Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Un nuovo studio della Facoltà di Medicina dell'Università del Michigan rivela che gli adolescenti che hanno una muscolatura più forte corrono un minore rischio di malattie cardiache e di contrarre diabete. Questi giovani, rispetto ai coetanei con muscolatura meno pronunciata, anche un basso indice di massa corporea (BMI), fianchi più piccoli e sono complessivamente più in forma.

20140407 forza

 
I ricercatori hanno esaminato i dati di oltre 1.400 bambini di età compresa da 10 a 12. Tra gli elementi presi in considerazione, la loro percentuale di grasso corporeo, la pressione sanguigna, i livelli di colesterolo, glicemia e trigliceridi. Il più forte tra di loro ha fatto riscontrare il più basso rischio di diabete e malattie cardiache. La ricerca è basata sui dati del Programma Cardiovascular Health Intervention (CHIP).
 
 
"È una convinzione largamente diffusa che il BMI, comportamenti sedentari e bassi livelli di fitness cardiovascolare siano legati all’insorgenza del diabete, di malattie cardiache e ictus, ma i nostri risultati suggeriscono che la forza muscolare  possa svolgere un ruolo altrettanto importante nella salute cardiometabolico dei ragazzi", ha detto l'autore Mark D. Peterson, Ph.D, MS, ricercatorepresso il Dipartimento di Medicina Fisica e Riabilitazione dell’Università del Michigan.
 
 
La forza dei giovani inclusi nella ricerca, è stata testata con una valutazione standard della forza di stretta del pugno; è stata inoltre esaminata la funzionalità cardiorespiratoria.
"Quanto più sei forte in rapporto alla tua massa corporea, quanto più sano sei", ha osservato Peterson. "L'attività fisica, lo sport, e anche un'attività ricreativa che supporti un’acquisizione precoce di forza muscolare, dovrebbero integrare gli interventi tradizionali funzionali alla perdita di peso tra bambini e ragazzi, al fine di ridurre i rischi di malattie gravi per tutta l'adolescenza".
 
 
È questo è il primo studio a dimostrare una connessione tra forza fisica e riduzione del rischio di malattie cardiache e diabete negli adolescenti. Uno studio svedese nel 2012 aveva rilevato che ad un’alta resistenza muscolare in adolescenza è associato un rischio inferiore del 20-35% della mortalità prematura - per cause diverse, tra le quali le malattie cardiovascolari.
 
Il nuovo studio è stato pubblicato sulla rivista Pediatrics.
 

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

Master accompagnare al futro 1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca