Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

La maggior parte dei genitori sa per esperienza che preadolescenti e adolescenti si comportano, almeno occasionalmente, in modo problematico, assumendo atteggiamenti aggressivi, violando regole e così via. Questi comportamenti negativi sono noti come comportamenti esternalizzanti.

20171023 esternalizzante 6

Cosa sono i comportamenti esternalizzanti?

In breve, sono azioni che dirigono l'energia problematica verso l'esterno. Occorre saper identificare e comprendere tali comportamenti, andando al di là delle loro evidenze e manifestazioni di superficie, per cogliere il malessere che sta alla loro origine. Il comportamento esternalizzante, infatti, non solo rischia di portare gli adolescenti a vivere situazioni critiche, ma può lasciare conseguenze di lunga durata nella loro vita.


Definire i comportamenti

Un ragazzo o un adulto che mette in atto comportamenti esternalizzanti, compie azioni che danneggiano gli altri anziché rivolgere e sfogare su se stesso l'energia prodotta dal suo disagio (con quelli che sono noti come comportamenti internalizzanti).

I comportamenti esternalizzanti includono l’aggressività fisica, il bullismo verbale, l’aggressività relazionale, la temerarietà e sfida del rischio, il furto e il vandalismo.

Gli adolescenti più giovani mostrano di frequente comportamenti esternalizzati, specialmente quando sono turbati o devono sostenere prove impegnative o sfide. I ragazzi hanno maggiori probabilità rispetto alle ragazze di mettere in atto i più eclatanti comportamenti esternalizzanti, come il bullismo fisico, ma nel complesso i livelli di aggressività sono simili tra i due sessi.


Gli adolescenti sono vulnerabili sia ai comportamenti esternalizzanti sia a quelli internalizzanti

Spesso gli adolescenti mostrano allo stesso tempo sia comportamenti esternalizzanti che internalizzanti. Possono ad esempio compiere atti vandalistici contro proprietà altrui (comportamento esternalizzante) a scuola mentre contemporaneamte stanno facendo uso di droghe o alcool (comportamento  internalizzante).

Gli stessi genitori possono avere un figlio che fronteggia le difficoltà con comportamenti esternalizzanti e un altro che si affida all'internalizzazione dei comportamenti. Sebbene il primo ragazzo possa essere considerato un “ragazzo problematico " entrambi i giovani hanno bisogno di aiuto e di un intervento prima di arrivare a danneggiare se stessi o gli altri.

20171023 esternalizzante 4


Conseguenze dei comportamenti esternalizzanti

I ragazzi caratterizzati da comportamenti esternalizzanti possono trovarsi ad affrontare una serie di conseguenze per le loro azioni.

A un livello non grave, queste possono includere le note inviate a casa dagli insegnanti preoccupati per il disturbo arrecato ai compagni in classe. L'esternalizzazione può portare a punizioni a scuola, a sospensioni o addirittura a espulsioni, questo in particolare se i ragazzi arrivano a commettere atti di particolare gravità.

Nel peggiore dei casi, i giovani che reagiscono “all’esterno”, anziché internalizzare il loro disagio, potrebbero trovarsi ad avere problemi con la legge in riferimento a furti, vandalismi o aggressioni. Questo, in molti casi, può segnare l'inizio di un lungo percorso all’interno del sistema giudiziario penale se il comportamento non viene corretto.


Perché i ragazzi mettono in atto comportamenti esternalizzanti

I ragazzi possono agire in modi che danneggiano gli altri per diverse ragioni. Potrebbero essere vittime di abusi fisici, sessuali o emotivi. Possono aver perso un genitore o un altro parente stretto, o fatto esperienza di un divorzio, di un abbandono genitoriale o di un'altra esperienza traumatica, come la violenza domestica, l'incarcerazione di un genitore o l’abuso di sostanze da parte di un genitore.

Alcuni adolescenti che agiscono in modo distruttivo possono soffrire di malattie mentali o di disordine della personalità.

Su un altro versante, molti ragazzi con disabilità di apprendimento mettono in atto comportamenti disfunzionali per deviare l'attenzione dal fatto che hanno difficoltà ad apprendere. Essere cacciati dalla classe può sembrare a loro preferibile al fatto che venga esposta a tutti i compagni la loro disabilità di apprendimento.

Qualunque sia la ragione per cui i ragazzi adottano comportamenti esternalizzanti, è importante che ottengano aiuto e supporto educativo. Questo può anche includere la consulenza, la terapia o una valutazione della disabilità o dei disturbi dell'apprendimento.

Logo arimo 1

Ubiminor è una pubblicazione online ad aggiornamento continuo, indicizzata nell'International Standard Serial Number Register ISSN 2283-348X

Iscriviti alla newsletter

logo SPIAZZA ok  Servizio  Arimo news

Libellula 20160208 Casa del riuso logo orizzontale2

Servizio Volpi

immagine-cenni
  header-sportello-neo-maggiorenne-bo-ra
Centro Nisida 
 Riconoscere la violenza o negarla - copertina
 

Siti amici

nuovo fattore-famiglia Fratelli Colla ok

logosikeMillepiani logo AIA Metodo Terzi

20130919-geco

 

   

 

Seguici anche su Facebook