Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

comunicazione

  • Confrontarsi e comunicare con gli adolescenti

    Visto attraverso gli occhi di un adolescente il mondo è un insieme enorme di possibilità. Gli adolescenti sono desiderosi di immergersi in qualunque cosa incroci la loro strada e di sperimentare tutto il possibile. Vogliono essere abbastanza indipendenti per fare le proprie scelte e allo stesso tempo sono ancora aggrappati alle cose che risultano confortanti e rassicuranti.

     20170710 importanza 1a

  • Cosa vorrebbero gli adolescenti? Che i genitori fossero piante da vaso

    Molti genitori sentono che i loro figli adolescenti difficilmente avranno ancora bisogno di loro. Gli adolescenti spesso sono incostanti su quello che si sono ripromessi di fare o sui loro programmi, a volte rifiutano le nostre domande amichevoli su come intendano occupae la loro giornata, e questo può dare l'impressione che l'interazione con la famiglia sia per loro un'imposizione, che può sussistere solo a costo di sacrificare i rapporti, reali o virtuali, con gli amici.

    20170221 piante da vaso a

  • Crescere in un balloon. Nathan Never

    Cinque figure dell'immaginario fumettistico come altrettanti simboli di adolescenze "sul limite" tra perdita di sé e riscoperta dell'appartenenza a un gruppo.

    Nathan Never: la solitudine

    L'esperienza della solitudine acquisisce una tonalità fondamentale e decisiva in età adolescenziale; potremmo dire che chi non è stato davvero solo a sedici anni forse non lo sarà mai davvero per tutta la vita, e forse non c'è da invidiarlo. La solitudine degli e delle adolescenti è un misto di tratti tragici ed eroici; fa soffrire ma fa anche sentire eletti; è la solitudine dei dannati, dei diversi e forse degli dei; la solitudine di cui parla Roberto Vecchioni in una canzone di tanti anni fa: "Non si è soli quando un altro ti ha lasciato/si è soli se qualcuno non è mai venuto".

    20140110 nathan never

  • I genitori non comprendono quanto possano apparire negativi agli occhi dei loro figli

    Educare e aiutare a crescere dei figli adolescenti è uno degli aspetti più impegnativi della genitorialità. In quegli anni tumultuosi, i ragazzi bramano l'indipendenza, e quando i genitori dicono loro cosa fare, spesso si defilano o reagiscono energicamente a quelle che interpretano come manifestazioni di autorità: urlando, sbattendo le porte, e andandosene arrabbiati in camera loro.

    20170412 atteggiamenti 6

  • Il diverbio con un adolescente può diventare una grande occasione per conoscerlo

    Una cosa è difficile da capire e da tenere sotto controllo - per i genitori e per gli adolescenti - è la reattività dell’ipotalamo, i suoi tempestosi modi di manifestarsi. È quello che accade quando si ha una reazione estrema in risposta a una cosa da poco o addirituttura da niente, con gesti e parole che improvvisi e quasi incontrollabili. 

    20160616 diverbio 1

  • Mamma, papà facciamo un gioco?

    Con l’avvicinarsi delle vacanze estive il tempo da passare in famiglia non è solo maggiore ma si struttura principalmente nei termini di una qualità che i ritmi frenetici, i doveri e i compiti dell’inverno non ci permettono di garantire.

    20170724 gioco 1

  • Non è tardi - Cronache di rap in comunità Villa Plinia di Fondazione Rosa dei venti onlus

    "Hai tempo un attimo? Posso farti sentire una cosa?". Prendo un auricolare, ci sediamo su una panchina nel sole autunnale, mi concentro sulle musica che parte ritmata in cuffia. Stigma, si fa chiamare così, tiene tra le mani il suo cellulare, scorre rapido il testo che sta cantando, potrebbe anche non leggere in realtà, vedo che conosce le parole alla perfezione, ma forse così si sente più sicuro.

     20151029 rap 3

  • Non voglio essere schiavo di un dispositivo elettronico

    Provate a chiedere a degli adolescenti come iniziano la loro giornata, molto probabilmente vi risponderanno che lo fanno controllando gli aggiornamenti di Facebook.

    20160725 dispositivi 8

  • Parlare di sesso con i figli

    Poter confidarsi e parlare di sesso con i genitori, specialmente le madri, ha un effetto positivo sul comportamento degli adolescenti. La fiducia e il dialogo che si costruisce con le loro figure adulte di riferimento, li porta infatti, quando sarà il momento, a scegliere un sesso sicuro.

    20151126 comunicazione sesso 3

  • Perché i tuoi figli adolescenti si irritano tanto stando con te

    Quando chiedete al vostro ragazzo adolescente qualcosa che riguarda (apparentemente) le cose di tutti i giorni (se ha fatto i compiti, di cosa abbia parlato con la professoressa di italiano, cosa abbia fatto a casa di un amico dopo la scuola) che reazione ottenete?

    20171129 irritare 2

  • Perché il tuo adolescente scontroso non vuole parlare con te

    Alla maggior parte dei genitori è capitato molte volte di vedere il loro ragazzo adolescente iniziare la giornata con un ragionevole buon umore e tornare poi da scuola avvolto in un tenebroso e freddo silenzio.

    20171120 comunicazione 3

  • Pokémon Go: la realtà virtuale incontra il mondo reale

    Annunciato ufficialmente il 15 settembre 2015, il gioco Pokémon Go sviluppato da Niantic inizia la sua scalata epidemica il 6 luglio 2016 in Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti d’America e dopo una rapida diffusione in vari paesi con scadenze prestabilite che ne hanno fatto aumentare in modo esponenziale l’ansia di attesa e la curiosità, il gioco arriva in Italia il 15 luglio 2016.

    20160914 Volpi pokemon 1

  • Quando il burnout da lavoro fa di te un genitore a pezzi

    I vostri ragazzi avranno quell’età solo per un breve periodo di tempo, non dimenticatelo: cercate di esserci mentre loro ci sono. Non perdete il contatto.

    20161130 burnout 7a

  • Spazio protetto e riflessione "ritmica": la Drumbeat

    Cindy Mathers era perplessa. Incaricata di coinvolgere un gruppo di adolescenti considerati a rischio di dispersione scolastica nel passaggio alla scuola superiore, Cindy, che lavora con le comunità aborigene nel West Gippsland, in Australia, era preoccupata che le tradizionali tecniche didattiche basate sulla comunicazione orale risultassero presto inefficaci con ragazzi tanto turbolenti.

    20131016 drum3

Iscriviti alla newsletter