Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Sono gli stessi circuiti cerebrali che vengono attivati ​​dal mangiare cioccolato e quando si vincono dei soldi, quelli che si mettono in funzione nel cervello degli adolescenti, quando ricevono un gran numero di “like” sulle loro foto e sui loro commenti pubblicati in un social network.

20160806 social media 1

Il giudice minorile John Walker sostiene che occorre un’assunzione di responsabilità collettiva per affrontare le complesse cause alla base dei reati commessi dai minorenni. Tale assunzione di responsabilità, dice il giudice in base alla sua lunga esperienza, offre una migliore possibilità di successo per il recupero dei giovani rispetto all'avere nei loro confronti una posizione rigida, mirata solo a un’attribuzione di colpa al minore.

20180516 recuperare 6

Per Sana, Farah e le altre
 
A pochi giorni di distanza la cronaca ci fa conoscere due ragazze pachistane: Sana, 16 anni, di Brescia, condotta in Pakistan con l’inganno e uccisa dai familiari perché era innamorata di un ragazzo italiano e si ribellava ad un matrimonio programmato, e Farah, 19 anni, di Verona, condotta in patria dai genitori con l’inganno e poi legata e picchiata fino a procurarle l’aborto per un bambino frutto di un amore proibito.
Storie analoghe raggiungono anche il Tribunale per i Minorenni e sono tra le più difficili da trattare. Il TM è sempre presente per assicurare a queste ragazze la possibilità di esercitare i loro diritti ma estremamente ardua è, per loro, la scelta, strette al solito angolo tra identità e appartenenza.

Notizie lontane
di fiducia tradita.
20180521 pachistane 1

Uno studio pilota indica che l'intelligenza artificiale può essere utile per predire quali potrebbero essere gli studenti a più alto rischio di perpetrare la violenza nelle scuole.

20180514 scuola violenza 4

Nel 1993, con grande sorpresa della mia famiglia, ho scelto di diventare una poliziotta, entrando nella squadra della polizia municipale.
Dedicarmi a questa attività, per me, era un un modo ovvio per seguire e  promuovere il mio desiderio di sostenere i giovani. Di aiutarli a crescere e a evitare le insidie che si trovavano sulla loro strada.

20160518 cambiato 1a

I giovani che hanno ascoltato la musica con i loro genitori durante l'infanzia - e specialmente durante l'adolescenza - riescono a costruire e a mantenere migliori relazioni con le loro madri e i loro padri quando entrano nell'età adulta.

20180509 insieme musica 5

"Questo libro raccoglie un sapere prezioso, un sapere che rischia di perdersi nel quotidiano, nelle sue urgenze, nelle sfide educative di ogni giorno. Con queste storie abbiamo cercato di dare visibilità e anche un po' di nobiltà a un lavoro, la professione educativa, che ha bisogno di maggiore riconoscimento sociale e consapevolezza da parte di tutti della sua importanza".

20180517 Presentazione Vimercate

(clicca sull'immagine per il video)

Segnalato in un procedimento amministrativo, il ragazzo ha già collezionato qualche denuncia ma i processi ci saranno più avanti. Intanto fa quello che vuole, incluso un abbandonante consumo di sostanze ben oltre lo scopo socializzante e ricreativo e tale da indurlo a commettere reati. Ma le etichette non le vuole, e la comunità nemmeno.

Tossico sarai tu!
Ha detto la tivù
che quelli più distrutti, persi
sono molto diversi
da come sono io.
20180514 tossico 3

A Oakland, dove vivo, i giovani si svegliano ogni giorno con la notizia che un'altra persona è stata uccisa, vittima della violenza delle armi. È un incubo senza fine. Questa violenza proviene dalla grande disponibilità delle armi da fuoco e viene “nascosta sotto il tappeto” da persone che temono un mondo senza armi.

20180508 target 1

Le parole fanno le cose” dice Foucault. E a volte fanno anche le persone. In tema di migrazioni quanti vocaboli, spesso dispregiativi, vengono utilizzati, a volte senza una reale consapevolezza, per indicare intere categorie di individui!

20180507 parole Ballerini 1

L'adolescenza è un momento chiave nello sviluppo di un individuo, ed è un periodo in cui alcuni ragazzi cominciano a mostrare segni preoccupanti di depressione. Uno dei principali fattori di rischio per la depressione in adolescenza, è un'infanzia passata in un contesto familiare difficile e pieno di avversità, quali una genitorialità insufficiente, la mancanza di affetto, l'abuso emotivo, fisico o sessuale, i problemi finanziari della famiglia o la perdita di uno dei suoi membri.

20160531 supporto familiare 2

In tribunale abbiamo notizia di un’adolescente pakistana che diserta la scuola e vive con i genitori e i fratelli in condizioni al di sotto della decenza sotto ogni profilo: sanitario, igienico, delle possibilità di futuro. Sono intervenuti i servizi per un allontanamento d’urgenza. La ragazza si è opposta con tutte le sue forze per non andare via.

Io voglio stare qui
come una cosa
polverosa.

20180507 resto 3

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Seguici anche su Facebook

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca