Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

Buongiorno e benvenuti, dopo la importante apertura del congresso di ieri, dopo i messaggi delle istituzioni territoriali e degli autorevoli rappresentanti della politica, dell'Autorità Garante Nazionale per l'infanzia e l'adolescenza, del CSM nostro organo di autogoverno, seguiti dalla profondità della" lectio magistralis" del professor Resta e infine dalla commozione suscitata dal coro dei bambini e dalla passione della loro insegnante, è con grande piacere che mi accingo a dare inizio ai lavori della seconda giornata del nostro 41 0 appuntamento AIMMF.

In una giornata fra l'altro molto importante, in cui si celebra la giornata internazionale contro la violenza alle donne e alle tante, troppe vittime, credo sia giusto dedicare un pensiero di profondo rispetto e cordoglio.

Sono tanti i pensieri che vorrei condividere con voi, ma prima di tutto mi preme rivolgere un sentito grazie:

  • a tutti coloro che hanno generosamente supportato il Comitato Organizzatore e contribuito a realizzare questo evento, guidati dalla Presidente Montaruli e dalla infaticabile capacità organizzativa, dal garbo e dall'equilibrio della delegata di zona sud dott.ssa Annamaria Casaburi;
  • alla Università di Matera che ci ospita in questa bella e confortevole sala e che, nella persona della sua Pro-rettrice, ha reso possibile uno stile di accoglienza certamente pregevole;
  • alla Regione Basilicata che ci ha generosamente sostenuti e supportati;
  • agli Enti che ci hanno offerto il loro pafrocinio e a tutti coloro che hanno materialmente contribuito alla realizzazione di questo evento;
  • alle massime Istituzioni che hanno accolto con partecipazione e interesse il nostro invito;
  • naturalmente ai prestigiosi relatori che ci regalano il loro tempo e la loro competenza; e infine a questa grande platea, che ha sfidato un viaggio piuttosto complicato per essere presenti e ritrovarci finalmente tutti insieme in una terra meravigliosa.

Clicca qui per leggere la relazione

AIMMF