Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Gli adolescenti possono "cogliere" gli stati d'animo dei loro amici e venirne influenzati. Gli stati d'animo negativi, purtroppo, sembrano essere più “contagiosi” di quelli positivi.

20210128 malumore 4

È quanto ha rilevato uno studio delle università di Oxford e Birmingham che ha analizzato il “contagio emotivo” tra gli adolescenti, per vedere l'impatto degli stati d'animo degli individui all'interno di un contesto continuativo e condiviso di relazione.

I ricercatori hanno scoperto che gli stati d'animo dei ragazzi diventano simili a quelli dei compagni con cui trascorrono molto tempo. Tuttavia, tra i ragazzi si verifica una “tolleranza” e accettazione anche di stati d'animo diversi. Gli adolescenti scontrosi e di malumore, infatti, non sono meno apprezzati e frequentati dei loro coetanei con una disposizione più solare.

La ricerca si è basata su due gruppi musicali che hanno coinvolto musicisti di età compresa tra i 15 e i 19 anni che hanno preso parte a tournée all'estero. Durante il corso del tour nell'estate 2018, ciascuno dei 79 partecipanti ha tenuto un diario che registrava gli stati d'animo quotidiani e le interazioni sociali.

Uno degli autori dello studio, il dottor Per Block, del Leverhulme Center for Demographic Science di Oxford, ha dichiarato: “Il nostro studio mostra in modo conclusivo che gli individui sono influenzati dal modo in cui si sentono gli altri intorno a loro. L'umore è contagioso e, sebbene sia gli stati d'animo positivi che quelli negativi vengano "colti" e assimilati, gli umori negativi risultano più potenti".

Questa la “brutta” notizia. Quella positiva è che lo studio ha scoperto che il tipo di umore di un ragazzo non ha determinato la sua “popolarità” all’interno del gruppo.

Sebbene un adolescente corra il rischio di cogliere e assumere il cattivo umore di un amico, può anche influenzarlo con il proprio stato d'animo più positivo e sollevarlo dal suo abbattimento.

"Ci auguriamo che questa nostra ricerca sia un passo avanti verso la comprensione del motivo per cui le persone cadono in stati d’animo negativo in modo prolungato, i fattori sociali che determinano il benessere emotivo negli adolescenti e, a lungo termine, come possa essere possibile fornire loro un supporto emotivo che porti a una migliore salute mentale".

20210128 malumore 4a

I risultati contraddicono la ricerca precedente che suggeriva che il buon umore è più contagioso di quello cattivo e che il cattivo umore è associato al ritiro sociale e all’isolamento. Quest'ultimo studio non ha mostrato alcuna prova che gli adolescenti che si sentono di pessimo umore si allontanino dagli altri.

Vivian Hill, vicepresidente della Divisione di psicologia dell'educazione e dell'infanzia della British Psychological Society, ha dichiarato: “Questo è un importante pezzo di ricerca, che utilizza una metodologia affascinante, in un momento di crescente preoccupazione per i bisogni e la qualità della salute mentale dei giovani.

“La ricerca attuale che esamina la salute mentale e gli stati dell'umore di adolescenti e giovani suggerisce che il livello di incidenza dell’umore negativo è molto più alto di quanto inizialmente previsto. Pertanto, dobbiamo essere consapevoli del contagio dell'umore e assicurarci che un adeguato supporto e servizi efficaci siano forniti alle scuole e alle comunità, in modo da offrire aiuto agli adolescenti che stanno vivendo stati d'umore negativi".

Il benessere emotivo degli adolescenti e dei giovani adulti è una fonte di grande preoccupazione tra i responsabili della salute e dell'istruzione, poiché la pandemia continua a interrompere e rendere irregolare l'apprendimento e i contatti sociali in gran parte del mondo.

"Questo studio solleva così tante domande in sospeso, specialmente nei tempi del Covid-19, come: cosa perdiamo quando l'interazione non è faccia a faccia, e cosa invece si conserva? E infine, se tutti stanno lottando e avendo difficoltà in questa situazione, potrebbe essere rischioso emotivamente connettersi con gli altri e potenzialmente "catturare" e assimilare il loro pessimo umore? "


Lo studio, Sharing the Load: Contagion and Tolerance of Mood in Social Networks, è stato pubblicato dall'American Psychological Association.

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Accetto Termini e condizioni d'uso

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

logo sharewood

logo SPIAZZA ok

Master accompagnare al futro 1

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca