Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Gli adolescenti che sono insoddisfatti del loro aspetto fisico corrono un rischio significativamente maggiore di depressione quando diventeranno giovani adulti.

20201214 predittore 2

Sono i risultati di uno primo studio pubblicato online sul Journal of Epidemiology & Community Health.

L'entità di un rischio accresciuto varia dal 50% al 285%, secondo i risultati. I ragazzi hanno maggiori probabilità di soffrire di depressione grave rispetto alle ragazze.

L'avversione per il proprio aspetto fisico, formalmente nota come insoddisfazione corporea, colpisce fino al 61% degli adolescenti in tutto il mondo. È stato identificato come un fattore di rischio per disturbi alimentari, comportamenti malsani e cattiva salute mentale.

La maggior parte delle ricerche pubblicate sull'insoddisfazione corporea e la depressione sono state condotte negli Stati Uniti e pochi studi hanno esplorato il problema tra i giovani uomini e i cosiddetti millennial - i nati tra il 1981 e il 1997 - per tener conto dell'influenza di Internet, della tecnologia e social media.

Nel tentativo di colmare queste lacune di conoscenza, i ricercatori hanno attinto ai dati di quasi 4000 partecipanti all'Avon Longitudinal Study of Parents and Children (ALSPAC), uno studio di monitoraggio a lungo termine basato sulla popolazione delle donne e dei loro figli nati nel 1991/2 e che vivono in Somerset, Inghilterra.

Quando avevano 14 anni, a questi adolescenti è stato chiesto di valutare la soddisfazione per il loro aspetto fisico segnando il loro peso, la figura, la corporatura e le aree specifiche, inclusi seno, stomaco, vita, cosce, glutei, fianchi, gambe, viso e capelli, su una scala a 5 punti, dove 0 è uguale a "estremamente insoddisfatto" e 5 è uguale a "estremamente soddisfatto".

Sia i ragazzi (circa mille e seicento) che le ragazze (più di duemila) erano nel complesso moderatamente soddisfatti del loro corpo. Ma le ragazze erano più insoddisfatte dei ragazzi.

Le ragazze tendevano a non amare le cosce, la pancia e il peso, ma amavano i capelli e i fianchi. I ragazzi tendevano ad essere insoddisfatti della corporatura, dello stomaco e dei fianchi, ma non si preoccupavano dei capelli, del peso o delle gambe.

Quasi uno su tre (32%) delle ragazze e circa uno su sette (14%) dei ragazzi erano insoddisfatti del proprio peso, e circa uno su quattro (27%) ragazze e uno su sette (14%) ragazzi erano insoddisfatti con la loro figura complessiva.

Quando avevano 18 anni, i sintomi depressivi sono stati valutati formalmente utilizzando una scala convalidata (CIS-R). Le ragazze avevano maggiori probabilità di sperimentare episodi di depressione rispetto ai ragazzi.

Una su dieci (10%) delle ragazze ha riportato almeno un episodio depressivo lieve rispetto a un ragazzo su venti (5%) dei ragazzi. Quasi il 7% delle ragazze e quasi il 3% dei ragazzi ha riportato almeno un episodio depressivo moderatamente grave, mentre gli episodi depressivi gravi hanno colpito l'1,5% delle ragazze e meno dell'1% (0,7%) dei ragazzi.

20201214 predittore 3

L'analisi dei dati ha rivelato che l'insoddisfazione per il proprio corpo all'età di 14 anni prediceva episodi depressivi di tutti i gradi di gravità tra le ragazze, ed episodi depressivi lievi e gravi tra i ragazzi all'età di 18 anni.

Questi risultati si sono confermati anche dopo aver tenuto conto dei sintomi depressivi all'età di 14 anni.

Tra le ragazze, ogni aumento della scala di insoddisfazione corporea all'età di 14 anni era associato a un aumentato rischio di sperimentare almeno un episodio depressivo lieve (63%), moderato (67%) e / o grave (84%) al 18 anni.

La forza di questa associazione è aumentata con la gravità dell'episodio depressivo.

L'impatto dell'insoddisfazione corporea sugli episodi depressivi lievi era paragonabile tra ragazzi e ragazze, ma il suo impatto sugli episodi depressivi gravi era più forte tra i ragazzi.

Ogni aumento della scala di insoddisfazione corporea all'età di 14 anni tra i ragazzi è stato associato a un aumentato rischio di sperimentare almeno un episodio depressivo lieve (50%) e / o grave (285%) all'età di 18 anni.

"È possibile che nell'era dei social media e delle crescenti pressioni sugli ideali del corpo, gli adolescenti maschi siano anche diventati sensibili alle pressioni dell'immagine corporea idealizzata, che possono tradursi in successivi episodi depressivi" suggeriscono i ricercatori.

E concludono: "Questi risultati dimostrano che l'insoddisfazione corporea dovrebbe essere considerata come un problema di salute pubblica di pressante preoccupazione. È altamente prevalente tra i giovani nella popolazione generale e ha un'incidenza crescente; i risultati indicano che la riduzione dell'insoddisfazione corporea potrebbe essere una strategia efficace per ridurre i problemi di salute mentale".

Riferimento bibliografico:

Anna Bornioli, Helena Lewis-Smith, Amy Slater, Isabelle Bray. Body dissatisfaction predicts the onset of depression among adolescent females and males: a prospective study. Journal of Epidemiology and Community Health, 2020

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Accetto Termini e condizioni d'uso

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

logo sharewood

logo SPIAZZA ok

Master accompagnare al futro 1

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca