Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Gli adolescenti che si sentono discriminati nella loro vita quotidiana - sia a causa della loro razza, sesso, età, sia per le loro dimensioni e caratteristiche fisiche - producono livelli più elevati e costanti di cortisolo, l'ormone dello stress.

20180228 salute discriminazione 1

È quello che sostiene un nuovo studio della California State University, condotto dalla professoressa Virginia Huynh, docente di sviluppo del bambino e dell’adolescente.

Livelli sregolati di cortisolo durante l'adolescenza possono avere ripercussioni più tardi per la loro salute da adulti, e sono stati associati a malattie cardiovascolari e alla mortalità per cancro.

I rischi per la salute possono aumentare per quegli adolescenti che soffrono di discriminazione o mancanza di rispetto in modo costante nella loro vita di tutti i giorni - in particolare le persone di colore e le donne, secondo lo studio.

"Per molto tempo c'è stata la convinzione che le esperienze fatte da adulti fossero più importanti di quelle fatte in età infantile e adolescenziale, anche quando si tratta di salute" ha detto la professoressa Huynh.

"Tuttavia, è mentre si è adolescenti che si cerca di determinare a quale parte della società si sia adatti, a quale parte si appartenga. Se si è esclusi o maltrattati, questo può influenzare in modo pesante il modo in cui ci si presenta e si interagisce con gli altri. Queste esperienze fatte da adolescenti sono quelle che veramente contano.

"E il nostro studio mostra che sono esperienze che possono anche avere un effetto negativo sulla salute degli adolescenti, con conseguenze a lungo termine" sostiene la studiosa.

La professoressa Huynh e i suoi colleghi hanno recentemente completato uno studio che ha coinvolto più di 300 adolescenti che frequentano a Los Angeles le scuole superiori.

20180228 salute discriminazione 1a

I ragazzi sono stati invitati a segnalare qualsiasi discriminazione percepita e se tale discriminazione venga attribuita alla razza, al sesso, all’età, all’altezza o al peso. I ricercatori hanno poi misurato i livelli di cortisolo nei liceali.

Il cortisolo è un ormone naturale rilasciato dal corpo nei momenti di stress. Livelli elevati e prolungati di cortisolo possono avere effetti a lungo termine sul sistema immunitario di una persona - dalla perdita di sonno, alla depressione, alle malattie cardiovascolari e all’ipertensione.

Lo studio, "Discriminazione quotidiana e cortisolo diurno durante l'adolescenza", è stato pubblicato sulla rivista online Science Direct.

I ricercatori hanno scoperto che la discriminazione di tutti i giorni, indipendentemente dal tipo, può contribuire a livelli di cortisolo più alti negli adolescenti di diversa estrazione e appartenenza etnica, che a sua volta solleva preoccupazioni circa la salute dei ragazzi quando diventeranno adulti.

"Abbiamo realizzato l'indagine attraverso lo studio di una vasta selezione di studenti, chiedendo loro delle discriminazioni che subiscono.

Al di là dei soliti fattori di razza e sesso, siamo stati in grado di verificare che tutti gli adolescenti vengono influenzati in modo rilevante dalla discriminazione percepita.

Ma quando si prende in considerazione che alcuni studenti – le minoranze etniche e le donne - hanno più probabilità di avere una qualche forma di discriminazione o mancanza di rispetto in modo costante nel loro quotidiano, allora l'impatto di elevati livelli di cortisolo potrebbe risultare aggravato".

La professoressa Huynh ha citato l'esempio di due ragazzi la cui scuola si trova vicino a un supermercato. Ogni giorno il negozio è invaso dagli studenti, quando la scuola li lascia uscire. Uno studente maschio bianco viene casualmente fermato dalla guardia di sicurezza del negozio, che chiede di controllare il suo zaino.

Lo stress di questo imprevisto può aumentare i livelli di cortisolo dello studente, ma l’episodio di solito non si ripete più. Uno studente maschio di origine ispanica viene anch’egli fermato e perquisito dalla guardia. Diversamente dallo studente bianco, lo studente ispanico viene fermato dalla guardia diverse volte nel corso dell'anno scolastico.

20180228 salute discriminazione 3

"Quando lo studente bianco viene perquisito, i suoi livelli di cortisolo possono aumentare, ma dal momento che il fermo avviene solo una volta, i livelli non rimangono elevati" ha detto Huynh.

"Se lo studente latino-americano sperimenta questa esperienza stressante più spesso, gli elevati livelli di cortisolo nel tempo potrebbero avere implicazioni a lungo termine per la sua salute quando sarà un adulto".

“Gli adulti tendono ad accusare i ragazzi di essere "troppo sensibili" per alcune situazioni”, spiega la professoressa Huynh. "Dovremmo fare un passo indietro e pensare un po’ a questo. Potrebbe sembrare una reazione eccessiva, ma in realtà stanno vivendo esperienze stressanti, questo potrebbe influire su di loro biologicamente.

"I genitori e gli adulti che si prendono cura dei ragazzi dovrebbero considerare questa come una ragione più che buona per parlare con i loro figli, in particolare con gli adolescenti. So che è difficile comunicare e farsi ascoltere dagli adolescenti, soprattutto quando non ne vogliono sapere di parlare con te. Bisogna far sentire loro che non si vuole essere troppo invadenti, ma solo ascoltarli.

"Una volta che ci si rende conto che la situazione non ha solo effetti psicologici ma anche biologici, penso che ci sia più motivazione per lavorare con l'adolescente con l’obiettivo di trovare strategie di coping efficaci.

Per un adolescente, questo può anche significare qualcosa di semplice come avere qualcuno che lo ascolti, ma ci possono essere problemi che richiedono un'azione e un contrasto più grandi. Se non facciamo questi passaggi oggi, potrebbe essere troppo tardi quando i ragazzi diventeranno adulti e la loro salute sarà già compromessa".

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca