Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Il matrimonio si è rotto
per tradimento o minaccia
e lui ha messo un cerotto
per cancellarle la faccia

20171127 cerotto 3

Sul "Resto del Carlino" di Ferrara la lettera di un signore lamentava il disturbo dei bambini che corrono nei supermercati. Nasce così la filastrocca dell’uomo delicato.

Sono sensibile, son delicato
Mi serve proprio un mondo ordinato.

20171113 ordinato 3

Mi guarda da lontano
a volte anche di notte.
Deve sembrargli strano
non prendere più botte.

20171106 affidataria 2

Appena sono arrivato
non ho potuto studiare.
Lei mi ha segregato.
La dovevo aiutare.

20171030 fratello maggiore 3

Gli ho visto un mezzo sorriso
in sala d’aspetto.
Sembrava indeciso
era vigile e incerto.

20171023 medico 2

Questa mamma cinese
non conosce l’infanzia.
Sarà che ho troppe pretese
o lei che ha poca pazienza

20171012 cinese 1

Dedicato a S.
La piccolina è morta disidratata a poco più di un anno. Era nata con una particolare malattia per cui il sudore, in lei, non si fermava. Una conseguenza estrema della stessa era una rara malformazione: S., pur essendo una bambina, aveva un organo genitale maschile esterno anche se incompleto. C’era il pene, non i testicoli.
La cosa ha scosso parecchio il piccolo paese dove si trovava a vivere e c’è il sospetto che questo abbia distratto dalla malattia tutta intera, che oltretutto richiedeva farmaci continui e costosi. Fatto sta che la bimba è morta, appunto, per disidratazione. Errori medici sono stati riscontrati da un tribunale e i danni sono stati, si fa per dire, risarciti.

Certo non sta bene
far sapere in giro
che è nata con un pene.
È stato un brutto tiro
d’origine genetica
perché, si sa, la donna
è sempre un po’ bisbetica
ma così è una condanna.

20171009 neonata

Affido alle filastrocche tante voci, in una piena ho messo in scena la mia.
“E se hai qualcosa da dire tu dillo adesso, non aspettare che ci sia un momento più conveniente per parlare…” (Niccolò Fabi)

Mi offende
chi non comprende

chi tratta un bambino
come un cretino

chi nega l’abuso
ed è colluso

20170720 offesa 1

Il padre è in carcere e ci starà a lungo, lui preadolescente è segnalato per un lungo elenco di soprusi e ribellioni a coetanei e adulti. Sulle orme del padre, pensiamo.
Forse lo è davvero, anche quando sembra mettere la testa a posto dopo che proprio il papà gli ha chiesto di comportarsi bene. E quale sia e sarà il peso di quest’uomo ingombrante, nella vita del ragazzo, è difficile capire.

20170619 angelo carcere 2

Okay, la bigenitorialità. Okay, i legami di sangue. Purché non se ne faccia un’ideologia, perché le ideologie lasciano morti e feriti e questa non è da meno.
Alcuni bambini si allontanano da un genitore perché non riescono a perdonarlo. Ci sono ferite da rimarginare, non megafoni da impugnare. Non è una mamma cattiva a determinare l’alienazione del papà, è una sofferenza ancora aperta di cui occorre tenere conto.

20170605 rifiuto

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

Master accompagnare al futro 1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca