Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

gruppo dei pari

  • Bullismo e intervento dei pari

    Si inizia spesso con una battuta, che in genere però è un colpo basso. Poi un altro scherzo, un altro colpo. Dopo può accadere che la manifestazione di bullismo si aggravi, oppure che rimanga a “bassa intensità”, a malapena riconoscibile, se non per la vittima. Qualcuno dice qualcosa per fermare la situazione? La situazione continua a mantenersi sottotraccia o diventa esplosiva?

    20170503 bullismo e pari

  • Chi beve il primo bicchiere in famiglia si ubriaca di meno

    Sembra fare una grande differenza se il primo bicchiere viene bevuto in famiglia o meno. Lo dice la ricerca su alcol e giovani pubblicata dall’Osservatorio permanente Giovani e Alcol, un'indagine che ha coinvolto 1.180 studenti di terza media residenti nelle cinque città metropolitane italiane (Roma, Milano, Napoli, Torino e Palermo).

    20141223 alcol3

  • Così vicini-così lontani: l’illusorietà della protezione del gruppo in rete

    I fatti di cronaca testimoniano con rapidità crescente la fotografia di quello che l’ambiente virtuale ha prodotto nel corso degli ultimi anni, con un’escalation sempre più invasiva di violenza, mancanza di rispetto, solidarietà, unione, consolidamento di esperienze vissute insieme che cementano quello che da adulto sarà il ricordo spensierato di quelle prime volte che inaugurano il passaggio verso la tanto desiderata vita “da grandi”.

    20171002 protezione 4

  • Dopo la notte

    I ragazzi che ospitiamo nei nostri servizi residenziali spesso si muovono come animali selvatici, vigili e in perenne allarme, attenti a difendere il proprio territorio e a non invadere quello altrui, in una apparente convivenza pacifica, col colpo in canna sempre pronto.

    20170404 notte 5a

  • Dopo la notte - parte seconda

    Questo, Luca, non lo dovevi fare...
    E il bello è che anche Mattia la pensa così.
    Prima mi manda un sms per sapere se anch’io ci sarò all’incontro fissato con il suo assistente sociale. Non gli rispondo perché so già dove vuole arrivare: se ci sono io lui non viene. Quando si presenta, la visiera del cappellino che gli nasconde metà faccia ancora livida per i pugni, il volto che guarda per terra, la voce spezzata dalla recente paura, gli occhi feriti che a malapena riescono a guardarmi.

    20170404 notte 3a

  • La prima ragazza di cui mi sono innamorata, il suo rifiuto e il mio rammarico

    Ho 21 anni. Sono una biondina con gli occhi azzurri, un po' grassoccia, abbastanza banale, per i miei gusti. Vivo nel sud-est della Francia e mi piace stare lì. Ho amici che amo più di ogni altra cosa, e amo molto anche studiare. Io sogno, la mia immaginazione non ha limiti: mi piace l’umorismo sboccato e surreale, il cibo, i libri, i fumetti, gli  unicorni, il mare, la musica, i film che finiscono male e... le ragazze. Molto.

    20160223 ragazza innamorata 4

  • La violenza si puo’ diffondere come una malattia tra gli adolescenti

    La frequentazione dei pari, per un adolescente, è un fattore evolutivo importante quando rappresenta la possibilità di sperimentare, socializzare, definire la personalità, ma comporta anche il rischio di adeguarsi a comportamenti devianti o pericolosi. Amicizie e contesto possono infatti portare a una diffusione della violenza.

    20170112 pari violenza 5

  • Le droghe leggere: tra trasgressione e difficoltà affettive

    Il binomio adolescenti-droga porta spesso alla costruzione di ipotesi e giudizi sul perché quel ragazzo o quella ragazza ne fa uso, sulle cause legate alla famiglia di origine, sulla compagnia che frequenta.

    20161107 droghe leggere2

Iscriviti alla newsletter