Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Il campo della psicologia adolescenziale è sempre più focalizzato sui genitori. Alcuni ricercatori indagano i modi in cui madri e padri cercano di controllare se stessi (e la loro crescente rabbia) nelle difficili interazioni con i loro ragazzi

20190227 setshift 1a

Come sa chiunque abbia cresciuto un figlio, nel corso dell'adolescenza gli obiettivi dei genitori spesso non si allineano esattamente con quelli dei figli. A volte, nemmeno si avvicinano.

"Le problematiche disciplinari di solito raggiungono il culmine durante l'infanzia e poi di nuovo durante l'adolescenza, perché entrambi i periodi sono davvero contrassegnati dall'esplorazione e dal cercare di scoprire chi si è, e dal desiderio di diventare più indipendenti" afferma Melissa Sturge-Apple, professoressa di psicologia presso l'Università di Rochester.

Tuttavia, i cambiamenti dovuti allo sviluppo durante la pubertà e il passaggio all'adolescenza, comportano per i genitori la necessità di modificare e adattare i loro atteggiamenti e lo stile di genitorialità.

Una parte di questo adattamento risiede nella capacità degli adulti di affrontare e districare i problemi, e di saper affrontare i conflitti con flessibilità, in quella fase durante la quale i ragazzi si battono per avere una maggiore autonomia e una maggiore influenza nei processi decisionali.

La professoressa Sturge-Apple è l'autore principale di un recente studio sulla capacità di autoregolamentazione e di genitorialità delle madri e dei padri durante la prima adolescenza dei loro ragazzi. Lo studio è pubblicato sulla rivista Development and Psychopathology.

La ricerca ha preso le mosse da un evidente deficit: oltre il 99 percento degli studi sul controllo e sulla gestione delle regole da parte dei genitori, si è concentrato esclusivamente sulle madri.

In questo nuovo studio, la Sturge-Apple e i suoi colleghi di ricerca, hanno osservato come madri e padri avessero regolato il loro stress in risposta al conflitto con i loro figli adolescenti. Hanno poi esaminato come la particolare risposta allo stress abbia influenzato la loro impostazione educativa.

I ricercatori hanno misurato la regolarità fisiologica dei genitori utilizzando la RMSSD, una misura ampiamente utilizzata per valutare la variabilità della frequenza cardiaca.

20190227 setshift 1

I padri hanno più probabilità delle madri di pensare che il loro ragazzo sia stato intenzionalmente oppositivo, o stesse "cercando di far saltare i nervi ".

I ricercatori hanno scoperto che quei genitori - sia madri che padri - che erano meno capaci di smorzare la loro rabbia, come misurato dal RMSSD, erano più propensi a ricorrere, nel tempo, all'uso di una disciplina dura e punitiva e di assumere un comportamento ostile e conflittuale, esponendosi a una contrapposizione frontale con il loro ragazzo adolescente, e mettendosi così sullo stesso piano.

Gli studiosi hanno anche misurato la capacità dei genitori di spostare il loro "focus" nel corso del conflitto - cioè la loro capacità di essere mentalmente flessibili, tenendo presente concomitanti al comportamento del figlio, come l'età e il grado di sviluppo.

"Il cambiamento di focus, il controllo emotivo e la capacità di cambiare al volo il proprio stato d'animo, quello che gli studiosi definiscono come set-shift, sono importanti perché consentono ai genitori di modificare in modo flessibile e deliberato il loro approccio, nel tentativo di contenere e "guidare" i comportamenti mutevoli dei loro figli, in modo da arrivare a una risoluzione dei disaccordi".

In media, i padri non sono risultati bravi quanto le madri in questo. La capacità di controllare la loro fisiologica risposta di rabbia è stata ben più ridotta. Di conseguenza, erano più propensi a pensare che il loro ragazzo fosse volutamente ostile, il che a sua volta ha guidato le loro decisioni in merito alla disciplina e alle punizioni.

Tuttavia, i ricercatori hanno scoperto che quei padri che erano più bravi ad spostare il focus di attenzione durante il conflitto rispetto ad altri, erano anche più in grado di contrastare le difficoltà nella regolazione fisiologica.

Gli episodi di disregolazione fisiologica, ha scoperto il team di ricerca, predicono nel tempo un aumento delle risposte rabbiose dei genitori - sapersi controllare fisiologicamente, viceversa, modifica la tendenza a dare una risposta basata sulla rabbia.

"Questi risultati potrebbero avere importanti implicazioni per la costruzione e la rifinitura dei programmi sulla genitorialità" spiegano i ricercatori.

"Ad esempio, esistono esercizi che aiutano ad aumentare la regolazione fisiologica e, di conseguenza, con il tempo, a ridurre i comportamenti di genitorialità ostile, sia per le madri che per i padri".

È quasi ironico che i precedenti studi si siano focalizzati solo sulle madri, sottolineano gli studiosi.

"I padri sono in genere i responsabili del rispetto delle regole nella famiglia, e questo ruolo dovrebbe essere difficile da ignorare" afferma la professoressa Sturge-Apple. "Quindi, la capacità di essere flessibili nelle risposte può aiutare i padri, più delle madri, ad adattarsi ai cambiamenti dell'adolescenza".

La ricerca è stata realizzata con un gruppo di 193 padri, madri e giovani adolescenti (di età compresa tra i 12 e i 14 anni).


I materiali della ricerca sono disponibili sul sito dell’Università di Rochester.

Riferimento bibliografico:
Melissa L. Sturge-Apple, Zhi Li, Meredith J. Martin, Hannah R. Jones-Gordils, Patrick T. Davies.
Mothers' and fathers' self-regulation capacity, dysfunctional attributions and hostile parenting
during early adolescence: A process-oriented approach
.

Development and Psychopathology, 2019

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

Master accompagnare al futro 1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca