Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

I ricercatori che studiano il fenomeno del bullismo hanno scoperto che questa modalità di offesa e prevaricazione ha molte più forme di quello che sembra. In passato molti credevano che il bullismo fosse soltanto una forma di violenza fisica fatta di aggressività e insulti.

20201111 tenere 1

Esistono in realtà forme molte forme più sottili di bullismo e non tutti bulli sono uguali.

Ognuno ha uno stile diverso e utilizza tattiche differenti per intimidire e controllare le sue vittime. Alcuni ragazzi che fanno i prepotenti sono molto furbi riguardo al modo in cui attaccano il loro bersaglio, mentre altri sono decisamente aggressivi e pericolosi.

Un genitore e quindi importante non solo sapere quali tipi di bullismo esistano, ma anche quali compagni pericolosi un figlio potrebbe incontrare, in modo tale da essere pronto ad aiutarlo in qualsiasi situazione.

Bullismo fisico

Il bullismo fisico è la forma più evidente di bullismo. Si verifica quando i ragazzi per ottenere potere e controllo utilizzano delle azioni fisiche. I bulli fisici sono in genere più grandi, più forti e aggressivi dei loro coetanei. Il bullismo fisico si esprime attraverso la violenza.

A differenza di altre forme di bullismo, è facile da identificare. Essendo più individuabile è anche quello che ha ricevuto più attenzione dalle scuole rispetto ad altre forme più meno clamorose di bullismo.

Bullismo verbale

Gli autori del bullismo verbale utilizzano parole e discorsi per ottenere potere controllo sulla loro vittima. Usano insulti pesanti per sminuire, deridere e ferire. Scelgono i loro obiettivi in base al modo in cui gli altri ragazzi si mostrano, agiscono e si comportano. È purtroppo molto comune che i bulli verbali prendano di mira ragazzi con disabilità.

Il bullismo verbale è spesso molto difficile da identificare. Gli attacchi si verificano quasi sempre quando gli adulti non sono presenti e, di conseguenza, spesso si ritrovano con la parola di un ragazzo contro quella di un altro. Inoltre, molti ritengono che le cose dette non abbiano un impatto significativo su quelli che le subiscono, e dicono consigliano semplicemente alle vittime del bullismo verbale di ignorarlo. Invece il bullismo verbale dovrebbe essere preso molto sul serio. I ricercatori infatti hanno dimostrato che il bullismo verbale e l'insulto hanno gravi conseguenze e possono lasciare profonde cicatrici emotive.

Aggressività relazionale

L'aggressività relazionale è un tipo di bullismo subdolo e insidioso, passa spesso inosservato da genitori e insegnanti. A volte viene indicato come bullismo emotivo. L'aggressività relazionale è un tipo di manipolazione sociale in cui i giovani e gli adolescenti cercano di ferire loro coetanei o di sabotare la loro posizione sociale.

I bulli relazionali spesso ostracizzano altri ragazzi, li escludono da un gruppo, diffondono su di loro voci screditanti, manipolano situazioni, mettono in comune cose che sono state dette loro in modo confidenziale.

L'obiettivo di un bullo relazionalmente aggressivo è quello di incrementare la propria posizione sociale,  controllando un altro ragazzo.  Un adolescente che riceve un'aggressione relazionale viene preso in giro, insultato, ignorato, escluso, intimidito.

L'aggressività relazionale, sebbene sia particolarmente comune nelle scuole superiore, non si limita agli adolescenti ma riguarda anche gli adulti nei contesti di lavoro, dove si possono incontrare persone che mettono in atto pesanti forme di aggressività relazionale.

Cyberbullismo

Quando un adolescente utilizza Internet, uno smartphone o un'altra tecnologia per molestare, minacciare, mettere in imbarazzo o prendere di mira un altro ragazzo, attua quello che viene definito come cyberbullismo.

