Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

Un nuovo studio pubblicato sul Journal of Research in Personality fa luce su come lo sviluppo delle tendenze narcisistiche e dell'autostima sia correlato a fattori importanti nelle relazioni interpersonali, come l'aggressività indiretta, la gelosia e l'iper-competitività.

20211203 narciss 2 

"Il narcisismo comprende un senso di legittimazione, di superiorità e di bisogno di riconoscimento ed è fortemente legato al comportamento aggressivo" hanno spiegato i ricercatori Tracy Vaillancourt e Ann Farrell, rispettivamente professore ordinario presso l'Università di Ottawa e assistente professore alla Brock University.

“Quindi, il narcisismo non è irrilevante. Il narcisismo è anche legato a un fragile senso di sé, specialmente quando provocato. Pertanto, eravamo curiosi di sapere come il narcisismo e l'autostima si sviluppano congiuntamente durante l'adolescenza e come predica caratteristiche interpersonali come l'aggressività indiretta (esclusione dal gruppo dei pari, la tattica del silenzio, ecc.) nei giovani adulti”.

Per il loro studio, i ricercatori hanno esaminato i dati di oltre seicento individui canadesi del McMaster Teen Study, una ricerca longitudinale su bullismo, salute mentale e risultati scolastici iniziata quando i partecipanti erano in prima media e seguiti annualmente fino all'età di 23 anni.

Lo studio ha incluso valutazioni del narcisismo, dell'autostima, della gelosia, dell'aggressività, dell'iper-competitività e del valore auto-percepito del proprio fascino (ovvero quanto i partecipanti si percepivano attraenti come un partner di una relazione affettiva).

Il set di dati ha permesso ai ricercatori di esaminare come queste variabili cambiassero nel tempo all'interno dei soggetti in esame.

Utilizzando modelli di curva di crescita latente, Vaillancourt e Farrell hanno trovato tre traiettorie comuni per il narcisismo e l'autostima:

- Narcisismo che è iniziato a un livello alto all'età di 13 anni e lentamente è aumentato nella giovane età adulta; narcisismo moderato all'età di 13 anni e rimasto stabile; e il narcisismo che era basso all'età di 13 anni e che è lentamente diminuito e poi ha iniziato ad aumentare intorno ai 16 anni.

20211203 narciss 2a

- Autostima che è iniziata a un livello alto all'età di 13 anni ed è rimasta stabile; l'autostima che era moderata all'età di 13 anni e lentamente diminuiva; e l'autostima che era moderata all'età di 13 anni e poi è scesa a un livello basso prima di rimbalzare leggermente verso l’alto.

Il valore auto-percepito di sé come partner e l'aggressività indiretta tendevano ad essere più alti tra gli individui che seguivano un modello di narcisismo in forte aumento rispetto ad altri individui. Sono state tuttavia osservate alcune differenze tra individui narcisistici con un livello di autostima alto e stabile e individui narcisistici con un'autostima decrescente da moderata a bassa.

 “Abbiamo trovato due distinti modelli di sviluppo di narcisismo in forte aumento tra i 13 e i 19 anni; un piccolo gruppo di individui che ha seguito una traiettoria di alta autostima unita ad alto narcisismo e un altro piccolo gruppo di individui che ha seguito una traiettoria di bassa autostima unita ad alto narcisismo", hanno dichiarato le ricercatrici.

"L'appartenenza a entrambi i gruppi prevedeva un maggiore uso dell'aggressività indiretta all'età di 20 anni, ma il primo gruppo prevedeva anche l'iper-competitività mentre il secondo gruppo prevedeva anche la gelosia".

“Nel complesso, i nostri risultati evidenziano che dobbiamo promuovere l'autostima per uno sviluppo sano, ma senza gonfiare inavvertitamente queste percezioni fino al narcisismo.

È importante riconoscere che ognuno ha diversi punti di forza e di debolezza. Il confronto sociale è inevitabile, ma enfatizzare il processo di sviluppo personale rispetto al risultato potrebbe aiutare a facilitare un sano senso di autostima”.

“Gli studi futuri basati su campioni di dimensioni maggiori dovrebbero valutare se i nostri risultati vengono confermati. Comunque, non si possono trarre conclusioni causali sulle associazioni tra narcisismo, autostima e caratteristiche interpersonali" hanno affermato i ricercatori. I risultati dello studio possono tuttavia avere un buon valore orientativo per chi si occupa di relazioni educative con i giovani.