Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

coronavirus

  • “Pesci rossi nella palla di vetro”. La Comunità e l'isolamento per COVID-19

     “I pesci rossi nella palla di vetro nuotavano con uno slancio,
    un gusto di inflessioni del loro corpo sodo,
    una varietà d’accostamenti a pinne tese,
    come se venissero liberi per un grande spazio.
    Erano prigionieri.
    Ma s’erano portati dietro in prigione l’infinito.”

    Emilio Cecchi

    20200513 Pesci rossi

    “Mi sento come in una bolla, il mondo appare lontano”.

    Con queste parole l’educatore di una Comunità per minori descrive il proprio sentire nell’attuale complessa situazione sociale, professionale e personale caratterizzata dall’Emergenza Covid19.

  • Allora immagina di essere un bambino o una bambina

    Mi è stato proposto di riflettere su che cos’è la violenza assistita ai tempi del coronavirus. Assistita, s’intende, quella violenza di cui i bambini sono testimoni, per l’appunto vi assistono, generalmente del papà sulla mamma anche se a dirla tutta può ricadere sul papà, su un fratello, un nonno, un animale, perfino su un vicino di casa. Mi attengo alla violenza sulla mamma, non per negare il resto, obbedisco alla statistica.

    20200409 assistita 3

  • Attenzione agli agiti dei bambini

    I bambini agiscono quello che non riescono a dire. Fanno il broncio, corrono per casa, si svegliano presto e vanno a letto tardi. I loro ritmi classici, il più delle volte frenetici, si sono rallentati all’improvviso e se i primi giorni sembrava tutto un gioco, una festa, l’esaudimento magico del desiderio espresso tante volte di stare insieme a mamma e papà per tutta la giornata, oggi dopo che il tempo insieme è davvero tanto iniziano a spazientirsi, a fare capricci, a chiudersi nelle loro stanze, a mangiare di più o al contrario al mangiare di meno.

    20200320 children 3a

  • Come potrebbero reagire i ragazzi a questa crisi

    Siamo tutti drammaticamente colpiti da questa emergenza sanitaria, dalle paure per la salute delle nostre famiglie e di noi stessi, dall'insicurezza economica, dalla condizione di isolamento a casa e altro ancora. Il modo in cui siamo colpiti da tutto questo e come possiamo farvi fronte varia in base a molti fattori: classe sociale, risorse finanziarie, situazioni di lavoro, età.

    20200406 reazione 11

  • Come smettere di aspettare "quando il virus sarà finito"

    Quante volte abbiamo pensato: "Quando il virus sarà finito, farò questo e quest’altro….”, come se rimandasse tutto (o almeno le cose che più si desiderano) fino ad allora? Sicuramente lo stanno facendo anche molti adolescenti.

    20200616 smettere 4

  • FERMIAMOCI UN ATTIMO diventa NON FERMIAMOCI MAI

    20200313 petalo 5

    A volte è la vita che decide di farci fermare. E in un attimo in una paradossale inversione di rotta tutto cambia. Il monito di Fermarsi un attimo dai ritmi frenetici giornalieri con cui ho dato nome al mio blog, oggi è la regola principale da seguire per aiutare il nostro paese ad affrontare una malattia che toglie il respiro.

  • Filastrocca delle precauzioni

    Stai distante almeno un metro
    tu davanti, io sto dietro.
    Stiamo un metro o due distanti
    tu vai dietro e io davanti.

    20200310 precauzioni 2

  • Filastrocca incoronata

    La diffusione del coronavirus ha alterato tutti i ritmi di vita, anche quelli dei bambini. Più che ribellarsi ai limiti possiamo esercitarci tutti, grandi e piccoli, a rispettarli e a giocarci dentro.

    Filastrocca incoronata
    per non fare la frittata.
    Ci han sospeso anche la scuola
    e si sa che il tempo vola.

    20201003 incoronata 5 

  • I costi psicologici dell’isolamento sociale

    Nei giorni in cui nel nostro Paese, e in gran parte del mondo, vengono messe in atto misure sempre più rigorose per tenere a distanza le persone per rallentare la diffusione del coronavirus, gli esperti di salute mentale avvertono che perdere i quotidiani contatti sociali comporta pesanti costi psicologici. E tali costi potrebbero aumentare man mano che tali misure si prolungano.

