Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

sostegno

  • Confrontarsi e comunicare con gli adolescenti

    Visto attraverso gli occhi di un adolescente il mondo è un insieme enorme di possibilità. Gli adolescenti sono desiderosi di immergersi in qualunque cosa incroci la loro strada e di sperimentare tutto il possibile. Vogliono essere abbastanza indipendenti per fare le proprie scelte e allo stesso tempo sono ancora aggrappati alle cose che risultano confortanti e rassicuranti.

     20170710 importanza 1a

  • Essere genitori in un’epoca di profondi e improvvisi cambiamenti

    È sempre più difficile essere dei buoni genitori in un periodo storico caratterizzato da trasformazioni sociali continue e improvvise, crisi economica, imperversare della comunicazione digitale. Una questione non da poco e decisiva per lo sviluppo e la qualità della vita sociale, riconosciuta dal Ministero della Salute spagnolo, il quale ha recentemente pubblicato una guida ad hoc sulla genitorialità e sulle sue molteplici declinazioni, responsabilità e attenzioni.

    20150122 genitorialità

  • Gli adolescenti diventano più coscienziosi quando si sentono supportati dagli altri

    Nel corso dell’adolescenza la vita diventa più complicata e anche le relazioni interpersonali, di conseguenza, cambiano. Durante i primi anni delle superiori, i giovani spesso percepiscono un calo nel supporto ricevuto, sia in ambito familiare sia nella vita sociale. Di conseguenza anche la loro propensione all’aver cura degli altri diminuisce in modo drastico in questa fase della vita.

    20160302 prosociali 2

  • Il valore delle spiegazioni per superare i conflitti

    Il benessere degli adolescenti può migliorare quando i conflitti con il padre vengono adeguatamente spiegati - dalla mamma, da un amico o anche dal papà stesso. Gli adolescenti che ottengono una spiegazione per il comportamento del padre o vengono aiutati a comprendere di chi sia la colpa dello scontro, si sentono meglio sia con se stessi che in relazione al padre. Questo sentimento positivo nei confronti del padre, a sua volta, risulta essere legato a una diminuzione del rischio di depressione nei giovani.

    20150503 conflitto padre 2

  • In conflitto con il padre? Trova l'interlocutore giusto con cui parlarne.

    Il benessere degli adolescenti può migliorare quando i conflitti con il padre vengono adeguatamente spiegati - dalla mamma, da un amico o anche dal papà stesso. Gli adolescenti che ottengono una spiegazione per il comportamento del padre o vengono aiutati a comprendere di chi sia la colpa dello scontro, si sentono meglio sia con se stessi che in relazione al padre. Questo sentimento positivo nei confronti del padre, a sua volta, risulta essere legato a una diminuzione del rischio di depressione nei giovani.

    20140616 argument 2

  • La dimensione pedagogica del sistema della giustizia minorile. L'intervista a Lamberto Bertolé nel II Rapporto sulla devianza minorile

    Le riflessioni sulle implicazioni educativo – pedagogiche della situazione attuale del sistema penale minorile sono inseparabili dalle osservazioni sullo stato di procedure e snodi organizzativi e operativi. Sono infatti seminate in modo trasversale a tutti i punti che ho toccato finora.

    Voglio però a questo punto sottolinearne esplicitamente due aspetti, a loro volta strettamente interconnessi: la condizione dei minori e la condizione degli adulti. I fattori di disequilibrio legati alla crisi economica saranno anche qui espediente per mettere a fuoco motivi permanenti di attenzione e urgenza.

    20140227 intervista 2

  • La famiglia e la disabilità psichica: ipotesi di funzionamento e di relazione con gli educatori

    “Lascia che il tuo io entri intimamente in comunicazione con tutte le tue parti.
    Liberati, per poter avere delle possibilità
    E per usare queste possibilità liberamente e creativamente.
    Per sapere che qualunque cosa sia stata nel passato, è stato il meglio che potevamo fare.
    Poiché essa rappresentava il meglio di ciò che sapevamo
    essa rappresentava il meglio della nostra coscienza.
    Man mano che la nostra conoscenza si amplia, e noi diventiamo sempre più consapevoli,
     entriamo anche più in sintonia con noi stessi.
    E entrando in sintonia con noi stessi possiamo entrare in sintonia con gli altri.”
    (Satir, Banmen, Gomori & Gerger, 1991)

    La disabilità, e in particolare il disturbo psichiatrico, presentano una complessità di problematiche che vanno affrontate con una serie di interventi ad ampio raggio, di tipo socio-sanitario integrato. Accanto al disturbo occorre considerare la qualità di vita del paziente e dei suoi familiari, l’opportunità di vivere integralmente l’ambiente, le relazioni sociali, il lavoro, gli interessi e lo sport.

    20160330 famiglia disabilità psichica - a

  • La famiglia e la disabilità psichica: ipotesi di funzionamento e di relazione con gli educatori. - Parte seconda

    La relazione d’aiuto: la riattivazione del legame di attaccamento
    Premessa indispensabile e fondamentale per la relazione d’aiuto è l’autentico interesse per la persona, tenendo conto delle sue premesse esistenziali (le precoci esperienze, vissute nella relazione primaria) e dei suoi modi di relazionarsi.

    20160330 famiglia disabilità psichica 3a

estate 2

Le pubblicazioni su Ubiminor riprenderanno il 4 settembre.
A tutti i lettori, auguriamo buone vacanze!

Iscriviti alla newsletter