Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

comunità terapeutica

  • “Diamoci il tempo di riflettere su alcuni temi che ci fanno stare male”

    Laboratori, momenti di svago, assemblee, colloqui, riposo, pasti, uscite di piacere, scuola, lavoro, sport… Nei ritmi serrati della vita quotidiana di una comunità per adolescenti si sente spesso il bisogno di prendere il respiro e fermarsi.

    20182307 GRT

  • Adolescenti e comunità terapeutiche

    Per gentile concessione dei curatori, Claudio Bencivenga e Alessandro Uselli, pubblichiamo l'introduzione del libro "Adolescenti e comunità terapeutiche" (Edizioni Aples Italia).

    Di solito i libri sulle Comunità Terapeutiche si aprono con la storia e la definizione di cosa la comunità sia, come si articoli e cosa rappresenti per tutti gli attori del grande teatro che la costituisce: ospiti, curanti, famiglie, istituzioni. Basterebbe leggere le introduzioni dei tanti volumi che sono stati scritti sulla terapia di Comunità - che oggi costituiscono nell’ambito dell’intervento della psichiatria una letteratura di settore importante - per rendersi conto di quanta strada le comunità terapeutiche abbiano fatto dai primi esperimenti degli anni 30 sino a oggi.

    20160108 quarta di copertina

  • Dalla riparazione alla scoperta di sé

    In questo articolo affronteremo il tema della riparazione (o sanzione), concetto molto discusso all'interno della comunità terapeutica specialmente per minori ed adolescenti. Spesso di fronte ad un'infrazione del regolamento discutiamo in équipe il da farsi. Nel tempo sono state co-costruite col gruppo degli ospiti regole, premi e sanzioni che rispondono alle trasgressioni più semplici e dirette, ma quando un ospite vive un forte momento di malessere e le sue azioni risultano ingestibili e vanno oltre il limite condiviso, non è sufficiente rispondere con un regolamento.

    20160601 riparazione 3

  • Filastrocca del papà in comunità terapeutica

    “Mi sento pronto per fare il papà,non per prendere in mano la mia vita”. Lo ammette malvolentieri - preferirebbe di gran lunga essere libero, è la sua idea fissa da sempre - ma l’eroina non è stata una buona compagna e riavvicinarsi alle figlie passa per questa strada: la comunità, in un certo senso anche abbassare la testa.

    20170109 non trovo parole 2a

  • Il valore dell’arte e dell’espressione. Un'esperienza di arte nel sociale della Comunità Terapeutica per adolescenti di Fondazione Rosa dei venti onlus

    “L’arte viene intesa come
    espressione di potenzialità
    da ricercare e liberare
    anche nei gesti
    della vita quotidiana..”

    da Adolescenti difficili di Luca Mingarelli

    Durante l'adolescenza le emozioni sembrano amplificarsi e alternarsi rapidamente e si susseguono senza sosta: allegria, vergogna, rabbia, paura, gioia, noia, tristezza e alcune possono addirittura spaventare. Dal momento che le emozioni sono così mutevoli, ci può essere bisogno di qualcuno che aiuti l'adolescente a riconoscerle e dargli dei nomi.

    20190722 uguali 2a

  • Il viaggio di Olivia nella comunità Villa Plinia

    Seguendo le indicazioni di Bion potremmo dire che il pensare è il processo creativo di creare legami tra pensieri. Ed il pensare terapeutico comporta soprattutto la creazione di legami di contenimento emotivo, la possibilità di pensare sui sentimenti e il sentimento nel pensare.

    20180305 Olivia 3

  • L’articolo di un mentecatto scrauso

    Il racconto dell'esperienza in comunità, fatto un giovane diciassettenne ospite della Fondazione Rosa dei venti onlus.

    Partiamo dal presupposto che questa è per me la prima esperienza in comunità. Di certo non è per niente facile entrare e ritrovarmi fuori casa con persone a me completamente sconosciute; è tutta una questione di tempo.

    20181008 scrauso 4

  • La dimissione in Comunità Terapeutica

    Le dimissioni rappresentano un fondamentale momento di passaggio in comunità terapeutica. Tale momento è caratterizzato dalla chiusura del progetto terapeutico nella specifica struttura, ma non costituisce il termine del percorso di cura, anzi spesso rappresenta l'inizio ed individuazione di ulteriori passaggi evolutivi.

     20150311 Comunità

  • La responsabilità: tra rischio e fiducia.

     “ la fiducia è un mezzo x affrontare rischi  che altrimenti paralizzerebbero l'azione”
    M. Kanter

    Responsabilità[1] – lo dice il suo etimo – significa che il soggetto deve rispondere a qualcuno o a qualcosa (persona, interlocutore sociale, norma, istanza interiore) del proprio o dell’altrui comportamento, del suo significato e delle sue conseguenze. La capacità di rispondere delle conseguenze di un’azione costituisce l’indice della libertà di scelta del soggetto.

    20140910 responsabilità

  • Quando si conclude il percorso in una comunità terapeutica

    La dimissione è uno dei momenti più delicati del percorso di comunità, insieme al periodo di inserimento e di osservazione. È il momento in cui l’ospite raggiunge la meta che ha sempre desiderato dal primo istante in cui ha messo piede in comunità e che ha sempre intravisto come un traguardo lontano.

    20200217 dimissioni 2

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Link amici

Area riservata