Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Questo libro racconta storie di relazioni tra adulti e adolescenti È un elogio delle due parti della relazione: degli educatori, del loro “mestiere” nel senso più alto del termine, fatto di tecnica e conoscenza, di coraggio, dell’impegno quotidiano, e anche della loro scelta di raccontarsi.

20180327 Introduzione(clicca sull'immagine per il video)

“Il linguaggio non si può ridurre a una questione professionale, nel linguaggio c’è già il rapporto vivente. L’educazione accade quando c’è una relazione reale tra una singolarità di vita e un’altra singolarità di vita.  Non è possibile normare l’educazione.

20180327 Sini(clicca sull'immagine per il video)

“… In queste pagine l’educatore si identifica profondamente con la condizione psicologica dell’adolescente, la mette in parole, la fa diventare una vicenda cui il lettore può partecipare. Non è un testo scritto con il gergo criptato che si usa spesso tra gli operatori dell’educazione. Un tentativo, a mio giudizio riuscito in modo strabiliante, di “mettere in bella” la brutta, il libro di bordo, la comunicazione per il giudice, la relazione per i servizi sociali.

20180327 Charmet(clicca sull'immagine per il video)

Si potrebbe pensare che i video games, ormai diffusi in modo capillare grazie agli smartphone, inducano a isolamento e solitudine, aumentando le possibilità che un adolescente non riesca a costruire buone relazioni con i pari.

20180320 videogames 2

Sono l'orgoglioso genitore di due ragazze incredibili e stimolanti. Riempiamo le nostre serate e i fine settimana con la mia non dimostrata capacità di insegnare loro l’algebra e di dare lezioni di scuola guida. A volte ho difficoltà nei miei ruoli di tutor, istruttore di matematica, rappresentante per il genere maschile ... e padre.

20180319 autismo 2

Non posso non pensare a lei nei giorni in cui si celebrano la giornata dei Giusti e, a poca distanza, la giornata internazionale della donna. Penso a lei che di Giusti nella sua strada ne ha incontrati pochi e decisamente tardi.

20180315 Maria 3a

1 marzo 2018, nei pressi di Latina. Un carabiniere spara alla moglie, che resta in fin di vita per giorni, e alle due figlie di 8 e 14 anni, uccidendole. Poi si toglie la vita, lasciando precise disposizioni su come impiegare le sue sostanze, spese funerarie incluse.

Il carabiniere ha deciso
il suo lapsus improvviso.

20180321 latina

Per gentile concessione dell'autore e dell'editore, pubblichiamo l'inizio dell'introduzione de "Il rischio di educare. Storie di adolescenti e adulti in relazione" di Lamberto Bertolè (Laurana editore).

Questo libro affronta, utilizzando lo strumento del racconto, la questione del rischio educativo e di cosa significhi educare quando si parla di adolescenti.

20180314 copertina cropped

Un progetto innovativo che lavora con alcuni dei giovani autori di reato scozzesi a più alto rischio, ha rivelato che la maggior parte di loro sono cresciuti assistendo o subendo un trauma significativo all’interno del loro contesto familiare, e che i tre quarti di loro hanno avuto almeno un’esperienza di violenza consumata all'interno delle mura di casa.

20180313 devianza 1

La qualità della crescita e le potenzialità dello sviluppo di un bambino sono condizionate dalla salute e dalla qualità della vita fatta dai suoi genitori, fino a risalire alla loro adolescenza.

20180312 capacità genitoriali 4

Nella coda più fredda di questo inverno ho notizia di una mamma che col suo bambino (non ancora 6 anni) trascorre i pomeriggi in autobus, pur di stare al caldo, perché se il bimbo fa rumore papà si arrabbia. E quando papà si arrabbia, si sa già come va a finire.

4 gradi sotto zero
batto i denti, son sincero.

20180312 autobus 2

Gli adolescenti sono impulsivi per natura, dice la saggezza popolare. Sono come bombe pronte ad esplodere alla minima sollecitazione. I genitori pensano di dover incrociare le dita, sperando che nessuno accenda la miccia che porterà a un'esplosione.

20180306 macchine rischio 2

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Seguici anche su Facebook

Link amici

Area riservata