Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Per molto tempo le scelte alimentari e dietetiche sono state associate solo al peso e alle conseguenze sulla salute fisica. Oggi sappiamo tutti che ciò che mettiamo nel nostro corpo ogni giorno ha anche un grande impatto sulla nostra mente.

20210318 sana 1

Diverse ricerche fatte in passato hanno concluso che coloro che seguono una dieta mediterranea possono avere il 25-35% in meno di probabilità di sviluppare depressione rispetto alle persone che seguono un approccio meno qualitativo al mangiare.

Ovviamente, una stessa taglia unica raramente si adatta a tutti per tutta la vita. Un nuovo studio della Binghamton University riporta che diete "personalizzate" e adattamenti dello stile di vita a seconda della propria fascia di età e sesso potrebbero essere la chiave per realizzare una solida salute mentale.

“Ci sono prove crescenti che la dieta gioca un ruolo importante nel miglioramento della salute mentale, ma tutti parlano di una dieta sana", dice la coautrice dello studio Lina Begdache della Binghamton University. “Dobbiamo considerare uno spettro di cambiamenti nella dieta e nello stile di vita basati su diversi gruppi di età e sesso. Non esiste una dieta sana che funzioni per tutti. Non c'è una soluzione. "

La mente umana cambia parecchio mentre maturiamo dall'adolescenza e dalla giovane età adulta alla mezza età e alla vecchiaia. Nel frattempo, i cervelli femminili e maschili sono letteralmente strutturati e "cablati" in modo diverso. Di conseguenza, ha un certo senso che diete diverse per persone diverse aiutano a promuovere la salute mentale ideale.

Quindi, la Begdache e il suo team hanno deciso di indagare su questo argomento intervistando oltre 2.600 persone. Quel questionario online chiedeva informazioni sulle scelte alimentari abituali, nonché sullo stile di vita generale e sulle abitudini di esercizio. Quel sondaggio è rimasto online per cinque anni (2014-2019) e gli autori dello studio si sono confrontati periodicamente con gli intervistati per valutare la loro salute mentale e il loro benessere.

È importante sottolineare che gli intervistati sono stati suddivisi in quattro distinti dati demografici: giovani donne (età 18-29), donne mature (età 30+), giovani uomini (18-29) e uomini maturi (30+).

L'analisi finale di tutte queste informazioni da parte del team di ricerca ha prodotto alcuni risultati molto interessanti e raccomandazioni utilizzabili in tutti e quattro i settori demografici.

Per le giovani donne, i ricercatori affermano che fare colazione ogni giorno, evitare tonnellate di caffeina, astenersi del tutto dal fast food e mantenere un programma di frequenza di esercizio da moderato ad alto può migliorare il benessere mentale, per quelle di loro comprese tra i 18 e i 29 anni.

Per le donne mature, la colazione ogni giorno è altrettanto importante, così come l'esercizio quotidiano, molta frutta e "il consumo limitato di caffeina".

I giovani uomini, d'altra parte, dovrebbero fare del loro meglio per fare esercizio frequentemente, mantenere il loro consumo di latticini a livelli moderati, mangiare carne, astenersi dal fast food e mantenere ragionevoli i livelli di caffeina.

Infine, si consiglia agli uomini maturi di assicurarsi di mangiare una quantità moderata di noci ogni giorno.

20210318 sana 1a

“I giovani adulti stanno ancora formando nuove connessioni tra le cellule cerebrali così come stanno ancora completando la loro struttura fisica; quindi, hanno bisogno di più energia e sostanze nutritive per farlo".

Un tema ricorrente in questi suggerimenti è quello di ridurre il caffè e le bevande energetiche, soprattutto tra i giovani uomini e le giovani donne. Gli autori dello studio affermano che questo è collegato alla comparsa degli ormoni sessuali durante l'adolescenza.

"La caffeina viene metabolizzata dallo stesso enzima che metabolizza gli ormoni sessuali testosterone ed estrogeni, e i giovani adulti hanno alti livelli di questi ormoni. Quando i giovani uomini e le giovani donne consumano alti livelli di caffeina, questa rimane nel loro sistema per molto tempo e continua a stimolare il sistema nervoso, il che aumenta lo stress e alla fine porta all'ansia".

Per quanto riguarda i bisogni nutrizionali tra uomini e donne, come accennato in precedenza, il cervello maschile è cablato in modo diverso rispetto a quello femminile. Il cervello maschile è costruito in un modo che dà la priorità alla coordinazione e alla percezione, mentre il cervello femminile supporta maggiormente l'analisi e l'intuizione.

Di conseguenza, afferma il team di ricerca, le donne sono più vulnerabili al disagio mentale legato all'alimentazione rispetto agli uomini.

“Finora, nei miei molteplici studi ho scoperto che gli uomini hanno meno probabilità di essere influenzati dalla dieta rispetto alle donne. Finché mangiano una dieta leggermente sana avranno un buon benessere mentale. È solo quando consumano principalmente fast food che iniziamo a vedere forme di angoscia mentale" commenta la professoressa Begdache.

“Le donne, d'altra parte, hanno davvero bisogno di consumare un intero spettro di cibi sani e fare esercizio per avere un benessere mentale positivo. Queste due cose sono importanti per il benessere mentale nelle donne di tutte le età ".

Indicazioni preziose per chi lavora con i giovani che oggi, spesso, in gran numero già dalla prima adolescenza iniziano a soffrire gli effetti di una cattiva alimentazione.

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Accetto Termini e condizioni d'uso

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

logo sharewood

logo SPIAZZA ok

Master accompagnare al futro 1

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca