Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

aggressività

  • Mutismo selettivo? Esordio psicotico? Banale ribellione adolescenziale? Risposta a violenze mai rilevate? Rivincita per essere rimasta nel Paese d’origine, bambina, mentre mamma, papà e i fratelli già erano in Italia insieme – o magari per essersene dovuta andare?

    Mostri solo le treccine
    perché il volto è chinato.
    Così tracci il confine
    del tuo mondo arrabbiato.

    20161215 parole 1

  • L’aggressività infantile è un fenomeno che sta assumendo dimensioni sempre più preoccupanti; occuparsene è fondamentale anche perché è dimostrato che tali bambini rischiano di sviluppare  comportamenti futuri violenti, drop out scolastici, abuso di sostanze, problemi di salute mentale, nonché condotte criminose.

    20160512 bambino aggressivo 2

  • Il bullismo e le provocazioni che una volta rimanevano confinati nei cortili della scuola o nei luoghi di incontro e di gioco dei giovani, tendono oggi a riversarsi e a manifestarsi sempre di più attraverso messaggi di testo, video e negli spazi virtuali dei social media.

    20160509 aggressività cyber 3a

  • Lo specchio diventa un oggetto senza il quale non potrebbero vivere. Si innamorano della propria immagine e credono di meritare un trattamento speciale, diventando aggressivi se non lo ricevono. L'esposizione alla violenza domestica, la mancanza di una comunicazione affettuosa e positiva tra genitori e figli, e un'educazione permissiva, sono fattori che concorrono a sviluppare adolescenti narcisisti che aggrediscono fisicamente o verbalmente i loro genitori.

     20151221 narcisismo 2

  • Gli uomini commettono la maggior parte degli omicidi. Gli esperti, i politici e i media si spendono molto per spiegare, di volta in volta, le tragedie che si verificano, chiedendosi se siano dovute a malattia mentale, alla scarsa efficacia delle attività di prevenzione e di contrasto del disagio sociale o alla facile disponibilità di armi da fuoco.

    Tutte queste possibili spiegazioni ruotano intorno a domande più grandi e centrali: perché c'è sempre un uomo dietro queste sparatorie? E perché è quasi sempre un giovane uomo?

    20160831 armi 2

  • Gli uomini commettono la maggior parte degli omicidi. Gli esperti, i politici e i media si spendono molto per spiegare, di volta in volta, le tragedie che si verificano, chiedendosi se siano dovute a malattia mentale, alla scarsa efficacia delle attività di prevenzione e di contrasto del disagio sociale o alla facile disponibilità di armi da fuoco. Tutte queste possibili spiegazioni ruotano intorno a domande più grandi e centrali: perché c'è sempre un uomo dietro queste sparatorie? E perché è quasi sempre un giovane uomo?

    20180731 armi 5

  • Secondo un nuovo studio condotto da ricercatori di tre università statunitensi, gli adolescenti esposti alla violenza rappresentata alla televisione e nei film, e ad alti livelli di conflittualità familiare, sono più propensi ad assumere comportamenti aggressivi.

    20181001 media 1

Iscriviti alla newsletter

Link amici

Area riservata