Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

 facebook iconinstagram iconyoutube icon

Doversi adattare a nuovi orari e tempi di sonno all'inizio dell'anno scolastico, può causare difficoltà agli adolescenti, portandoli a un riposo disturbato e discontinuo, generando affaticamento durante il giorno e cambiamenti di umore e concentrazione.

20221013 rest 4

Sebbene abbiano bisogno di otto, dieci ore di sonno a notte per mantenere la salute fisica, il benessere emotivo e per poter puntare a buone prestazioni scolastiche, secondo la National Sleep Foundation e l'American Academy of Sleep Medicine, la maggior parte degli adolescenti dorme meno di otto ore, specialmente nelle notti del periodo scolastico.

Una recente ricerca pubblicata da RUSH sulla rivista SLEEP fa luce su come gli adolescenti possono dormire più a lungo.

"Ci sono molti cambiamenti che un adolescente attraversa" ha affermato Stephanie J. Crowley, PhD, professoressa associata di psichiatria e scienze comportamentali e direttrice del programma pediatrico di cronobiologia e ricerca sul sonno presso RUSH. "Uno in particolare è un cambiamento relativo alla biologia del sonno che si verifica durante la pubertà".

"I sistemi cerebrali che controllano il sonno cambiano in modo tale che è più facile per un adolescente rimanere sveglio fino a tarda sera. Uno di questi sistemi - l'orologio circadiano di 24 ore – si sposta più tardi nel tempo".

Quindi ci sono due forze in competizione: una per andare a letto prima a causa dell'orario scolastico e l'altra dovuta a un cambiamento biologico che si verifica naturalmente nel corpo di un adolescente.

A causa di questo complesso conflitto, i ricercatori di RUSH hanno deciso di testare un intervento di due settimane che prende di mira il sistema circadiano con diverse misure comportamentali e cerca di aiutare gli adolescenti a raggiungere una migliore routine notturna di sonno.

Per combattere la privazione del sonno degli adolescenti, i ricercatori hanno utilizzato la terapia della luce intensa in due mattine del fine settimana per un totale di due ore e mezza. La luce intensa indica all'orologio interno di svegliarsi un po' prima. Questo spostamento dovrebbe rendere più facile per l'adolescente addormentarsi poi al momento opportuno nel corso della settimana.

20221013 rest 4a

Crowley e i suoi colleghi hanno quindi aiutato a contrastare la privazione del sonno fornendo strumenti di gestione del tempo e affrontando gli ostacoli all'ora di andare a dormire prima, come limitare alcune attività dopo la scuola.

I ricercatori sono stati in grado di spostare l'ora dell’andare a dormire degli adolescenti di un'ora e mezza prima e il loro tempo di sonno totale, di conseguenza, è aumentato di circa un'ora.

"La cosa interessante è che gli adolescenti con orologi circadiani tardivi si sono spostati “indietro” fino a due ore prima" ha detto la Crowley.

"E gli adolescenti che avevano un orologio circadiano anticipato non avevano bisogno di essere spostati prima. Avevano solo bisogno del supporto comportamentale per cercare di gestire il loro tempo la sera e aumentare la durata del sonno".

I ricercatori hanno anche scoperto che gli adolescenti nel gruppo di intervento erano meno stanchi, meno irritabili e meno preoccupati e mostravano una migliore concentrazione. Anche la prontezza mattutina degli studenti è risultata migliorata.

I ricercatori RUSH stanno ora seguendo i partecipanti in un altro studio per determinare se gli adolescenti sono stati in grado di mantenere la loro migliorata routine del sonno.


Riferimento bibliografico

Stephanie J Crowley, Sabrina L Velez, Logan G Killen, Jamie A Cvengros, Louis F Fogg, Charmane I Eastman.
Extending weeknight sleep of delayed adolescents using
weekend morning bright light and evening time management
.
Sleep, 2022.