Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

responsabilità

  • Iscriversi all’università, essere riusciti a superare i test di ingresso, non significa che uno studente sia pronto per quello che lo attende. Occorre aver maturato alcune basilari competenze di adultità. I genitori possono aiutarli in questo, sostenendo e incoraggiando i loro ragazzi ad aumentare il loro grado di autonomia e responsabilità personale mentre sono ancora alle superiori.

    20180801 college 1

  • Il giudice minorile John Walker sostiene che occorre un’assunzione di responsabilità collettiva per affrontare le complesse cause alla base dei reati commessi dai minorenni. Tale assunzione di responsabilità, dice il giudice in base alla sua lunga esperienza, offre una migliore possibilità di successo per il recupero dei giovani rispetto all'avere nei loro confronti una posizione rigida, mirata solo a un’attribuzione di colpa al minore.

    20180516 recuperare 6

  • Negli scorsi anni sono stato incaricato da alcune Scuole Medie di un quartiere periferico di Milano, di effettuare la supervisione pedagogica agli Insegnanti, che lamentavano grandi difficoltà nel gestire la relazione con allievi e genitori. Da questa esperienza, affascinante e faticosa, sono nate alcune considerazioni sul funzionamento dei gruppi di lavoro nelle scuole e sulle funzioni pedagogiche degli insegnanti.

    201030.1

  • Quando arrivo in cortile, come sempre, butto l’occhio sull’ingresso della palazzina. So già che troverò il bidone della spazzatura stracolmo e che le scale saranno sporche, poco curate e piene di foglie. Che nervi, è una battaglia persa! Questa volta, però, l’occhio mi cade sul tavolino verde, quello basso della sala, usato dai ragazzi come mobile porta televisore, abbandonato fuori dalla porta sul cortile.

    20131221 luca2

  • Osservare un ragazzo crescere e trasformarsi sempre di più in un adulto può suscitare emozioni contrastanti per molti genitori. Anche se la maggior parte dei diciassettenni esibiscono molta maturità, hanno ancora bisogno di buone dosi di guida e supporto.

    20180725 diciassettenne 1a

  • Un confetto, due confetti
    stanno, i figli, dove li metti.

    20160531 confetto 1

  • Il papà, sentito in carcere dove è rinchiuso per spaccio, lo ha detto con semplicità disarmante:

    “Mi ha chiesto un consiglio per spacciare nella mia città e io gli ho dato un numero di telefono ma che c’entra, mica ci ho guadagnato. Ho solo aiutato un amico”. 

    20160404 filastrocca detenuto

  • Dalla sezione News della Columbia University. L'articolo getta anche luce sulla grande differenza tra il nostro sistema giuridico minorile e quello statunitense. 

    Psicologi e avvocati penalisti hanno a lungo sostenuto che il cervello degli adolescenti è differente da quello di un bambino o di un adulto.

    L' unico problema? Non potevano dimostrarlo.

    Ora, grazie ai progressi della tecnologia, un team di esperti - tra i quali la professoressa Elizabeth S. Scott della Facoltà di Legge della Columbia University - si è proposto di rispondere alle domande su come il funzionamento del cervello degli adolescenti sia diverso da quello degli adulti e come le differenze possano influenzare il comportamento e i processi decisionali.

  • Ai giovani occorre non solo 
    far comprendere le regole
    ma anche perché esistono le regole

    20161020 regole 3a

  • La necessità di tutelare deve integrarsi
    con la spinta all'autonomia 
    dei giovani adolescenti

    20161010 dominanti 3

  • È strano, come le apparenze ingannino; o forse siamo noi osservatori che, come in un trucco di magia, spesso e volentieri ci lasciamo ingannare. Nel lavoro educativo, la distinzione fra la forma e la sostanza non è sempre facile, ancor di più quando abbiamo a che fare con giovani ragazzi che hanno investito, come fine risorsa di sopravvivenza, tutto quel che hanno nella loro apparenza – fisica, estetica o relazionale che essa sia – per riuscire ad avere un posto nel mondo: camaleontici, riescono, se necessario, a mimetizzarsi perfettamente nei contesti vissuti, la strada, gli adulti, il lavoro, la scuola o addirittura gli affetti. Ma sembrare non vuol dire essere e il camaleonte, foglia in apparenza, rimane comunque camaleonte.

    20151222 sogno 4

  • La chiamata arriva alle due di  pomeriggio , appena dopo pranzo, ed interrompe la sensazione di rifiuto  che prova di fronte  ai compiti che lo attendono e la ricerca di un auspicabile cambio di priorità che lo sposti dallo schermo del computer.
    Il display del cellulare s'illumina  ad intermittenza e sembra suggerire una certa urgenza in termini d'attenzione e questo lo sollecita; pertanto tasta  il pacco di sigarette nel taschino laterale della giacca, e poi esamina la scrivania in una ricerca vana dell'accendino, che difatti ha nella tasca dei jeans.

    20150728 jamie 3

  • Che poi, sentita la ragazza, penseresti: ora viene qui, ammette i suoi torti, chiede di riprendersi la figlia.
    Questo Melina si aspetta da lui.
    Invece…

    Date la colpa a mia figlia
    che io non ne ho nessuna.
    È lei che mi spariglia
    le carte e la fortuna.

    20180115 Melina 2

  • Melina voleva essere una fata, muovere un cambiamento, guidarlo, assestarlo secondo ciò che si aspetta. Dimentica che la vita degli altri non è nelle sue mani, fossero anche i suoi genitori. La mamma, ora che per la prima volta in più di vent’anni ha provato ad alzare la testa, non vuole più stare al gioco. Al giogo. Melina riuscirà ad accettarlo?

    Lui diceva “Stai zitta
    che non capisci niente”.
    Mi sentivo sconfitta.
    Davvero mi comprende?

    20180122 melina madre 4

  •  “ la fiducia è un mezzo x affrontare rischi  che altrimenti paralizzerebbero l'azione”
    M. Kanter

    Responsabilità[1] – lo dice il suo etimo – significa che il soggetto deve rispondere a qualcuno o a qualcosa (persona, interlocutore sociale, norma, istanza interiore) del proprio o dell’altrui comportamento, del suo significato e delle sue conseguenze. La capacità di rispondere delle conseguenze di un’azione costituisce l’indice della libertà di scelta del soggetto.

    20140910 responsabilità

  • In un intervento pubblicato lo scorso 21 dicembre sulla rivista Neuron, lo psicologo di Harvard Leah Somerville sostiene che l'utilizzo degli strumenti delle neuroscienze attuali per definire quando un cervello "raggiunge la maturità" è molto più complicato di quanto possa sembrare.

    20161229 maturità cervello a

  • I lavoretti estivi per gli adolescenti hanno un valore che va molto al di là dei soldi guadagnati, per questo è una vera sfortuna che siano in declino, come sembra, e che molti genitori non ne comprenda il valore di questa esperienza per la formazione dei loro ragazzi.

    20170718 summer 4a

  • Se si vuole dar vita a un acceso dibattito, basta chiedere a un gruppo di genitori cosa pensano dell'uso della tecnologia per monitorare la posizione di un adolescente. Molti adulti si dicono decisamente contrari all’idea di seguire da lontano i movimenti di un adolescente, mentre altri si domandano perché mai un genitore attento non dovrebbe farlo.

    20181004 localizzare 1

  • Il progetto educativo per accompagnare
    i giovani all'autonomia,
    tra diritti e doveri

    20161116 verso lautonomia 2

Iscriviti alla newsletter

Link amici

Area riservata