Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

senso di vuoto

  • L’autolesionismo in adolescenza: tra sofferenza e senso di vuoto

    “Ho scoperto che una mia compagna di scuola si fa dei tagli sulle braccia! Vorrei sapere perché si fa del male!”

    Fino a poco tempo fa quando si parlava di autolesionismo, si era soliti fare riferimento agli adolescenti cosiddetti “Emo”, che, tra le varie caratteristiche distintive, avevano quella di procurarsi tagli e bruciature sul corpo per sentire dolore. Attualmente il fenomeno degli “agiti autolesivi”, come tagli, bruciature, punture su varie parti del corpo (generalmente braccia, ma anche gambe, pancia, spalle) si è diffuso in ogni città italiana, a gruppi molto vasti di adolescenti. Basti pensare a quante pagine dedicate all’autolesionismo compaiono su Facebook o altri social network.

    20150615 autolesionismo 2

  • Prevenire l’abuso di sostanze

    La parola noia indica anche un tipo piuttosto specifico e profondo di malessere: una sensazione di spossatezza e assenza di direzione che può derivare dal vivere una vita troppo “facile” e “comoda”, provando una mancanza di valori e di senso.

    20211005 prevent 3

Iscriviti alla newsletter

Accetto Termini e condizioni d'uso

Link amici

Area riservata