Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Info: info@ubiminor.org  |  Segnalazioni: notizie@ubiminor.org  |  Proposte: redazione@ubiminor.org

Ubi minorubi-minor-progetto

Alcune vengono da sole, grazie al passaparola, col mio nome e l’indirizzo dello studio scritti confusamente, in una sorta di anagramma, su un lembo di carta. Alcune sono state indirizzate alla mia porta dalla mitica Comunità di don Gallo che non si volta mai dall’altra parte quando si imbatte in una richiesta di aiuto, altre dallo sportello degli avvocati di strada, altre ancora dalla Caritas di Ventimiglia o dalle varie quanto preziose associazioni di volontariato.

20170111 prostituzione sfruttamento 3

È stato un temperino
contro la giugulare
il morso del destino
venuto a ribaltare

20161128 Temperino 1a

Ero a casa di amici
a mangiare la torta.
Tu mi parli e non dici
però la mamma è morta.

20161121 non ci credo

Tra il 26 e il 27.2.15, in una casa di Milano, Aurora, 9 mesi, è morta di fame.
Non è un caso isolato. Da una rapida ricerca in rete: a Seul, 2010, una bimba di 3 mesi ha la stessa sorte perché i genitori erano impegnati a nutrire la figlia virtuale; negli Stati Uniti, 2015, una bambina di 5 anni, alla morte per denutrizione pesava 11 chili; ancora USA, Natale 2014, una neonata di 22 giorni muore di fame mentre la mamma e il compagno sono al ristorante.

20161114 inedia

Una storia normale
come quella di tutti.
Una vita banale
inghiottita nei flutti

20161108 salvagente 3a

Sono graffi sulla neve
sfregio non necessario
un peso troppo greve
per un piccolo calendario.

20161102 sfregio neve 3

Mi ha aiutata mio figlio Antonio 
a rompere il matrimonio 
e la piccola Maria
che ha chiamato la polizia 

20161017 rivoluzione 3a

(l’affidataria)

A volte sento proprio che mi manca l’aria.
Da qualche mese sono una zia affidataria.

20160921 sgomento

(il fratellino)

Io sono piccolo, sono un bambino.
(Posso mangiare un altro panino?)

20160913 mangione 2

È sempre difficile credere che un genitore maltratti i suoi figli, e se poi è la madre a farlo questo può sembrare veramente impossibile. Così accade che i bambini non vengano ascoltati e che tutti – dall’insegnante al vicino di casa, fino a chi scrive sul giornale – si sentano in diritto di mettere bocca.
Il prezzo più alto, dopotutto, lo pagano i bambini.

20160905 ritornello 3

Scopri Arimo Cooperativa Sociale

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accetto le regole per la Privacy e Termini di Utilizzo

Seguici anche su Facebook

UbiminorYoutube1

Master accompagnare al futro 1

logo SPIAZZA ok

Link amici

Area riservata

Garante

logo cnca