Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Quando finisce l’adolescenza? È la domanda che si pongono i ricercatori per stabilire una linea di confine anagrafica per i servizi pediatrici in tutto il mondo.

20190919 Quando 1

Susan Sawyer, professoressa di “Adolescent Health” presso il Murdoch Children's Research Institute dell’Università di Melbourne, afferma che ricerche precedenti hanno scoperto che i sistemi sanitari a livello globale non soddisfano i bisogni degli adolescenti.

"Tuttavia, i pediatri hanno una posizione privilegiata e un’esperienza sufficiente per fornire agli adolescenti cure adeguate all'età, specialmente se sono adeguatamente formati nella medicina per gli adolescenti" afferma la professoressa.

"L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce adolescenti i ragazzi di età compresa tra i 10 e i 19 anni, tuttavia sono state effettuate poche ricerche sull'età dei pazienti che i pediatri di fatto hanno in cura e su come tale età varia in tutto il mondo".

I ricercatori hanno realizzato un sondaggio online per esplorare queste questioni e hanno ricevuto risposte da 1.372 pediatri in 115 paesi. Riportano i risultati ottenuti in un articolo intitolato "The Age of Paediatrics", pubblicato dalla rivista The Lancet Child and Adolescent Health.

"C'era una notevole differenza nell'età superiore dell'adolescenza da un paese all’altro e, purtroppo, solo un numero ridotti di paesi ha fatto rilevare un'età media di 19 anni" afferma la Sawyer.

"Il Sudafrica ha indicato la più bassa età in riferimento al limite superiore dell’adolescenza, 11,5 anni. Sembra che in quel paese la pediatria non abbia ancora incluso l'adolescenza. Gli Stati Uniti hanno mostra la più alta età superiore: 19,5 anni."

Nonostante sistemi sanitari simili, l'età media media in Australia per l'assistenza pediatrica è di 17,8 anni, mentre quella della Nuova Zelanda di 15,6 anni.

20190919 Quando 1a

"La media a livello mondiale è di 17,4 anni" afferma il prof. Sawyer. "Questa media è aumentata negli ultimi 20 anni, rapidamente in alcuni paesi".

"La disciplina della pediatria si è storicamente concentrata su bambini molto piccoli, trascurando in gran parte gli adolescenti, ma le caratteristiche e le modalità di manifestazione della malattia nell'infanzia e nell'adolescenza stanno cambiando. Gli interventi di sanità pubblica e i progressi della medicina hanno portato a una drastica diminuzione del tasso di mortalità dei bambini.

"Ciò non si rispecchia negli adolescenti, il cui carico più complesso di malattie rimane relativamente invariato. L'Organizzazione mondiale della sanità stima che ogni anno muoiano più di un milione di adolescenti”.

"I giovani adolescenti affrontano problemi di salute comuni sia all'infanzia che all’età adulta, tra cui condizioni fisiche croniche di malattia, come diabete e asma, disturbi della salute mentale, anemia, aumento dei livelli di obesità, violenza interpersonale, diarrea e malattie bronchiali, abuso di droghe e alcol, malattie a trasmissione sessuale e traumi stradali".

Il co-autore della ricerca, professor Jonathan Klein, dell'Università dell'Illinois e Coordinatore del Comitato Esecutivo dell'Associazione Internazionale Pediatrica, ha affermato che poche nazioni hanno finora prestato sufficiente attenzione a includere la salute degli adolescenti nella formazione pediatrica.

"Per soddisfare le esigenze sanitarie dei giovani, sono necessari team di professionisti diversificati, che includano pediatri, medici di famiglia, infermieri e operatori sanitari della comunità e della scuola, tutti istruiti e adeguatamente formati sulla salute degli adolescenti.

"Le prove sono chiare. I nostri sistemi sanitari devono essere più in sintonia con le esigenze di adolescenti e giovani adulti" ha detto lo studioso. "Il miglioramento dell'assistenza agli adolescenti è un passo fondamentale se speriamo di realizzare le indicazioni delle Nazioni Unite (EWECisMe) e raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile del 2030 (SDG; Globalgoals).

La professoressa Sawyer afferma che gli investimenti nella formazione sulla salute degli adolescenti sono più necessari nei paesi con una bassa età in riferimento al limite superiore dell’adolescenza, un gran numero di adolescenti o un'età superiore dell'adolescenza che è aumentata solo di recente.

"Tuttavia, una cattiva “pagella” sulla qualità della formazione sanitaria degli adolescenti in tutto il mondo suggerisce che investimenti per migliorare l'assistenza sanitaria degli adolescenti sono universalmente necessari" conclude la ricercatrice.


I materiali della ricerca sono disponibili sul sito del Murdoch Childrens Research Institute.

Riferimento blibliografico
Susan M Sawyer, Robyn McNeil, et alii. 

The age of paediatrics. 
The Lancet Child & Adolescent Health, 2019.

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

Master accompagnare al futro 1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca