Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

Gli studenti delle scuole superiori che hanno difficoltà a prestare attenzione in classe hanno maggiori probabilità di “imbrogliare” sulle loro capacità e sui loro apprendimento, cercando sotterfugi per riuscire a superare prove e compiti in classe.

20220126 cheat 2

È quanto emerge da un nuovo studio realizzato da ricercatori della Ohio State University, i quali hanno scoperto che la disattenzione portava all'iperattività negli studenti e le due cose insieme hanno contribuito a livelli più elevati di “imbrogli” nell’attività scolastica.

La questione è importante perché molti studenti con problemi di attenzione non ricevono una diagnosi ufficiale, come il disturbo da deficit di attenzione e iperattività o l'ADHD, ha affermato Eric Anderman, autore principale dello studio e professore di psicologia dell'educazione presso la Ohio State University.

"Gli studenti con diagnosi di ADHD ricevono molto supporto e aiuto a scuola, ma molti altri ragazzi con problemi di attenzione non vengono individuati e seguiti".

"Non ottengono l'aiuto di cui hanno bisogno che potrebbe aiutarli a fare meglio a scuola ed evitare di barare".

I ricercatori hanno studiato quasi novecento adolescenti di tre scuole pubbliche del Midwest, due suburbane e una rurale. I dati sono stati raccolti due volte dagli stessi studenti, a circa un anno di distanza.

Gli studenti hanno completato una valutazione standardizzata relativa alla disattenzione, con un test che ha richiesto loro di valutare quanto sentivano di avere difficoltà a prestare attenzione alle spiegazioni del loro insegnante, quanto erano smemorati, se avevano una capacità di attenzione breve e domande simili.

L'iperattività degli studenti è stata giudicata in base alle loro risposte a domande che valutavano se avessero problemi a stare fermi e se parlassero di frequente ad altri compagni.

Per stabilire il livello di “imbroglio”, gli studenti hanno indicato quanto sarebbe vero dire che hanno usato fogli nascosti da cui copiare quando hanno sostenuto i test, che hanno copiato le risposte di altri studenti e altre affermazioni simili.

I risultati hanno mostrato che gli studenti con livelli più elevati di disattenzione hanno riportato livelli più elevati di iperattività e gli studenti più iperattivi hanno riportato un tasso più elevato di inganni e sotterfugi per ottenere risultati positivi.

L'iperattività di per sé, tuttavia, non è risultata legata a ulteriori forme di “imbroglio”.

20220126 cheat 2a

"La disattenzione è il fattore determinante qui, il problema che porta a situazioni difficili in classe", ha detto Anderman.

"Lo studente non sta prestando attenzione, quindi si alza dal suo posto e ciondola attorno facendo scherzi. Quando si mettono insieme queste due cose, si ottiene una configurazione perfetta per ulteriori forme di mancata partecipazione e anche di imbrogli nel percorso scolastico".

Lo studio ha preso in considerazione un'ampia varietà di altri fattori che sono stati collegati all'imbroglio, tra cui depressione, difficoltà di apprendimento, genere, etnia, media dei voti e se gli studenti seguivano la procedura per ottenere i servizi di istruzione speciale - ma la disattenzione è rimasta ancora correlata all'imbroglio.

Inoltre, i ricercatori hanno anche esaminato quanto fossero indisciplinati gli studenti in classe, sulla base di quanto riferito dai loro compagni. Il risultato non ha influenzato il fatto che “imbrogliassero” o meno.

"Dopo aver tenuto conto della disattenzione e dell'iperattività, abbiamo scoperto che l’indisciplina non era correlata all'imbroglio. Non è questo fattore che guida i comportamenti volti a imbrogliare gli insegnanti" ha detto Anderman.

I tassi generalmente accettati di ADHD sono compresi tra il 7-9% degli studenti di età pari o inferiore a 17 anni. Gli studi suggeriscono, tuttavia, che fino a tre volte più studenti hanno problemi di attenzione o iperattività, ma non soddisfano i criteri per la diagnosi di ADHD o non sono mai stati valutati.

Ciò non significa che non abbiano bisogno di aiuto, ha sottolineato il professore Anderman.

"Esistono moltissimi programmi basati sulla ricerca e sull'evidenza che possono aiutare questi studenti che hanno problemi con l'attenzione a imparare ad autoregolarsi, ad imparare come essere un bravo studente".

"Se avessero accesso a questi programmi, potrebbero imparare in classe e non dovrebbero barare per proseguire nel loro percorso scolastico. Sono studenti che non stanno imparando a causa di problemi di attenzione che non possono superare da soli".


Riferimento bibliografico:
Eric M. Anderman, Richard Gilman, Xingfeiyue Liu, Seung Yon Ha.
The relations of inattention and hyperactivity to academic cheating
in adolescents with executive functioning problems.

Psychology in the Schools, 2022.