizia nella prima infanzia e cambia nel tempo. "La parte del cervello che ha a che fare con la gestione della vita pratica è quella che matura per ultima".

"Spesso c'è la convinzione che gli adolescenti debbano capire le cose completamente da soli, ma il funzionamento esecutivo è come le altre abilità, e talvolta gli adulti devono aiutare gli adolescenti ad apprenderla".


Assumersi la responsabilità

Gli adulti possono predisporre un “piano” per aiutare le capacità del ragazzo; perché un’eventuale soluzione sia efficace, tuttavia, è necessario che lui voglia davvero partecipare e impegnarvisi.

"Quando sono gli adolescenti a creare il loro proprio piano d’azione, si sentono coinvolti in esso e hanno maggiori probabilità di seguirlo" spiega Susan Pinsky, esperta di disturbo di attenzione / iperattività.

Il professor Bertin suggerisce ai genitori di dare ai figli adolescenti la possibilità di escogitare le proprie routine e di intervenire solo in caso di problemi ricorrenti. Se si vuole evitare di litigare ma solo rinforzare una routine di comportamento, consiglia Bertin, si può eventualmente stabilire delle ricompense.


Fare attenzione

"Gli adolescenti devono prestare attenzione" sottolinea Krystal L. Culler, esperta di memorizzazione. "Può sembrare semplice, ma è il primo passo fondamentale per la memoria. Se non stai facendo attenzione a dove hai posato un oggetto, il tuo cervello non elabora le informazioni per memorizzarlo nella tua memoria".

Il dottor Damon Korb, un pediatra comportamentale dello sviluppo, spiega che: "Spesso il problema è che le informazioni non vengono mai registrate in prima battuta".

La ricerca mostra che un modo per prestare attenzione è evitare il multitasking. Ai nostri cervelli manca la capacità di svolgere due o più compiti contemporaneamente.

"È più probabile che si verifichino errori quando la nostra mente è impegnata a pensare a qualcos'altro. Se metti giù la giacca mentre stai parlando con i tuoi amici, potrebbe essere difficile ricordare dove l’hai messa".

20191014 pile 4


Creare routine e abitudini

"Se si dà a ogni cosa un posto, non la si perde" dice Korb. “Quando ero più giovane, non trovavo mai le chiavi della macchina. Poi mi sono sposato e mia moglie ha messo un cestino vicino alla porta per le chiavi della mia auto e non le ho mai più perse ”.

Formare routine e abitudini aiuterà gli adolescenti a tenere traccia delle loro cose e a limitare i "difetti" della memoria. Se si prende l’abitudine di esaminare l’area del proprio ufficio, per fare un esempio, si noterà subito dove si è lasciata la bottiglietta che ci si è dimenticato di prendere con sé.

Se un ragazzo sta pensando all’sms che ha appena ricevuto, potrebbe essere difficile per lui ricordare di prendere tutto il necessario per la scuola quel giorno.

Il dottor Korb spiega che se gli adolescenti sviluppano una routine di controlli da effettuare quando escono da un'aula, non perderanno nulla. Quando la campana suona, gli adolescenti dovrebbero chiedersi: "Il mio quaderno è nel mio zaino? Ho la mia bottiglia d'acqua? La mia matita è stata messa via?”, e via dicendo.

La dottoressa Pinsky raccomanda di usare tecniche mnemoniche per gli oggetti di cui si ha bisogno quando si lascia la casa o la scuola. Ad esempio, propone, si potrebbero elencare gli elementi cantando, usando la melodia di qualche canzone amata. 

Quando le persone sono organizzate, hanno meno probabilità di perdere oggetti. L'inizio dell'anno scolastico è il momento perfetto per gli adolescenti per creare sistemi organizzativi per il loro zaino, armadietto e stanza.

"Gli adolescenti perdono le cose perché hanno troppa roba di cui occuparsi, troppi impegni, procedure troppo complicate e una mancanza di routine da seguire" spiega la Pinsky.

Meglio prima sfoltire e riordinare, quindi utilizzare semplici sistemi organizzativi.

"Gli adolescenti dovrebbero usare solo un raccoglitore con tasche sul davanti e sul retro, e divisori anch’essi con tasche, in modo che possano facilmente cercare tra fogli e quaderni. È difficile tenere d’occhio e utilizzare efficacemente più raccoglitori."


Usare i colori

Se un ragazzo giovane adolescente in genere lascia fuori posto le bottiglie d'acqua, si può provare a utilizzare una bottiglia d'acqua con il colore brillante preferito.

La ricerca supporta l'uso del colore per aiutare l’attenzione e, se la bottiglia viene persa, il suo colore potrebbe rendere più facile l'identificazione all’interno di un mucchio di oggetti smarriti.

Così per altri oggetti "personalizzabili" con copertine, etichette, ecc.


Quando aiutare un adolescente

Cosa succede, cosa si dobrebbe fare, quando un adolescente dimentica gli oggetti a casa e chiede a un genitore di portarli a scuola?

"Penso che dipenda da dove si trova il proprio ragazzo da un punto di vista evolutivo" spiega il dottor Bertin.

Sperimentando conseguenze naturali, alcuni ragazzi potrebbero essere in grado di sviluppare un piano migliore per organizzare i propri impegni. Ma per altri la distrazione non ha a che fare con il non prendersi cura delle proprie cose ma con il non saper come fare”.

"Se un adolescente con disturbo d’attenzione dimentica ripetutamente i compiti e l'insegnante abbassa i suoi voti senza offrire una soluzione per aiutarlo a ricordare, allora quell'insegnante sta punendo lo studente per avere disturbi di attenzione" afferma Bertin. "Il voto più basso non lo aiuterà a essere meno distratto, dal momento che l’essere distratto fa parte del suo disturbo".

Altri sostengono che gli adolescenti devono imparare ad affrontare le conseguenze della loro dimenticanza e che il non avere conseguenze sui voti favorirà solo la loro dipendenza.

"Quando i genitori si prendono la responsabilità di ricordare tutto per i loro figli, i figli non esercitano quella capacità e diventano distratti e dimenticano più facilmente le cose".

“Il problema di portare a scuola oggetti dimenticati dai figli, specialmente se un ragazzo ha un problema cronico con l'organizzazione e la gestione del tempo, è che ogni compito dimenticato è un'opportunità per l'apprendimento e la comunicazione con gli insegnanti, che possono essere preziosi per aiutare gli studenti a inventare le proprie strategie per fare meglio la volta successiva".

"Alla fine” concludono gli esperti, “Questo dovrebbe essere il nostro obiettivo: aiutare i ragazzi a elaborare strategie per fare meglio, ed essere migliori, la prossima volta".

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

Master accompagnare al futro 1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca