Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

Ogni giorno i ragazzi vengono bombardati da messaggi, informazioni e immagini. Che siano a scuola, online o stiano parlando con i loro amici, hanno bisogno di sapere come valutare ciò che stanno ascoltando e vedendo, per formare le proprie opinioni e convinzioni.

20211222 critico 3

Le capacità di pensiero critico sono il fondamento dell'istruzione e un'importante abilità di vita. Senza la capacità di pensare in modo critico, i giovani avranno difficoltà scolastiche e poi più avanti, nella loro vita, quando saranno diventati adulti.

In effetti, indipendentemente da ciò che un figlio ha intenzione di diventare un giorno professionalmente, avrà bisogno di sapere come pensare in modo critico, risolvere problemi e prendere decisioni. Come genitori, è importante assicurarsi che i propri figli possano pensare da soli e abbiano sviluppato una sana mentalità critica prima di andare a vivere da soli.

Questo li aiuterà ad avere successo sia a livello scolastico che professionale, e ne avranno beneficio le loro relazioni future.

Cos'è il pensiero critico?

Le abilità di pensiero critico sono la capacità di immaginare, analizzare e valutare le informazioni al fine di determinarne l'integrità e la validità, come ciò che è fattuale e ciò che non lo è. Queste abilità aiutano le persone a formare opinioni e idee e aiutano anche a sapere chi è un buon amico e chi no.

Inoltre, il pensiero critico è una parte essenziale della risoluzione dei problemi, del processo decisionale e della definizione degli obiettivi. È anche la base dell'istruzione, specialmente se combinata con la comprensione della lettura. Queste due abilità insieme consentono ai ragazzi di padroneggiare le informazioni.

Perché le capacità di pensiero critico sono importanti?

Secondo il Program for International Student Assessment (PISA), che ha valutato ragazzi di 15 anni in 44 paesi diversi, in molti di questi una percentuale elevata di loro non è in grado di risolvere problemi di pensiero critico. Inoltre, la ricerca indica che i giovani privi di capacità di pensiero critico corrono un rischio maggiore di avere problemi comportamentali.

Non pensare attentamente e in modo critico può portare a un'interpretazione errata delle informazioni, e informazioni interpretate male possono portare a problemi a scuola, al lavoro e nelle relazioni, avvertono gli psicologi.

Il pensiero critico consente inoltre ai giovani di acquisire una comprensione più profonda del mondo, compreso il modo in cui si vedono nel mondo. Inoltre, quelli che imparano a pensare in modo critico tendono ad essere attenti e di mentalità aperta.

Le capacità di pensiero critico possono aiutare qualcuno a capire meglio se stesso, le altre persone e il mondo che lo circonda. Possono aiutare nella risoluzione dei problemi quotidiani, nella creatività e nella produttività.

Vantaggi delle capacità di pensiero critico

Ci sono molti modi in cui le capacità di pensiero critico possono avvantaggiare un ragazzo. Dall'essere in grado di risolvere problemi complessi a scuola e determinare come si senta riguardo a problemi particolari, alla costruzione di relazioni e alla gestione della pressione dei pari, le capacità di pensiero critico consentono a un giovane di affrontare le sfide e gli ostacoli della vita.

Gli psicologi sottolineano che le capacità di pensiero critico sono utili anche per l'autoriflessione. Quando un individuo si sta impegnando per raggiungere un obiettivo personale o per mantenere in modo positivo una relazione, è molto utile applicare il pensiero critico".

Il pensiero critico favorisce anche l'indipendenza, migliora la creatività e incoraggia la curiosità. I ragazzi a cui viene insegnato a usare le capacità di pensiero critico fanno molte domande e non prendono mai le cose alla lettera: vogliono sapere il "perché" dietro le cose.

Buone capacità di pensiero critico, insomma, affermano gli psicologi, possono portare a relazioni migliori, a una riduzione del disagio e a una maggiore soddisfazione della vita. È probabile che qualcuno che può risolvere i problemi quotidiani si senta più sicuro della propria capacità di gestire tutte le sfide che la vita gli presenta.

20211222 critico 6

Come insegnare a essere pensatori critici

Insegnare ai figli a pensare in modo critico è una parte importante della genitorialità. In questo modo, infatti, si insegna loro anche ad essere indipendenti. Imparano a formarsi le proprie opinioni e giungono alle proprie conclusioni senza molta influenza esterna.

Essere un buon esempio di comportamento

A volte il modo migliore per insegnare ai figli un'importante abilità di vita è di darne esempio nella propria. Dopotutto, i ragazzi tendono a riprodurre i comportamenti che vedono nei loro genitori. Assicurarsi di dare esempio di capacità di pensiero critico, individuando ad esempio cose che suonano false e affermazioni provocatorie che sembrano non etiche o ingiuste.

