Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Laboratori, momenti di svago, assemblee, colloqui, riposo, pasti, uscite di piacere, scuola, lavoro, sport… Nei ritmi serrati della vita quotidiana di una comunità per adolescenti si sente spesso il bisogno di prendere il respiro e fermarsi.

20182307 GRT

A volte solo per poter assaporare la noia e imparare a gestirla. Altre volte per trovare il tempo di riflettere su temi che impregnano la vita degli ospiti di una comunità ma che vengono spesso trascurati per dar spazio allo scorrere della routine. Temi che appaiono sullo sfondo, che trovano sbocco in comportamenti, ansie e tensioni, ma che fanno fatica a trovare delle parole e dei momenti più strutturati di sfogo e condivisione.

Nella Comunità Terapeutica Rosa dei Venti(www.rosadeiventi.org) da quasi un anno abbiamo cercato di dare risposta a questa necessità, dedicandoci dei momenti di gruppo per fermarci un po’ a riflettere, li abbiamo intitolati “Gruppi di riflessione tematica” (GRT). Con questo termine intendiamo un gruppo di ospiti che, guidato da un operatore, condivide idee/riflessioni circa un tema che riguarda tutti i partecipanti.

La proposta di questi gruppi rispecchia in pieno il compito primario e la modalità operativa della nostra comunità, nello specifico l’obiettivo è: esplorare i vissuti individuali del tema proposto attraverso una modalità di riflessione gruppale, provando ad apprendere nuove modalità di azione.

Un aspetto tecnico molto importante da sottolineare è l’opera di ridefinizione lessicale che si va a compiere insieme agli ospiti, utile per “trovare le parole” adatte per descrivere ciò che si pensa e ciò che si prova. Il gruppo si riunisce periodicamente, in momenti che possano garantire la presenza dell’intero gruppo di partecipanti, per un totale di circa 5 incontri.

Compito dell’operatore è stimolare la riflessione, mediare gli interventi e tenere un report riassuntivo che permetta di mantenere il filo conduttore durante i diversi incontri. Il setting dell’incontro può variare dai diversi spazi della comunità a contesti esterni… A volte capita di riunirsi al bar davanti a una merenda per “addolcire” il momento di riflessione!

Ad oggi i gruppi affrontati hanno toccato diversi temi: adozione, relazione con i pari fuori dalla comunità, dimissione, mondo del lavoro, messa alla prova e progetto, solitudine, separazione come lutto e abbandono.

20182307 Grt 2

E., ospite di comunità, dice: “Io ho partecipato al gruppo di riflessione sul tema dell’adozione con altri due ragazzi adottati. L’operatore ha stimolato la discussione partendo dalla lettura di alcuni scritti. È stato un momento utile anche se è sempre difficile esporre le proprie fragilità, ma mi ha aiutato a riflettere sulla mia vita. Per me che ero appena arrivato in comunità è stato anche un modo per conoscere meglio gli altri ospiti e farmi conoscere.”

Un gruppo particolare che è strettamente legato all’identità della comunità riguarda il nostro simbolo: la Rosa dei Venti. Attraverso un gruppo di riflessione abbiamo esplorato inizialmente il tema dell’appartenenza e del viaggio (come Ulisse che ha vagato per anni prima di tornare alla sua Itaca), per poi andare a conoscere il significato dei punti cardinali che caratterizzano la Rosa dei Venti nelle diverse culture.

In un secondo momento abbiamo compiuto un’operazione di parallelismo tra i punti cardinali e gli spazi della comunità, cercando similitudini tra le emozioni che ogni stanza suscita e le caratteristiche dei punti cardinali: la socialità, l’introspezione, la rinascita, la nostalgia. Abbiamo poi creato delle targhette di legno con incisi i punti cardinali, per posizionarle all’interno della struttura.

E.: “Questo gruppo mi ha portato a riflettere di più sugli spazi in cui abitiamo, anche sulle stanze meno utilizzate. Abbiamo riconosciuto che ogni stanza ha un’identità e ti suscita un’emozione. Lo studio clinico per esempio l’abbiamo associato al Nord, perché è un luogo dove si riflette su sé stessi e dove emergono le paure e le nostre parti più buie.”

Adesso siamo pronti per proporre nuovi gruppi e nuovi temi di discussione, con la consapevolezza che è difficile coinvolgere gli ospiti adolescenti e aiutarli a raccontarsi, ma che li vivono come  momenti stimolanti ed utili per la loro crescita.

E.: “Ora sento il bisogno di affrontare argomenti nuovi. Capisco che è importante organizzare altri incontri per dedicarci a noi e ad altri temi di riflessione. Sento che il gruppo di riflessione è un momento molto delicato, per esempio avrei difficoltà a parlare di me con gli ospiti nuovi. Una cosa fondamentale è che ci sia una buona conduzione: è utile utilizzare mezzi concreti per stimolare la riflessione, per esempio partire da un testo o da un video, ma la cosa più importante è che l’operatore continui a “punzecchiarci” per aiutarci a ragionare.”


Articolo a cura di Ilaria e Eshetu, educatrice e ospite di comunità terapeutica per minori di età ed adolescenti Rosa dei venti Casnate con Bernate (Co)

L'autore.
Comunità terapeutica diretta da Luca Mingarelli. www.rosadeiventi.org

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Seguici anche su Facebook

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca