Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

La qualità della crescita e le potenzialità dello sviluppo di un bambino sono condizionate dalla salute e dalla qualità della vita fatta dai suoi genitori, fino a risalire alla loro adolescenza.

20180312 capacità genitoriali 4

È quello che afferma un articolo della rivista Nature nel quale si sostiene che coltivare le capacità genitoriali - le quali includono anche il saper affrontare problemi di salute tra cui l'obesità, il benessere psicologico, la cattiva alimentazione e l'abuso di sostanze nei giovani prima che diventino a loro volta genitori - è essenziale per gettare i presupposti di una possibile buona vita per i loro futuri figli.

I ricercatori del Murdoch Children's Research Institute (MCRI) e dell'Università di Melbourne hanno affermato che iniziare ad agire solo una volta che una donna sa di essere incinta significa nella maggior parte dei casi iniziare troppo tardi.

Le giovani donne e i giovani uomini trascinano spesso rischi per lo stile di vita e per la salute dall'adolescenza fino al momento in cui si prospetta per loro di diventare genitori, sia che questo accada prima dei trent’anni o più tardi.

Il principale autore della ricerca, il professor George Patton, ha dichiarato: "I primi 1000 giorni di vita di un bambino sono di importanza cruciale, ma a quel punto è troppo tardi per agire, in riferimento alle competenze dei genitori. Allo stesso modo, le politiche attuali per promuovere la migliore vita possibile in Australia, così come nella maggior parte degli altri Paesi, inizia in ritardo.

"La salute e lo stile di vita nei mesi immediatamente precedenti la gravidanza sono importanti per le giovani madri e i futuri padri, ma questo non basta" ha detto il professor Patton.

"Il sistema sanitario ora entra in azione solo con la prima visita prenatale di una donna, per lo più da otto a 14 settimane di gravidanza: c’è la necessità che il sistema sanitario si attivi prima della gravidanza - e dovrebbe andare oltre la sua attuale focalizzazione sulla contraccezione per affrontare i rischi più ampi per la salute e il benessere emotivo sia delle giovani donne che degli uomini.

"Gli adolescenti di oggi saranno la più grande generazione a diventare genitori nella storia umana, abbiamo bisogno di investire nel loro sviluppo fisico, sociale ed emotivo per garantire non solo la loro salute futura, ma quella dei loro figli".

Il documento ha riunito e analizzato dati provenienti da circa 200 Paesi e da oltre 140 documenti di ricerca recenti.

Prende in considerazione meccanismi diversi al di là dei geni per valutare come la salute e le modalità di crescita si sono trasmesse tra le varie generazioni, compresi i cambiamenti nello sperma di un padre o nell'ovulo di una madre, le influenze e le abitudini materne al momento del concepimento e durante la tarda gravidanza, e la genitorialità nei primi due anni dopo la nascita.

Nei Paesi ad alto e medio reddito, il documento ha evidenziato tre aree principali di azione sui ragazzi nel corso dell'adolescenza: salute mentale, obesità e abuso di sostanze.

Il professor Patton ha dichiarato: "La depressione materna durante la gravidanza può influenzare lo sviluppo di un bambino prima della nascita e il legame madre-figlio dopo la nascita. Sia la depressione in gravidanza che dopo la nascita sono generalmente una continuazione dei problemi di salute mentale pre-gravidanza che risalgono all'adolescenza."

Secondo gli autori, c'è un fattore di veloce aumento dell'obesità nell'adolescenza e nella giovane età adulta. L'obesità materna durante la gravidanza predice l'obesità infantile successiva, capacità cognitive più povere e maggiori problemi comportamentali nel corso dell'infanzia.

Il fumo, l'alcol e il consumo di droga aumentano vertiginosamente nell'adolescenza, spiegano i ricercatori. Sono state trovate prove coerenti e chiare che il persistente consumo materno di tabacco, alcol, cannabis e altre sostanze stupefacenti in gravidanza influisce negativamente sulla crescita e sullo sviluppo della prole.

L'interruzione dell'uso di sostanze quando una donna riconosce di essere incinta potrebbe essere troppo tardivo per evitare effetti sul bambino.

"Alcuni rischi per i bambini come l'obesità e la depressione dei genitori richiedono un approccio a lungo termine: in un momento in cui l'obesità, i problemi di salute mentale e l'uso di sostanze pesanti sono diventati comuni nei giovani adulti, la prevenzione a partire dall'adolescenza risulta essenziale" afferma il professor Patton.

Per molti Paesi a basso reddito, il documento raccomanda importanti azioni per porre fine al matrimonio tra persone eccessivamente giovani, ritardare la prima gravidanza attraverso la contraccezione e far sì che le ragazze frequentino la scuola senza abbandonarla,  e il contrasto della malnutrizione.

"Abbiamo bisogno che i servizi sanitari vadano al di là della tradizionale attenzione alla salute riproduttiva, puntando a un impegno più globale e integrato con la salute degli adolescenti e dei giovani, e abbiamo bisogno di creare ambienti di promozione della salute nelle famiglie, nelle scuole, nei luoghi di lavoro e nelle comunità in cui gli adolescenti si trovano a crescere " ha detto il professor Patton.

Gli autori hanno anche valutato la questione, oggi molto discusso, di quale sia la fascia di età definita dall'adolescenza. La ricerca attuale suggerisce che la crescita fisica e neurologica continua anche nel corso dei vent’anni.

Il documento afferma che questo elemento, combinato con i cambiamenti sociali come la più tardiva assunzione di ruoli adulti, comporta che l’adolescenza venga compresa tra i 10 e i 24anni.

La professoressa Susan Sawyer, ricercatrice e autrice di MCRI, ha affermato: "Da questa prospettiva, l'adolescenza occupa una porzione maggiore della vita con una maggiore rilevanza per lo sviluppo umano, un dato mai verificatosi in precedenza.

Un'adolescenza estesa crea un'opportunità per questa generazione di acquisire maggiori risorse e capacità e questo farà un'enorme differenza non solo per loro stessi ma per i loro figli, se verranno adottando adeguate politiche di intervento e prevenzione mirate a uno stile di vita sano".

 

I materiali della ricerca sono disponibili sul sito dell'Università di Melbourne.

Riferimenti bibliografici:
George C. Patton, Craig A. Olsson, Vegard Skirbekk, Richard Saffery, Mary E. Wlodek, Peter S. Azzopardi, Marcin Stonawski, Bruce Rasmussen, 
Elizabeth Spry, Kate Francis, Zulfiqar A. Bhutta, Nicholas J. Kassebaum, Ali H. Mokdad, Christopher J. L. Murray, Andrew M. Prentice, 
Nicola Reavley, Peter Sheehan, Kim Sweeny, Russell M. Viner, Susan M. Sawyer. Adolescence and the next generationNature, 2018

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

Master accompagnare al futro 1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca