Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

Questa lunga fase di emergenza ha fatto piombare tutti all’interno di un flusso continuo di notizie e informazioni, rendendo ancora più stressante quello che già in precedenza era lo stare al passo con aggiornamenti su eventi e situazioni negative, che in genere costituiscono la parte più importante dei notiziari.

20211203 danews 3

Le brutte notizie a volte sono la causa di un pessimo umore che dura tutta la giornata.

Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Psychological Research, praticare la mindfulness può servire come un “tasto di reset” quando ci si sente stressati dal flusso ininterrotto delle notizie, ripristinando una condizione di benessere interiore.

Farlo non comporta una profonda revisione delle nostre routine quotidiane: anche solo dieci minuti al giorno di meditazione possono essere utili.

Durante il mese di maggio 2020, i ricercatori hanno reclutato partecipanti alla ricerca che si trovavano principalmente negli Stati Uniti e in Canada, per presenziare a un corso di mindfulness di dieci giorni. A trentadue persone è stato chiesto di meditare per almeno dieci minuti al giorno sull'app per smartphone di mindfulness Headspace. Avevano la possibilità di scegliere quali meditazioni fare e potevano meditare per più di dieci minuti se avessero scelto di farlo.

Ai partecipanti è stato chiesto di riferire sulle loro emozioni, sintomi di depressione e ansia e consumo di notizie riferiti al COVID-19 all'inizio e alla fine dello studio. Hanno anche ricevuto richieste attraverso messaggi di posta elettronica quattro volte durante il giorno, cui dovevano rispondere riferendo come si sentivano e se avessero sentito o visto di recente notizie sul COVID-19.

I ricercatori hanno scoperto che i partecipanti che hanno completato il corso di formazione sulla mindfulness hanno riportato livelli più elevati di emozioni positive, sia alla fine dello studio che durante le valutazioni quotidiane. Inoltre, la mindfulness sembrava attenuare gli effetti negativi delle notizie sul COVID-19.

Durante i rilievi quotidiani, i partecipanti a un gruppo di controllo (che non hanno meditato) hanno riportato uno stato emotivo più negativo nel caso fossero stati di recente esposti a notizie sulla pandemia. Tuttavia, per i partecipanti che hanno completato la formazione sulla mindfulness, le loro emozioni nei rilievi quotidiani non sono stati influenzati negativamente dal flusso di notizie.

20211203 danews 3a

Perché la mindfulness ha aiutato i partecipanti a far fronte a notizie potenzialmente angoscianti?

Sebbene lo studio non abbia valutato direttamente questo, l'autore principale Julia Kam, professore associato di psicologia presso l'Università di Calgary e membro dell'Hotchkiss Brain Institute, suggerisce diverse possibili spiegazioni.

Una è che la mindfulness potrebbe migliorare la nostra capacità di tenere a freno le nostre risposte emotive e fisiologiche ai fattori di stress, in modo che le notizie abbiano meno probabilità di attivare il nostro sistema “combatti o fuggi”.

Un altro è che la mindfulness potrebbe aiutare a riprendersi più rapidamente dai fattori di stress; quindi, il sistema di risposta emotiva non rimane in uno stato di sollecitazione elevato per molto tempo dopo aver spento e disattivato la fonte delle notizie.

Naturalmente, se ci si sente particolarmente nervosi o distratti a causa di un flusso di notizie frenetico, dedicare del tempo alla meditazione potrebbe sembrare più facile a dirsi che a farsi.

La professoressa Kam spiega che sessioni di mindfulness più brevi possono essere una buona idea quando si è appena agli inizi e sottolinea l'importanza di assumere un atteggiamento gentile e indulgente verso se stessi se si vede che la propria mente vaga un po'.

Proprio come l'allenamento per una gara, spiega, la mindfulness ha bisogno di pratica: la propria mente può vagare più spesso all'inizio, ma con il tempo diventa più facile riportare una mente errante al momento presente.

In altre parole, non si tratta di diventare un esperto di mindfulness da un giorno all'altro; invece, gli autori dello studio spiegano che "anche brevi periodi di pratica quotidiana della mindfulness hanno la capacità di migliorare la propria esperienza emotiva all’interno di una situazione potenzialmente stressante come quella attuale.

Introdurre all’interno della propria routine domestica queste attenzioni e consigliare ai ragazzi, a partire dal proprio esempio dato come genitori, di praticare anche una breve sospensione quotidiana dalla sollecitazione ininterrotta delle notizie, può giovare al benessere personale e alla qualità delle relazioni.