Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

Uno ragazzo su quattro ha avuto esperienza di dolori cronici e di disturbi mentali. Secondo un nuovo studio pubblicato dal Journal of Pain, l'insorgenza del dolore è spesso preceduta da disturbi mentali: un elevato livello di depressione, disturbi d'ansia e disturbi comportamentali superiori alla media si verificano prima della comparsa di mal di testa, dolore alla schiena e al collo.

20151209 vivere paura

Il report si basa sui risultati ottenuti dai ricercatori dell’Università di Basilea e della Ruhr-Universität Bochum, che hanno analizzato i dati relativi a circa 6.500 ragazzi provenienti dagli Stati Uniti.

I disturbi mentali e il dolore cronico hanno un effetto negativo sulla qualità della vita e sul benessere di coloro che ne sono colpiti e rappresentano un impegno enorme per il sistema sanitario. Gli studi sugli adulti hanno già dimostrato che i disturbi mentali e il dolore cronico spesso si presentano insieme.

Un gruppo di ricerca guidato dal professor Marion Tegethoff della Facoltà di Psicologia di Basilea ha studiato la frequenza e le modalità di manifestazione - e, soprattutto, in che ordine cronologico si presentano  - di queste connessioni nei bambini e negli adolescenti. Finanziato dal Fondo nazionale svizzero, il progetto ha analizzato un campione di popolazione rappresentativo degli Stati Uniti, composto da 6.483 giovani di età compresa tra 13 ei 18 anni.

Vivere nella paura

20151209 vivere paura 3
I ricercatori hanno scoperto che più di un quarto (25,9%) dei giovani aveva sofferto di dolore cronico e almeno un disturbo mentale nel corso della vita. Allo stesso tempo, hanno identificato le connessioni tra tutti i tipi di disturbi mentali analizzati (come i disturbi affettivi, disturbi d'ansia, disturbi del comportamento, disturbi indotti da sostanze e disturbi alimentari) e disturbi da dolore cronico (come il mal di schiena / collo e mal di testa).

L'insorgenza del dolore è stato spesso preceduta da disturbi mentali. Ad esempio, disturbi affettivi come la depressione si sono verificati in modo particolarmente frequente prima delle cefalee. Inoltre, i disturbi d'ansia spesso si sono verificati prima del dolore al collo e del mal di schiena, così come prima del mal di testa. Infine, disturbi comportamentali come disturbi dell'attenzione deficit / iperattività sono un indice di rischio per il mal di testa.

Poiché i dati analizzati derivano da uno studio interdisciplinare, non è stato possibile indagare se e come le cause dei disturbi mentali e del dolore cronico siano collegati l'uno all'altro. «Le connessioni temporali identificate nello studio possono dare solo indicazioni preliminari che i disturbi mentali potrebbero essere i fattori di rischio causali per il dolore cronico.

Studi futuri dovrebbero concentrarsi sull'identificazione dei meccanismi biologici e psicologici alla loro base, al fine di sviluppare approcci interdisciplinari per la prevenzione e il trattamento »,spiega il professor Marion Tegethoff, principale autore dello studio. Questo potrebbe portare a evitare precocemente le conseguenze negative a lungo termine dei disturbi mentali e la prevenzione del dolore cronico.


Riferimento bibliografico:
Marion Tegethoff, Angelo Belardi, Esther Stalujanis, Gunther Meinlschmidt. Comorbidity of Mental Disorders and Chronic Pain: Chronology of Onset in Adolescents of a National Representative Cohort. The Journal of Pain, 2015.