Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

Avere genitori con elevate competenze e capacità intellettuali e esecutive può essere importante per il potenziale patrimonio cognitivo dei ragazzi, ma le differenze culturali e di contesto determinano un’influenza maggiore sul loro effettivo sviluppo.

20170426 funzioni 1

Uno studio innovativo condotto su ragazzi e genitori a Hong Kong e nel Regno Unito, realizzato dai ricercatori dell'Università di Cambridge Michelle R. Ellefson e Claire Hughes, rivela sensibili differenze culturali in riferimento a importanti abilità cognitive tra i partecipanti adolescenti, ma non tra i loro genitori. I risultati sono pubblicati all’inizio del mese di aprile 2017 da Psychological Science , una rivista della Association for Psychological Science.

"I nostri risultati hanno mostrato una notevole differenza tra gli adolescenti nel Regno Unito e Hong Kong quando si trattava di funzioni esecutive, scostamenti che possono contribuire a spiegare le sostanziali differenze nel successo scolastico tra i due gruppi" spiega la professoressa Ellefson.

"Tuttavia, queste differenze non si riscontrano per i loro genitori – il che porta alla domanda se queste differenze non possano scomparire o ridursi nel corso del tempo".

La ricerca suggerisce che le funzioni esecutive - in particolare le capacità cognitive di ordine superiore che usiamo per ragionare, pianificare, e adattarci alle circostanze mentre si sta esperendo una determinata situazione - sono collegate a molte conseguenze a lungo termine e vengono determinate da diversi fattori, tra i quali le influenze genitoriali e culturali.

I ricercatori hanno deciso pertanto di partire da un nuovo approccio per studiare queste funzioni esecutive, unendo una prospettiva evolutiva e una culturale all’interno di un unico studio.

20170426 funzioni 2

Un totale di 1.428 ragazzi e genitori di Hong Kong e del Regno Unito hanno portato a termine gli stessi quattro compiti, che sono stati progettati per misurare le funzioni e competenze esecutive relative alle capacità di controllo, alla “memoria di lavoro”, alla flessibilità e capacità di superarare un ostacolo, e alle competenze di pianificazione.

I risultati hanno rivelato che, in media, i ragazzi di Hong Kong avevano punteggi più alti di funzione esecutiva rispetto ai loro coetanei nel Regno Unito. Ad esempio, il punteggio medio nella funzione esecutiva per i ragazzi di 10 anni di Hong Kong è stato più o meno pari al punteggio medio fatto rilevare dai ragazzi di 12 anni del Regno Unito. Non è stata tuttavia riscontrata una sostanziale differenza tra i genitori di Hong Kong e quelli del Regno Unito.

Quando il team di ricerca ha confrontato le prestazioni attraverso le generazioni, ha trovato inoltre che i genitori tendono a rispondere con maggiore precisione rispetto ai ragazzi, ma agli adulti è occorso più tempo per produrre delle risposte precise. Il che significa che i genitori evitano gli errori rallentando l’esecuzione del compito.

Sia ad Hong Kong che nel Regno Unito, si è riscontrata una correlazione modesta ma significativa tra i punteggi ottenuti dai genitori e quelli dei loro ragazzi - genitori con elevate prestazioni di funzione esecutiva hanno mostrato maggiori probabilità di avere figli con prestazioni di alto livello. Tutavia questo elemento si diversifica successivamente nel corso della crescita, in modo anche molto rilevante.

Nell’insieme, la ricerca mette in evidenza i benefici della combinazione di molteplici prospettive teoriche all’interno di uno stesso studio, osservando le somiglianze e le differenze sia tra diverse culture, sia tra gruppi di persone differenti per età.

"Questo è il primo studio che realizziamo insieme e mostra quanto sia importante che gli psicologi dello sviluppo escano dai loro schemi strettamente riferiti all’età, per guardare ai temi di ricerca da una prospettiva più ampia" afferma la professoressa Hughes.

"I nostri risultati indicano che i contrasti culturali possono differire nella loro natura così come nella loro rilevanza nei diversi momenti del ciclo di vita di una persona" concludono i ricercatori, rimarcando quindi la decisiva influenza, a partire da un riscontro scientifico, dei fattori dl contesto educativo e formativo, oltre che culturale, nello sviluppo cognitivo dei giovani.


Riferimento bibliografico :

  1. Michelle R. Ellefson, Florrie Fei-Yin Ng, Qian Wang, Claire Hughes. Efficiency of Executive Function: A Two-Generation Cross-Cultural Comparison of Samples From Hong Kong and the United KingdomPsychological Science, 2017.