    20200330 distancing 3

  • I momenti di crisi rivelano la nostra connessione emotiva con gli estranei

    Oltre a colpire il sistema immunitario e a rappresentare una minaccia, il contagio ha sconvolto pesantemente ogni aspetto della società. Ha modificato il modo in cui si lavora, si gioca, si impara, si fa esercizio fisico, si acquistano prodotti e si socializza.

    20200608 connessione 4 

  • Il coronavirus potrebbe portare a un’epidemia di abusi sui minori

    Intere famiglie in questi giorni sono rinchiuse nelle loro case, spesso in spazi ristretti. L'ansia per la salute, i percorsi scolastici e la situazione economica è alta. I bambini non vedono gli insegnanti e tutte quelle altre figure adulte esterne alla famiglia che normalmente si interessano e preoccupano per il loro benessere.

    20200422 epidemiaabusi 2a

  • Il fondamentale ruolo degli insegnanti in questa fase di interruzione scolastica

    La scuola e il lavoro degli insegnanti garantiscono a ogni ragazzo i fondamenti del sapere e consentono di sviluppare le capacità di apprendimento autonomo, che sono le basi della cittadinanza in democrazia. La chiusura delle scuole dall'inizio della crisi prodotta dalla pandemia priva i bambini e i giovani di opportunità di sviluppo e miglioramento.

    20200430 ruolo 4a

  • Il passaggio alle lezioni online e le disparità formative

    Da quando si è cercata di istituire una continuità scolastica online, dopo il blocco delle scuole per l’emergenza della pandemia, continuità che peraltro non tutti gli istituti sono riusciti a garantire, molti studenti si sono trovati a dover seguire le lezioni in condizioni precarie, all’interno di spazi angusti e senza i mezzi informatici adeguati.

    20200420 disparità 11a 

  • Il video dell'incontro su Adolescenti e Covid-19, con Gustavo P. Charmet e Lamberto Bertolé

  • In cucina per reagire: l’unione fa la forza

    20200315 cooking 1

    La cucina da grande madre del mondo ci viene incontro sempre, anche e soprattutto, nei momenti di difficoltà come quello che stiamo vivendo oggi. Cucinare è una vera e propria terapia per l’anima, per alleviare momenti di stress, per dare direttive, per sviluppare pensieri creativi, per distrarre l’attenzione ed abilitarla alla progettualità esecutiva, per mantenere attiva la memoria in situazioni di emergenza, per non cadere in vissuti depressivi, per unire la famiglia e unirci nelle difficoltà, per reagire costruttivamente agli ostacoli che la vita ci pone dinnanzi, a volte drammatici, come quello di oggi.

  • L'importanza di un punto di osservazione psicologico alla ripresa della scuola

    Il rientro a scuola dei ragazzi, soprattutto di quelli più giovani, non comporterà solo la necessità di recuperare apprendimenti, ma anche di ristabilire un principio di equità didattica a partire dalle lacune e dalle differenze prodotte dalla sospensione in presenza, da studente a studente, per le diverse condizioni familiari ed economiche.

    20200623 equità 2

  • L’impatto dell’emergenza sanitaria sull’infanzia. La comunità internazionale a confronto

    In queste settimane sono numerosi i documenti, le raccomandazioni, gli appelli elaborati ad ogni livello per portare l’attenzione su come bambini e adolescenti vivono l’emergenza sanitaria. Ciascuno di essi meriterebbe un’analisi approfondita, ci accontentiamo di una breve e sommaria rassegna.

    20200416 impatto 1

  • L’impatto sull’apprendimento dell’emergenza e l’occasione per un rilancio della scuola

    Da quando le scuole hanno sospeso le attività in presenza a seguito dell’emergenza coronavirus, molti genitori si sono chiesti e hanno domandato agli insegnanti quale effetto possa avere il radicale cambiamento nella didattica sull’apprendimento dei figli.

    20200527 ripensamento 1

  • L’isolamento può influenzare psicologicamente i più giovani

    Il confinamento può influenzare seriamente i ragazzi più giovani da un punto di vista psicologico, ma i genitori hanno l'opportunità, attraverso le loro azioni e la loro comunicazione, di aiutare a evitare il peggio.

    20200518 isolamento 3

  • La didattica a distanza per gli alunni con bisogni speciali di fronte alla sfida del Covid-19

    In questo complicato momento storico nulla sembra essere certo: non si sa quando la pandemia avrà fine e si tornerà alla vita normale. Le scuole quest’anno non riapriranno, ma il diritto e dovere allo studio non può essere sospeso.

    20200331 inclusivo

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Link amici

Area riservata