Esempi di cyberbullismo includono la pubblicazione di immagini offensive, le minacce online e l'invio di e-mail o messaggi offensivi. Poiché adolescenti e preadolescenti sono sempre connessi, il cyberbullismo è un problema crescente tra i giovani. Sta diventando sempre più diffuso perché i bulli possono molestare i loro bersagli con molto meno rischio di essere scoperti.

I cyberbulli spesso dicono cose che non hanno il coraggio di dire faccia a faccia. La tecnologia li fa sentire anonimi, isolati e distaccati dalla situazione. Per le vittime il cyberbullismo risulta particolarmente invasivo e sembra non avere fine. I bulli possono raggiungere sempre e ovunque, spesso stando al sicuro nella loro casa.

Bullismo sessuale

Il bullismo sessuale consiste in azioni ripetute, dannose e umilianti che prendono di mira una persona sessualmente. Viene attuato con insulti a sfondo sessuale, commenti e gesti volgari, contatti non voluti, proposte sessuali ed esibizione di materiale pornografico. Un bullo potrebbe fare un commento pesante sull'aspetto, l'attrattiva, lo sviluppo o l'attività sessuale di un coetaneo.

In casi estremi, il bullismo sessuale apre la porta alla violenza sessuale. Le ragazze ne sono spesso oggetto, sia da parte dei ragazzi che di altre ragazze. I maschi potrebbero toccarle in modo inappropriato, fare commenti volgari sul loro corpo o fare loro proposte. Le ragazze potrebbero definire le altre ragazze con insulti a sfondo sessuale, fare commenti offensivi sul loro aspetto, sul loro corpo o metterle in situazioni imbarazzanti.

Anche il sexting può portare al bullismo sessuale. Se una ragazza invia una foto a un ragazzo, questi potrebbe condividerla se poi si lasciano, facendola così diventare oggetto di bullismo sessuale. Alcuni ragazzi potrebbero persino vederlo come un invito esplicito a farle una proposta o ad aggredirla sessualmente.

Bullismo pregiudiziale

Il bullismo pregiudiziale si basa sui pregiudizi che gli adolescenti hanno nei confronti di ragazzi di diversa etnia, religione o orientamento sessuale. Questo tipo di bullismo può comprendere tutti gli altri tipi di bullismo. Quando si verifica il bullismo basato sui pregiudizi, i ragazzi prendono di mira altri che sono diversi da loro e li attaccano. Questo tipo di bullismo può diventare grave e può aprire la porta a crimini d'odio.

20201111 tenere 5


Tipi comuni di bulli

I bulli hanno stili, personalità, obiettivi e comportamenti diversi. Le loro motivazioni e i metodi del loro bullismo sono tutti differenti tra loro. Non tutti i bulli rientreranno precisamente in una certa categoria. Alcuni bulli appartengono a categorie diverse e alcuni potrebbero sembrare averne una tutta loro.

Bullo- vittima

Le vittime di bullismo spesso si ribellano dopo averlo subito. Praticano forme di bullismo ad altri più deboli di loro perché anche loro ne sono stati vittime. Il loro obiettivo di solito è riacquistare un senso di potere e di controllo sulle loro vite.

Questo tipo di bullo è molto comune. In effetti, un gran numero di ragazzi che maltrattano gli altri sono stati vittime di bullismo da parte dei coetanei. Il loro bullismo è un modo per vendicarsi del dolore che hanno provato. Altre volte il bullo-vittima proviene da una situazione di violenza domestica o ha subito abusi da un fratello maggiore. In questi casi, il bullismo è un comportamento appreso.

La maggior parte delle vittime di bullismo sono solitarie o si trovano sul fondo della “scala sociale” a scuola. Questo fatto si aggiunge al senso di impotenza e rabbia che provano. Di conseguenza, spesso appaiono ostili, il che può renderli impopolari. Questo, a sua volta, perpetua il circolo vizioso vittima-bullo .

Bulli ammirati

I bulli ammirati hanno un grande ego. Sono fiduciosi e condiscendenti. Di solito hanno un gruppo di “seguaci” e possono sentirsi come se governassero la scuola. Questi bulli si sentono in diritto di quello che fanno anche per la loro “popolarità”, per la loro forza fisica, per la condizione socioeconomica. Vivono grazie al potere fisico e al controllo che hanno sulle loro vittime e possono vantarsi del loro bullismo.