È piacevole per un figlio ascoltare come i genitori pensano alle cose in modo critico. Una manifestazione di pensiero critico consente ai ragazzi di osservare i processi di pensiero dei loro genitori e di avere un modello da imitare

Giocando e facendo attività con loro

I ragazzi imparano costantemente per tentativi ed errori e il gioco è un'ottima attività per tentativi ed errori. In effetti, giocare regolarmente con un figlio in tenera età pone le basi per il pensiero critico e la profondità delle sue capacità di pensiero critico aumenterà man mano che si sviluppa.

Il pensiero di un ragazzo sarà più concreto quando è piccolo e, con l'avanzare dell'età, diventerà più astratto. Anche il gioco tra pari è utile per sviluppare capacità di pensiero critico, ma i genitori devono essere disponibili ad assistere quando sorgono conflitti o quando gli scambi verbali prendono una brutta piega.

Man mano che i figli crescono, si possono fare con loro giochi da tavolo o semplicemente passare il tempo a parlare di qualcosa di loro interesse. La chiave è trascorrere del tempo di qualità insieme, questo dà l'opportunità di discutere le cose a un livello più profondo e di esaminare i problemi in modo critico.

Insegnare a risolvere i problemi

Gli psicologi sostengono che un modo per insegnare ai ragazzi a pensare in modo critico è far vedere loro come risolvere i problemi. Ad esempio, si può chiedere di fare un brainstorming su almeno cinque modi diversi per risolvere un particolare problema.

Si potrebbe, per fare un altro esempio, sfidarli a spostare un oggetto da un lato all'altro della stanza senza usare le mani. All'inizio potrebbero pensare che sia impossibile. Ma con un piccolo aiuto potrebbero vedere che ci sono dozzine di soluzioni (come usare i piedi o indossare i guanti). Il consiglio è di aiutarli a trovare una varietà di soluzioni allo stesso problema e poi sceglierne uno per vedere se funziona.

Incoraggiarli a fare domande

Per quanto a volte possa essere estenuante rispondere a una raffica costante di domande, è importante incoraggiare un figlio a mettere in discussione le cose. Fare domande è la base del pensiero critico e il tempo che si investe nel rispondere alle sue domande, o nel trovare le risposte insieme, alla fine ripagherà.

Il ragazzo imparerà non solo ad esprimere se stesso, ma migliorerà anche nell'identificare informazioni o affermazioni false o fuorvianti da parte di altri. Si può anche dare esempio di questo tipo di comportamento consentendo al ragazzo di vedere il genitore che mette in discussione le cose.

Esercitarsi a fare scelte

Come ogni cosa nella vita, un ragazzo imparerà spesso attraverso prove ed errori. E parte dell'imparare a essere un pensatore critico implica il prendere decisioni. Un modo in cui puoi far riflettere un figlio a fare delle scelte è dargli voce in capitolo su come vuole trascorrere il suo tempo.

Consentire loro di dire no a inviti o richieste di partecipazione a giochi, se lo desiderano. Si può anche iniziare a dare loro dei soldi, fin da piccoli, consentendo poi di fare scelte su cosa farne. Ciascuno di questi scenari richiede che un ragazzo pensi in modo critico alle proprie scelte e alle loro potenziali conseguenze prima di prendere una decisione.

Quando sono più grandi, si può parlare con loro di come affrontare problemi come il bullismo e la pressione dei coetanei, insegnare loro come fare scelte salutari per quanto riguarda l'uso dei social media. Sono tutte situazioni che richiedono un pensiero critico da parte di un ragazzo.

Incoraggiare l'apertura mentale

Sebbene insegnare l'apertura mentale possa essere una cosa difficile, è importante farlo. Parte del diventare un pensatore critico è la capacità di essere obiettivi e valutare le idee senza pregiudizi.

È bene insegnare ai propri figli che, per guardare le cose con una mente aperta, devono lasciare da parte giudizi e supposizioni. Alcune questioni di cui si può parlare per incoraggiare l'apertura mentale sono la diversità, l'inclusione, l'equità.

In definitiva, sviluppare una mentalità critica è una delle abilità di vita più importanti che si possono insegnare a un figlio. Nel mondo saturo di informazioni di oggi, i giovani hanno bisogno di queste abilità per svilupparsi positivamente e vivere in modo equilibrato. Sono abilità che li aiuteranno a prendere decisioni migliori, a formare relazioni sane e a determinare quello che apprezzano e in cui credere.

Insegnare ai propri figli a esaminare criticamente il mondo che li circonda, dà loro un vantaggio che servirà loro negli anni a venire, che li avvantaggerà a livello scolastico, professionale e relazionale. Alla fine, non solo saranno in grado di pensare da soli, ma un giorno diventeranno anche adulti più capaci.