I maschi esercitano il bullismo in genere  attraverso atti fisici, le femmine in genere usano l'aggressività relazionale.

I bulli ammirati a volte sono i migliori atleti della scuola o vengono visti come quelli che in realtà esercitano il potere nella classe. Vivono dell'attenzione e del potere che ottengono dal loro comportamento. I coetanei spesso tollerano questo tipo di bullo perché preferiscono essere accettati da loro piuttosto che diventare loro vittime.

Bulli relazionali

Il bullo relazionale di solito è uno studente che ha un suo seguito a scuola. Gli piace decidere chi deve essere accettato e chi no. Ama escludere, isolare e ostracizzare gli altre. Molto spesso il bullo relazionale usa solo il bullismo verbale o emotivo per mantenere il controllo. In genere sono le ragazze a farlo.

I bulli relazionali mantengono il loro potere anche usando calunnie, pettegolezzi, insulti. In genere, prendono di mira gli altri perché sono gelosi o si sentono socialmente non accettati. Il mantenimento della “popolarità” è la ragione principale dell'aggressività relazionale. Il bullo relazionale farà di tutto per far parte del "gruppo".

Bulli seriali

Questi bulli sono sistematici, controllati e calcolati nel loro approccio. Genitori, insegnanti e adulti in genere potrebbero non avere idea di cosa sia capace un bullo seriale.

Questo tipo di bullo appare dolce, affascinante e carismatico alle figure autoritarie. Ma possono essere freddi e calcolatori e tendono a infliggere dolore emotivo alle loro vittime per lunghi periodi di tempo. A volte i bulli seriali usano il bullismo fisico, ma solo se possono essere sicuri di non essere scoperti.

I bulli seriali sono abili manipolatori e bugiardi e di solito sono falsi amici. La loro personalità dolce e simpatica è solo un altro modo per manipolare le situazioni a loro piacimento.

Sono in grado di distorcere fatti e situazioni per sembrare innocenti o per tirarsi fuori dai guai. In effetti, i bulli seriali sono spesso così abili nell'ingannare che le loro vittime hanno paura di parlare, convinte che nessuno crederà mai loro.

Bulli di gruppo

I bulli di questa categoria fanno parte di un gruppo e hanno una mentalità da branco quando sono insieme. Tendono a fare i prepotenti come gruppo, ma si comportano in modo molto diverso quando sono soli, anche quando si trovano da soli con la vittima. Di solito, i bulli di gruppo imitano il leader del gruppo e si limitano a seguirlo.

Poiché i ragazzi si sentono isolati dal resto del mondo quando sono in un gruppo, spesso si sentono liberi di dire e fare cose che altrimenti non farebbero. Si sentono anche meno responsabili delle loro azioni perché "lo fanno tutti". Questo è un tipo di bullismo molto pericoloso perché le azioni possono rapidamente degenerare e sfuggire al controllo.

Bulli indifferenti

I bulli indifferenti spesso non sono in grado di provare empatia. Di conseguenza, possono spesso apparire freddi, insensibili e distaccati e avere pochissimi rimorsi per quello che fanno agli altri. Questo tipo di bulli, sebbene meno comuni degli altri tipi, sono spesso i più pericolosi.

I bulli indifferenti fanno atti di bullismo per il puro piacere di vedere un'altra persona soffrire. Non vengono scoraggiati da azioni disciplinari. Inoltre, i bulli indifferenti sono spesso feroci e hanno profondi problemi psicologici che devono essere affrontati da un espero. Gli interventi che affrontano il bullismo “tradizionale” di solito non portano cambiamenti in questo genere di ragazzi. In questo caso si può rientrare nella patologia.

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Accetto Termini e condizioni d'uso

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

logo sharewood

logo SPIAZZA ok

Master accompagnare al futro 1

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca